Vai al contenuto
cicciopasticcio

Dubbio su detrazione spese condominiali

Buongiorno, 

nel mio condominio sono stati fatti dei lavori di adeguamento dell'impianto di riscaldamento (valvole, elettropompe, ecc.) che danno diritto alla detrazione del 50% in 10 anni, almeno se non ho inteso male.

Il mio problema riguarda uno sfalsamento tra l'anno di competenza e l'anno di effettivo pagamento delle spese.

 

Nel 2016 avevo a mio carico 540 euro, saldati 0 (rapportino dell'amministratore sulle detrazioni)

Nel 2017 ho pagato 460 euro ma sul rapporto dell'amministratore risultano a AdE solo 386 (dice lui perché è la quota di competenza relativa ai bonifici da lui fatti nel 2017).

Nel 2018 ho saldato i 444 euro restanti.

 

Sulla dichiarazione precompilata e sul rapporto dell'amministratore risultano 386 euro da poter portare in detrazione. Vi chiedo se posso inserire quest'anno tutti i 460 euro effettivamente pagati (ho copia del bonifico con causale specifica e i rendiconti condominiali che mostrano il totale di mia competenza) e l'anno prossimo i 444 euro pagati quest'anno.

cicciopasticcio dice:

Buongiorno, 

nel mio condominio sono stati fatti dei lavori di adeguamento dell'impianto di riscaldamento (valvole, elettropompe, ecc.) che danno diritto alla detrazione del 50% in 10 anni, almeno se non ho inteso male.

Il mio problema riguarda uno sfalsamento tra l'anno di competenza e l'anno di effettivo pagamento delle spese.

 

Nel 2016 avevo a mio carico 540 euro, saldati 0 (rapportino dell'amministratore sulle detrazioni)

Nel 2017 ho pagato 460 euro ma sul rapporto dell'amministratore risultano a AdE solo 386 (dice lui perché è la quota di competenza relativa ai bonifici da lui fatti nel 2017).

Nel 2018 ho saldato i 444 euro restanti.

 

Sulla dichiarazione precompilata e sul rapporto dell'amministratore risultano 386 euro da poter portare in detrazione. Vi chiedo se posso inserire quest'anno tutti i 460 euro effettivamente pagati (ho copia del bonifico con causale specifica e i rendiconti condominiali che mostrano il totale di mia competenza) e l'anno prossimo i 444 euro pagati quest'anno.

A dire la verità non ho capito quanto dei costi sia rimasto a tuo carico, comunque:

1) la detrazione è relativa a quanto ha pagato l'amministratore nell'anno, indipendentemente da quanto hai versato tu nelle casse condominiali

2) ogni anno l'amministratore deve averti rilasciato la dichiarazione relativa alle spese rimaste a tuo carico, indipendentemente dal fatto che tu le abbia pagate oppure no

3) quindi nel tuo 730 ogni anno porterai in detrazione quanto dichiarato dall'amministratore, se nel 2016 non hai potuto detrarre nulla perchè non hai pagato la tua quota di spese al condominio, puoi iniziare a detrarre nell'anno in cui le hai pagate e presentare istanza di rimborso per gli anni "persi".

Faccio un esempio: nel 2016 costi a tuo carico € 540,00 pagati nel 2018; detrazione spettante 50% di 540 = € 270,00  detrazione annuale € 27,00

anno 2016: rata n. 1 € 27,00 non detratti - fare istanza di rimborso

anno 2017: rata n. 2 € 27,00 non detratti - fare istanza di rimborso

anno 2018: rata n. 3 € 27,00 detratta

Ovviamente nel 2017 e nel 2018 si aggiungeranno le altre quote pagate.

Spero sia sufficientemente chiaro......🤞

 

Direi chiarissimo.

 

In verità non ho ben chiaro quanto sia a mio carico anno per anno.

Nel 2016 il rapportino diceva 540 euro (versati zero), nel 2017 il rapportino dice solo quanto indicato a AdE e quanto effettivamente versato. Su un verbale di assemblea del 2017 c'è il dettaglio di quanto di competenza di ciascun condomino. Quindi diciamo che so bene la cifra totale a mio carico per questi lavori, circa 900 euro.

Mi rifarò i conti per bene stasera o domani, ma a occhio e croce direi che le competenze 2016 sono accertabili in 540 euro, come da rapportino ricevuto al tempo.

Quelle 2017 dovrebbero essere il saldo (accertati da AdE 386 e riconosciuti nel rapportino)

 

Dunque, se ho ben capito, nella dichiarazione di quest'anno dovrei mettere l'importo versato nel 2017 (a memoria 465 euro), al 50% e ripartito per 10 anni. Quindi dovrei fare un'istanza di rimborso per il 2016 in quanto non dichiarato nulla, e inserire la rata 2 nella dichiarazione attuale (ma senza istanza di rimborso, dovrebbe essere la rata normale). 

 

Nel 2019 poi dovrò fare lo stesso giochino per i 444 euro a saldo versati pochi giorni fa.

 

Non ho avuto modo di capire cosa sia e come si faccia l'istanza di rimborso. Poi mi documento.

cicciopasticcio dice:

Direi chiarissimo.

 

In verità non ho ben chiaro quanto sia a mio carico anno per anno.

Nel 2016 il rapportino diceva 540 euro (versati zero), nel 2017 il rapportino dice solo quanto indicato a AdE e quanto effettivamente versato. Su un verbale di assemblea del 2017 c'è il dettaglio di quanto di competenza di ciascun condomino. Quindi diciamo che so bene la cifra totale a mio carico per questi lavori, circa 900 euro.

Mi rifarò i conti per bene stasera o domani, ma a occhio e croce direi che le competenze 2016 sono accertabili in 540 euro, come da rapportino ricevuto al tempo.

Quelle 2017 dovrebbero essere il saldo (accertati da AdE 386 e riconosciuti nel rapportino)

 

Dunque, se ho ben capito, nella dichiarazione di quest'anno dovrei mettere l'importo versato nel 2017 (a memoria 465 euro), al 50% e ripartito per 10 anni. Quindi dovrei fare un'istanza di rimborso per il 2016 in quanto non dichiarato nulla, e inserire la rata 2 nella dichiarazione attuale (ma senza istanza di rimborso, dovrebbe essere la rata normale). 

 

Nel 2019 poi dovrò fare lo stesso giochino per i 444 euro a saldo versati pochi giorni fa.

 

Non ho avuto modo di capire cosa sia e come si faccia l'istanza di rimborso. Poi mi documento.

quest'anno dichiari: 2° rata (per 2016) € 27,00

                             1° rata (per 2017) € 23,25

 

per la 1° rata del 2016 puoi chiedere a rimborso € 27,00 con il modello che trovi qui:

https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&ved=0ahUKEwj_4KTJ_9XbAhVFLcAKHc8XBscQFggnMAA&url=http%3A%2F%2Fwww.agenziaentrate.gov.it%2Fwps%2Ffile%2FNsilib%2FNsi%2FStrumenti%2FModelli%2FModelli%2Bda%2Bpresentare%2Bin%2Bufficio%2FDomanda%2Bdi%2Brimborso%2Bdelle%2Bimposte%2Bdirette%2Fdomanda_rimborso_imposte_dirette.doc&usg=AOvVaw1V5e1g7PA180qWYYanSkWg

 

barri la terza ipotesi (eccedenza di crediti)

presenti tutto ad un ufficio Ade.

mmh, non mi torna una cosa.

 

In dichiarazione devo mettere quanto scritto dall'amministratore a prescindere dal fatto di non aver pagato l'importo in quell'anno. OK.

Allora nel 2016 l'importo era 540 euro, quindi 1a rata nella dichiarazione 2017 di 27 euro (non inserita e quindi da recuperare).

 

Nel 2017 sono state saldate le ultime fatture da parte dell'amministratore (ma io ho pagato nel 2018), per la mia parte 386 euro. Nella dichiarazione di adesso devo mettere la 2a rata di 27 euro e la 1a rata di 19,3 euro (386/2=193/10=19,3).

 

Corretto?

 

 

cicciopasticcio dice:

mmh, non mi torna una cosa.

 

In dichiarazione devo mettere quanto scritto dall'amministratore a prescindere dal fatto di non aver pagato l'importo in quell'anno. OK.

Allora nel 2016 l'importo era 540 euro, quindi 1a rata nella dichiarazione 2017 di 27 euro (non inserita e quindi da recuperare).

 

Nel 2017 sono state saldate le ultime fatture da parte dell'amministratore (ma io ho pagato nel 2018), per la mia parte 386 euro. Nella dichiarazione di adesso devo mettere la 2a rata di 27 euro e la 1a rata di 19,3 euro (386/2=193/10=19,3).

 

Corretto?

 

 

La parte relativa ai € 540,00 è corretta

 

la rata di 19,3 euro la inserisci già nella dichiarazione del 2017 che presenterai quest'anno, in quanto il pagamento da parte tua è avvenuto prima del termine della denuncia dei redditi relativa al 2017, quindi, come hai correttamente scritto nella denuncia che stai redigendo ora insirisci la 2° rata di € 27,00 e la 1° di 19,3

Discussioni simili

Condominioweb Forum
×