Vai al contenuto
nhasso

Durata incarico amministratore.

Art. 1129. Nomina, revoca ed obblighi dell'amministratore

 

L'incarico di amministratore ha durata di un anno e si intende rinnovato per eguale durata. L'assemblea convocata per la revoca o le dimissioni delibera in ordine alla nomina del nuovo amministratore.

 

Ma in effetti gli amm.ri non sono in carica solo pe run anno

E poi cosa succede dopo o durante l'anno di proroga?

 

Grazie

Alla fine si dovrebbe indire assemblea per nomina amministratore ,se non succede nulla (ovvero nessuna nuova nomina) si rinnova la carica all' amministratore in carica .

@ nhasso

L'amministratore rimane in carica per un anno e potrebbe essere revocato in qualsiasi momento dall'assemblea, ovvero anche prima della scadenza annuale, o alla scadenza, oppure dopo la scadenza., tra l'altro dopo il primo anno se non viene revocato, l'amministratore non prosegue in proroga ma è riconfermato.

Pienamente in linea con la tua analisi. Questa storia del tacito rinnovo in caso di mancata decisione non mi ha mai convinto.
Eppure alla 1° scadenza l'amministratore potrebbe non inserire l'argomento "revoca/conferma/nomina" all'OdG;

 

In questo caso, infatti, l'amministratore di condominio potrà semplicemente mettere in discussione un punto all'ordine del giorno del genere: "revoca o prosecuzione ex lege nell'assolvimento dell'incarico" oppure ancora "comunicazioni di legge in merito alla prosecuzione dell'incarico", oppure ancora, non inserire nulla.

Fonte https://www.condominioweb.com/la-durata-dellincarico-resta-sempre-annuale.2210#ixzz40M3UXYJs

www.condominioweb.com

Come vedi le analisi possono essere diverse. e finchè la Giurisprudenza non fornirà un indirizzo consolidato, ci potranno essere diverse e contrarie opinioni.

La mia opinione: Il nuovo amministratore, nominato ad anno iniziato, termina il primo mandato al 31/12.

L'anno di proroga, serve a presentare il consuntivo, ed a farsi confermare.

Se non lo fa alla scadenza della proroga decade. E cosi avviene ad ogni conferma.

Si puoò pensare ad un escamotage per costringerlo a presentare il consuntivo.

×