Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
maverick2

Ditta edile di proprietà amministratore

Buongiorno a tutti.

Il nostro amministratore ci ha presentato un conguaglio superiore del 20% rispetto al preventivo.

Le spese straordinarie non sono mai state autorizzate dall'assemblea, ma sono state fatte - a suo dire - senza autorizzazione, a causa dell'urgenza dei lavori.

Le fatture presentate, dopo diverse richieste, sono emesse da una ditta di cui risulta amministratore lui stesso (ovviamente questo non ce lo ha mai detto: sono venuto a saperlo da fonti esterne).

 

Al di là dell'etica di questo personaggio, mi chiedo se abbia avuto un comportamento denunciabile e/o sanzionabile che ne provochi il licenziamento, in quanto alcuni condomini (mi chiedo se per stupidità o, più probabilmente, per interessi personali) non vogliono cacciarlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ciao, se la ditta è stata nominata da una regolare maggioranza è tutto perfettamente regolare anche se l'intestatario della ditta è lo stesso amministratore, in Condominio il conflitto di interessi è molto relativo, diciamo quasi inesistente, quindi se è stata scelta da una maggioranza, non c'è niente di irregolare.

Il conguaglio maggiore, rispetto al preventivo, se è scaturito da imprevisti o da urgenze, è lecito averlo effettuato ed alla prossima assemblea utile l'amministratore provvederà a ratificare la spesa.

Io presumo che quando c'è stata l'assemblea per la scelta dell'impresa con il suo preventivo ci sia stata una maggioranza che abbia votato a favore, una maggioranza che abbia letto la ragione sociale della ditta, che abbia letto il preventivo, il tipo di lavoro scaturito da un capitolato, ci sarà stata la nomina di un D.L. (questo dipende anche da che tipo di lavoro stiamo parlando), insomma tutte componenti che nel verbale di assemblea devono essere state accettate da una maggioranza, perciò coloro che sono in minoranza si devono, si son dovuti e si dovranno adeguare.

Alla luce di ciò, da parte anche di un solo condomino potrebbe essere denunciabile soltanto una eventuale azione o comportamento illecito, da quello che riporti non se ne ravvedono.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Purtoppo non vedo elementi che possano portare ad una revoca. Hai elementi certi che ti portino ad affermarre che gli importi fatturati sono "gonfiati".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

salve......gonfiati o no .......conflitto d'interessi non si riuscirebbe a dimostrare.Occhio gatta ci cova, senz'altro farà le parti più

convenienti per lui,......consiglio trovatevi un nuovo amministratore,se avete i numeri( senz'altro la maggioranza sarà del costruttore-amministratore )che faccia gli interessi di tutto il condominio. con noi l'amministratore-costruttore è durato un anno, faceva solo i suoi interessi.voto vostro amminist. (2)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mica è detto, se si verificherà che "farà òe parti più convenienti per lui", qualche altro condomino se ne accorgerà e glielo farà notare, se non rettifica, qualcuno prenderà pur l'iniziativa di difendersi, o no?

Se si verifica che la maggioranza approverà l'operato dell'amministratore, allora, ci sarà ben poco da fare, tranne sulle irregolarità, ovvio.

Se con voi l'amministratore -costruttore è durato 1 anno, evidentemente, c'è stata una regolare maggioranza che non gli ha rinnovato il mandato e lo ha dato ad un altro, non è che stiamo parlando di astronomia o fantascienza.....o che rappresenta una novità.....

E' sempre la maggioranza che regna.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×