Vai al contenuto
jaxy

Distacco da riscaldamento centralizzato - nel caso un condomino si distaccasse dall'impianto centralizzato di riscaldamento a quali spese dovrebbe

Gent. Amministratori,

 

volevo chiedere nel caso un condomino si distaccasse dall'impianto centralizzato di riscaldamento a quali spese dovrebbe concorrere?

 

Nell' art. 1118 si parla di conservazione dell'impianto. Ne deduco che qualsiasi spesa al di fuori del consumo di gas possa essere attribuita anche al distaccato...quindi anche canone di manutenzione periodica o piccoli interventi sporadici.

 

Avrei bisogno di una conferma.

 

Grazie mille.

Gent. Amministratori,

 

volevo chiedere nel caso un condomino si distaccasse dall'impianto centralizzato di riscaldamento a quali spese dovrebbe concorrere?

 

Nell' art. 1118 si parla di conservazione dell'impianto. Ne deduco che qualsiasi spesa al di fuori del consumo di gas possa essere attribuita anche al distaccato...quindi anche canone di manutenzione periodica o piccoli interventi sporadici.

 

Avrei bisogno di una conferma.

 

Grazie mille.

Non solo. Oltre alle tue deduzioni potresti dover rimborsare anche il maggior consumo del gas se non dimostri che il tuo distacco non comporti un aggravio di spese gas agli altri condòmini a parità di utilizzo.

Non solo. Oltre alle tue deduzioni potresti dover rimborsare anche il maggior consumo del gas se non dimostri che il tuo distacco non comporti un aggravio di spese gas agli altri condòmini a parità di utilizzo.

 

Salve a tutti in base alla discussione, chiedo qualche delucidazione o vox populi.

Per dimostrare che il mio distacco, non comporti un aggravio di spese gas agli altri condòmini, “compreso il distacco fisico dei radiatori,” mi sono fatto redigere una relazione di un termotecnico, nella quale asserisce che il distacco, non comporta aggravio di ulteriore spese per i restanti utilizzatori.

Ovviamente ho partecipato alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto e fin qui tutto bene. Purtroppo nel consuntivo spese condominiali alla voce riscaldamento mi sono ritrovato, una percentuale indefinita di spesa, chiedendo all’amministratore da dove saltava fuori tale percentuale mi ha risposto che era per un indebito vantaggio di riscaldamento e che il 30% era il meglio che mi poteva fare e che mi andava anche bene.

A questo punto chiedo: chi può decidere della percentuale da addebitare e quali parametri si usano per definirla, tenendo conto che il locale non e’ un magazzino a piano terra privo di riscaldamento, ma bensì una pizzeria da asporto, di conseguenza con una produzione propria di calore, a questo punto mi chiedo, non è il condominio che ha un indebito vantaggio usufruendo del calore prodotto da me.

 

Grazie mille per l’attenzione ed eventuali risposte.

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×