Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Apophis

Dubbio su spesa da sostenere

Buonasera, avrei un dubbio che spero possiate risolvere:

Ho venduto casa nel 2012, pagate tutte le quote condominiali e le quote di ristrutturazione del palazzo.

Circa qualche mese dopo il rogito, alcuni condomini sostengono che i lavori siano stati fatti male.

Gli stessi non pagano ultima quota alla ditta di edilizia proprio per questo motivo.

La ditta nel 2015 (o 2016 non saprei) manda decreto ingiuntivo ai condomini morosi.

La stessa ditta manda quest’anno altro decreto ingiuntivo, questa volta al condominio.

L’amministratore fa l’opposizione al decreto ingiuntivo.

Devo pagare la singola spesa legale di acconto relativa all’opposizione al decreto ingiuntivo?

Scusate tutte queste spese non spettano al nuovo proprietario? Io non sono più proprietario dal 2012.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

se le somme di cui si discute si riferiscono ad un debito derivante da una situazione insorta in epoca antecedente alla vendita e oltre i limiti dell' art. 63 disp. att c.c. (contributi relativi all'anno in corso e quello precedente il nuovo proprietario non è obbligato ad alcun pagamento e l' amministratore potrà rivolgersi solo nei confronti di chi era condomino nel momento in cui è sorta l' obbligazione con l' impresa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Capisco. Ma l'opposizione al decreto ingiuntivo perché dovrebbe essere pagata da vecchio proprietario? Non riguarda il condominio cosi come oggi è composto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Tra l'altro due legali, da me consultati, sostengono che il vecchio proprietario non facendo più parte del condominio non deve pagare le spese di acconto relative all'opposizione al decreto ingiuntivo emesso nei confronti del condominio.

Chi ci capisce nulla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

il vecchio proprietario risponde nei limiti della quota non versata a suo tempo all' impresa e quindi se il suo debito (insieme a quello degli altri condomini morosi) ha determinato l' azione di recupero del credito da parte della ditta è evidente che anche quest'ultimo ne risponde.

Se invece la quota è stata integralmente corrisposta a suo tempo dal precedente proprietario, il discorso cambia, anche in considerazione del principio della parziarietà delle obbligazioni condominiali (l' impresa potrà soddisfare il credito vantato, in primis, nei confronti dei condomini morosi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il vecchio proprietario aveva pagato tutte le sue quote senza lasciare alcun debito.

L'ultima quota non è stata pagata solo da alcuni condomini (non rientra tra i morosi il vecchio proprietario).

L'impresa nel 2016 ha mandato decreto ingiuntivo ai condomini morosi.

Nel 2017 ha fatto decreto ingiuntivo a tutto il condominio. (Il vecchio proprietario non ne fa più parte dal 2012 e non risultava tra i morosi).

Dopo pochi mesi il condominio fa opposizione al decreto ingiuntivo.

Le spese di acconto dell'opposizione quindi spetterebbero a nuovo proprietario in quanto facente parte del condominio attuale.

O sbaglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Le spese legali dell'opposizione al decreto ingiuntivo, deliberate dall'attuale assemblea, sono a carico dei condòmini che non hanno dissentito alla procedura.

Tu sei estraneo a tutto questo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Infatti , alcune cose sono talmente scontate, come mai tutta questa preoccupazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il decreto ingiuntivo è stato fatto al condominio a causa di alcune fatture non pagate (erano stati deliberati i lavori e terminati nel 2011, alcuni condomini non hanno versato ultima quota di fine lavori in quanto mal eseguiti).

Il vecchio proprietario ha versato tutte le quote, compresa l' ultima e ha venduto nel 2012.

Il decreto ingiuntivo è stato fatto prima ai morosi (nel 2016, non figura il vecchio proprietario tra i morosi, aveva pagato tutto quel che c'era da pagare) e poi al condominio nel 2017.

L'amministratore, di fronte al decreto ingiuntivo effettuato dall'impresa ai danni del condominio ha interpellato sia il vecchio che il nuovo proprietario. Quest'ultimo ritiene che le spese legali di opposizione debba pagarle il vecchio proprietario.

Ma io dal 2012 non faccio più parte del condominio ed in più ho pagato tutte le quote che c'erano da pagare.

Spero di essermi spiegato bene e grazie delle risposte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×