Vai al contenuto
andreamig

Divisione parti comuni

Buongiorno a tutti,

ho bisogno di aiuto e consigli.

Abito in una bifamiliare divisa orizzontalmente, le parti in comune sono: ingresso principale, vano scale, soffitta, garage, spazio verde intorno al fabbricato.

Il proprietario del piano di sopra vuole dividere gli spazi comuni. Secondo me è molto difficile arrivare ad una divisione, esistono impianti che passano all'esterno e che dovrebbero essere accessibili a tutti e due.

E' vero che può richiedere la divisione al giudice anche se io sono contrario?

Io direi che è difficile che un Giudice possa accettare le richiesta del tuo vicino, perchè le parti comuni sono indivisibili se non con il consenso di tutti i partecipanti al condominio (voi siete un condominio minimo);

 

cc art. 1119. Indivisibilità

Le parti comuni dell’edificio non sono soggette a divisione, a meno che la divisione possa farsi senza

rendere più incomodo l’uso della cosa a ciascun condomino e con il consenso di tutti i partecipanti al

condominio

Grazie per la risposta, è vero siamo un condominio minimo. Io posso anche valutare una divisione che mi faccia comodo ma vorrei sapere fino a che punto può minacciare la divisione giudiziale.

Nessuna minaccia, una persona è libera di agire come desidera, se questo tuo vicino chiederà al Giudice la divisione quasi sicuramente il Giudice risponderà che senza il tuo consenso non si possono dividere le parti comini.

Comunque fossi in te farei leggere al vicino l'art 1119 del Codice Civile.

Grazie, sai è difficile per chi non conosce le norme. Pensi sia il caso di rivolgersi ad un legale? magari esperto di norme condominiali? Il condominio non è mai stato creato con un codice fiscale ecc, finora abbiamo fatto tutto insieme ma quando i rapporti si rompono poi è tutto difficile

Secondo me per il momento non è necessario che tu cerchi un legale, e poi il condominio non è che deve essere notificato/creato con un atto, il condominio nasce spontaneo quando ci sono come minimo due proprietari, e non è obbligatorio avere un CF, perchè per le spese comuni p.es. si può usare il CF di un condomino.

grazie mille, in più c'è da considerare che su questa area comune sorge un'altra casa di mia proprietà con i relativi diritti pertinenziali. quindi condominio minimo per la palazzina e tre condomini per l'area comune con cancello, impianto elettrico ecc

Il consiglio che posso darti è questo:

- se non vuoi cedere parte delle patri comuni (scusa il gioco di parole), non acconsentire a nessun accordo ed attendi le mosse del vicino, ma almeno mettilo a conoscenza dell'articolo 1119 cc o cerca di farlo.

×