Vai al contenuto
Vittorio1963

Distacco dalla rete idrica del pozzo condominiale, con acqua destinata ad uso esclusivo irrigazione-giardinaggio

Salve e buonasera a tutti.

Sono un nuovo iscritto del forum e vorrei un vostro parere riguardo un caso.

Sono possessore di una casa in un complesso condominiale di 21 villette, ciascuna provvista di giardino più o meno grande.

Il complesso costruito verso il 1985 dispone sia di rete idrica potabile ad uso civile con allaccio alla rete comunale, che di rete idrica allacciata al pozzo condominiale con impianto di autoclave.

Faccio presente che l’acqua della rete idrica del pozzo condominiale non è potabile ed è destinata ad uso esclusivo irrigazione-giardinaggio. Non vi è inoltre presente nessun contatore e le spese di consumo, sono ripartite tra tutti i condomini per millesimi.

Non avendo uno spazio verde, non ho necessità di usufruire dell’acqua di pozzo e vorrei, nella prossima assemblea di condominio, comunicare agli altri condomini, la mia volontà di distaccarmi. Secondo voi posso farlo senza nessun problema? Ho bisogno dell’approvazione della maggioranza dei condomini o è necessario che tutti esprimano parere favorevole.

Vorrei inoltre sapere se, in caso di distacco, sarei anche esonerato da qualsiasi altro tipo di spesa vincolata all’argomento “acqua del pozzo”. Qualcuno mi dice infatti che, nonostante io non usufruissi del servizio, dovrei comunque partecipare alle spese in percentuale almeno pari al 30%, anche dopo il distacco.

 

Un’altra proposta alla quale pensavo, era di installare i contatori per ogni utenza, ma in tal caso cosa servirebbe, la maggioranza in assemblea o che siano d’accordo la totalità dei 21 condomini?

Grazie

Anche se ti distaccherai, e lo puoi fare senza autorizzazione perché il tuo distacco non porta aggravio di spese agli altri condomini, resterai comunque proprietario dell'impianto e in quanto tale dovrai partecipare per i tuoi millesimi di proprietà alle spese di mantenimento (manutenzione o sostituzione pompa, desabbiamento, incamiciatura, siglillatura, riparazione tubazioni, riparazioni alla centralina di comando del motore, ecc...). In sostanza sarai esonerato soltanto dalle spese del consumo dell'elettricità (ma non dalle spese fisse legate alla presenza del contatore). Occorre predisporre un contatore a parte, magari privato. Agisci comunque con cautela e valuta ben benino i pro e i contro, perché facilmente "il gioco non vale la candela". Saluti.

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×