Vai al contenuto
nefer1

Divisorio su balcone di proprietà

Gentili utenti,due stanze del mio appartamento fanno parte dello stesso balcone. Vorrei dividere il balcone con un divisorio tra una stanza e l’altra per evitare che comunichino. Necessita una autorizzazione del condominio o posso apporre il divisorio a prescindere dalla loro decisione? Grazie per la gentile risposta

Vedi che dice a proposito dei balconi il Regolamento di Condominio, poi controlla il regolamento edilizio del Comune se prevede un permesso o Dia (Scia), per questo genere di opera, e nel caso sia previsto qualche tipo di permesso devi contattare un tecnico abilitato.

Gentili utenti,due stanze del mio appartamento fanno parte dello stesso balcone. Vorrei dividere il balcone con un divisorio tra una stanza e l’altra per evitare che comunichino. Necessita una autorizzazione del condominio o posso apporre il divisorio a prescindere dalla loro decisione? Grazie per la gentile risposta

Salve non abbiamo nè un regolamento condominiale nè un regolamento contrattuale. Basta quindi solo l'autorizzazione comunale e non quella condominiale? Grazie per la gentile risposta

Se non lede il decoro dello stabile, dovrebbe essere sufficiente il permesso del comune, salvo qualche condomino non sia pignolo.

Se non lede il decoro dello stabile, dovrebbe essere sufficiente il permesso del comune, salvo qualche condomino non sia pignolo.

Essendo solo sul mio balcono si potrebbe dire che altera il decoro architettonico.Ci sono riferimenti per capire quali sono le cose che alterano il decoro architettonico?Altrimenti sarebbe tutto molto vago e si potrebbe dire che qualsiasi cosa alteri il decoro architettonico...

Essendo solo sul mio balcono si potrebbe dire che altera il decoro architettonico.Ci sono riferimenti per capire quali sono le cose che alterano il decoro architettonico?Altrimenti sarebbe tutto molto vago e si potrebbe dire che qualsiasi cosa alteri il decoro architettonico...
Non ci sono parametri di Legge per una analisi sul decoro dello stabile, per cui è tutto demandato al Giudice di merito;

 

Per decoro architettonico del fabbricato, ai fini della tutela prevista dall'art. 1120 c.c., deve intendersi l'estetica data dall'insieme delle linee e delle strutture ornamentali che costituiscono la nota dominante ed imprimono alle varie parti dell'edificio, nonché all'edificio stesso nel suo insieme, una sua determinata, armonica, fisionomia, senza che occorra che si tratti di edificio di particolare pregio artistico.

L'indagine volta a stabilire se, in concreto, un'innovazione determini o meno alterazione del decoro architettonico è demandata al giudice del merito, il cui apprezzamento sfugge al sindacato di legittimità, se congruamente motivato. (Cass. 23/10/93 n. 10513)

lucy 664. ho un balconcino comunicante con il mio vicino di casa. questi balconi sono separati solamente

da una ringhiera di ferro alta un metro e larga circa 90 cm. posso mettere una griglia di legno come divisorio.

Si puoi metterla a condizione che nulla vieta il regolamento di condominio.

×