Vai al contenuto
honey

Distanza mattoni muro perimetrale tra due appartamenti in condominio

Buongiorno,

sto ristrutturando casa e spaccando per spostare tubi di gas, acqua e luce, ci siamo resi conto che in alcuni punti della casa ci sono distanze diverse tra i muri del nostro appartamento e di un locale confinante (un magazzino condominiale) con parete che affoggia su corridoio e nostro bagno. In particolare su una parete tra la nostra linea di mattoni e l'altro muro c'è uno spazio vuoto di 45cm mentre in un'altro (dove infatti sentiamo anche il minimo rumore) spaccando il nostro mattone traforato c'è subito appoggiato il materiale del magazzino (es: assi, cartoncini, etc..) . Mi chiedo, è normale? Non ci dovrebbe essere anche qui un'intercapedine, magari non così spessa, ma almeno di 15cm dal nostro muro? Qualcunoi sa dirmi cosa dice la legge in materia? Se qualcuno ha la risposta e/o un'opinione a rigurdo mi aiuterebbe molto. Entro domani dobbiamo chiudere e non so se reclamare o meno.

Ringrazio in anticipo.

 

Buona giornata

Buongiorno,

sto ristrutturando casa e spaccando per spostare tubi di gas, acqua e luce, ci siamo resi conto che in alcuni punti della casa ci sono distanze diverse tra i muri del nostro appartamento e di un locale confinante (un magazzino condominiale) con parete che affoggia su corridoio e nostro bagno. In particolare su una parete tra la nostra linea di mattoni e l'altro muro c'è uno spazio vuoto di 45cm mentre in un'altro (dove infatti sentiamo anche il minimo rumore) spaccando il nostro mattone traforato c'è subito appoggiato il materiale del magazzino (es: assi, cartoncini, etc..) . Mi chiedo, è normale? Non ci dovrebbe essere anche qui un'intercapedine, magari non così spessa, ma almeno di 15cm dal nostro muro? Qualcunoi sa dirmi cosa dice la legge in materia? Se qualcuno ha la risposta e/o un'opinione a rigurdo mi aiuterebbe molto. Entro domani dobbiamo chiudere e non so se reclamare o meno.

Ringrazio in anticipo.

 

Buona giornata

Salve,

in ambito condominiale le distanze stabilite dalla legge devono essere contemperate alle esigenze proprie dell'edificio, quindi possono essere anche inferiori o assenti. Ad ogni modo dovrà essere il giudice di merito a decidere sulla questione una volta analizzati tutti i dati inerenti l'edificio. Ad ogni modo se l'edifico è in tale condizioni da più di 20 anni, scatta l'usucapione e quindi se anche vi fosse una valida ragione alla base nulla si potrebbe più fare.

 

Cordiali saluti.

grazie. Quindi non esiste un regolamento generale che indichi le linee guida da seguire (e rispettare per legge) in materia?

In purtroppo non ho tempo (e soprattutto soldi) per rivolgermi ad un giudice e far valutare la questione. E, soprattutto, la casa che ho acquistato è stata restaurata non dal proprietario con cui ho intergito io ma da quello precedente che avrà fatto i lavori comunque circa 10 anni fa. Guardato al piantina del rogito il muro risulta con le misure giuste ma ovviamente non riporta lo spessore di nessun muro. In questo caso, come si fa a stabilire che ha fatto male i lavori, ovvero ha lasciato troppo poco spazio tra una proprietà e l'altra e/o non ha pensato di mettere un isolante acquistico? Potrebbe anche essere stato chi ha restaurato il mio appartamento all'epoca...in tal caso, io sono in difetto? Cosa mi consigliate di fare?

Grazie

grazie. Quindi non esiste un regolamento generale che indichi le linee guida da seguire (e rispettare per legge) in materia?

In purtroppo non ho tempo (e soprattutto soldi) per rivolgermi ad un giudice e far valutare la questione. E, soprattutto, la casa che ho acquistato è stata restaurata non dal proprietario con cui ho intergito io ma da quello precedente che avrà fatto i lavori comunque circa 10 anni fa. Guardato al piantina del rogito il muro risulta con le misure giuste ma ovviamente non riporta lo spessore di nessun muro. In questo caso, come si fa a stabilire che ha fatto male i lavori, ovvero ha lasciato troppo poco spazio tra una proprietà e l'altra e/o non ha pensato di mettere un isolante acquistico? Potrebbe anche essere stato chi ha restaurato il mio appartamento all'epoca...in tal caso, io sono in difetto? Cosa mi consigliate di fare?

Grazie

Non sei in difetto, poichè hai acquistato l'immobile nello stato in cui si trovava, pertinenze e servitù eventuali annesse. Non credo importi molto la responsabilità, perchè se anche fosse del precedente proprietario nulla tu potresti dirgli, in quanto hai acquistato il bene nello stato in cui era. Ne tantomeno tu hai responsabilità di queste distanze minime.

Non penso che tu debba fare nulla, se vuoi puoi mettere del materiale isolante nella parte in cui le distanze sono inferiori.

 

Cordiali saluti.

grazie mille @Nicolas. Ultima domanda: in locale confinante in questione è un locale condominiale affittato come magazzino ad un esercente vicino, ho qualche diritto di chiedere a lui e/o al condominio di far isolare la parete perchè mal isolata e rumorosa? Ho qualche possibilità di successo se chiedo di far aumentare lo spessore con i mattoni (es almeno un'altra fila) o mettere un isolante acustico dal suo lato? il mio appartamento è di 38mq3 e ci vivo mentre l'altro locale è circa 20mq3 e occupato solo sulle pareti con del materiale da colorificio/cartoleria.

grazie mille @Nicolas. Ultima domanda: in locale confinante in questione è un locale condominiale affittato come magazzino ad un esercente vicino, ho qualche diritto di chiedere a lui e/o al condominio di far isolare la parete perchè mal isolata e rumorosa? Ho qualche possibilità di successo se chiedo di far aumentare lo spessore con i mattoni (es almeno un'altra fila) o mettere un isolante acustico dal suo lato? il mio appartamento è di 38mq3 e ci vivo mentre l'altro locale è circa 20mq3 e occupato solo sulle pareti con del materiale da colorificio/cartoleria.

Per quanto riguarda l'immissione di rumori, dev'essere intollerabile in rapporto all'ambiente esterno circostante. Questione che va valutata in sede di merito.

Il totale delle spese riguardanti l'isolamento acustico è a carico di chi richiede tale intervento. Inoltre si deve stare attenti a non sconfinare nella proprietà condominiale, per tali opere necessita infatti una delibera.

 

Cordiali saluti.

×