Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Andrea Stimamiglio

Distacco da impianto centralizzato e ripartizione spese

Buongiorno a tutti, come faccio a imputare una spesa di riscaldamento se alcune unità immobiliari durante la prossima assemble aocndominiale mi chiederanno di staccarsi dall'impianto centralizzato?

 

non far partecipare un’unità immobiliare per una spesa straordinaria automaticamente da gestionale o devo eseguire i calcoli in Excel?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buongiorno a tutti, come faccio a imputare una spesa di riscaldamento se alcune unità immobiliari durante la prossima assemble aocndominiale mi chiederanno di staccarsi dall'impianto centralizzato?

 

non far partecipare un’unità immobiliare per una spesa straordinaria automaticamente da gestionale o devo eseguire i calcoli in Excel?

 

Grazie

Art. 1118 c.c.

Il condomino può rinunciare all'utilizzo dell'impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma.

I condòmini che si distaccano restano proprietari dell'impianto per cui partecipano ugualmente alla manutenzione straordinaria.

Se è più di uno a distaccarsi difficilmente non ci sarà aggravio di spesa per gli altri condòmini e quindi non potrebbero nemmeno distaccarsi, salvo accollarsi la spesa ulteriore degli altri condòmini

(Se oggi gli altri condòmini pagano 10 per riscaldarsi devono poter continuare a pagare 10 per le stesse ore di riscaldamento)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non devono chiedere autorizzazione è vero, ma devono dimostrare ( con tanto di perizia ) che non ci sia aggravio di spese e notevole squilibrio termico, ti posso assicurare che è praticamente impossibile fare una perizia del genere, in ogni caso costerebbe un sacco di soldi...

In risposta alla tua domanda non vedo problemi:

prima: spesa / 1000 + millesimi appartamento

dopo: ( esempio distaccati 98 millesimi ) spesa/902 * millesimi appartamento

Chiaramente questo vale solo per i consumi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

SE chiederanno nella prossima assemblea significa che non si sono ancora staccate. Giochi d' anticipo?

 

Il "distacco" è materia controversa e non si può dare una risposta certa senza avere tutti i dati/panorame della situazione.

 

Non è impossibile dimostrare (sono pur sempre conti.basta tenere in debita considerazione tutti i fattori) il non aggravio per gli altri condomini...ma dubito sia proprio vantaggioso per chi si stacca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

... non far partecipare un’unità immobiliare per una spesa straordinaria...

Grazie

Il distacco non esonera l'unità distaccata dalla spesa di manutenzione straordinaria se non con delibera unanime di 1000 millesimi.

In qualità di amministratore di TUTTI i condòmini (allacciati e distaccati) non puoi tacere ai condòmini ignoranti in materia il disposto dell'art. 1118 che tu, al contrario dei tuoi mandanti, sei OBBLIGATO a conoscere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Non devono chiedere autorizzazione è vero, ma devono dimostrare ( con tanto di perizia ) che non ci sia aggravio di spese e notevole squilibrio termico, ti posso assicurare che è praticamente impossibile fare una perizia del genere, in ogni caso costerebbe un sacco di soldi...

In risposta alla tua domanda non vedo problemi:

prima: spesa / 1000 + millesimi appartamento

dopo: ( esempio distaccati 98 millesimi ) spesa/902 * millesimi appartamento

Chiaramente questo vale solo per i consumi.

Spero infatti alla fine viga il buon senso ma se passasse volevo sapere già come sistemare il bilancio.

Allora mi è chiaro il calvcolo ma volevo sapere se posso farlo automaticamente da Riparto oppure se devo eseguirmi i calcoli separatamente (spero vivamente di no perchè su Excel ci predrerei un mucchio di tempo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Spero infatti alla fine viga il buon senso ma se passasse volevo sapere già come sistemare il bilancio.

Allora mi è chiaro il calvcolo ma volevo sapere se posso farlo automaticamente da Riparto oppure se devo eseguirmi i calcoli separatamente (spero vivamente di no perchè su Excel ci predrerei un mucchio di tempo)

Non so che gestionale usi ma la regola generale è quella di creare una nuova tabella millesimale X in cui è escluso chi è esente dalla spesa.

Ti basterà creare un nuovo capitolo o conto di spesa (che puoi chiamare "uso riscaldamento centralizzato")da ripartire con la tabella X.

 

I gestionali nascono proprio per non dover fare calcoli aggiuntivi (con excel). Forse devi approfondire le potenzialità di quello che usi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusa pensavo si fosse capito, quando dicevo "da Riparto" intendevo dal gestionale RipartoIG. Comunque ho trovato che dall’interno del conto effettivo utilizzando il “Dettaglio “ posso deselezionare le unità che non partecipano alla spesa e/o cambiare la percentuale di ripartizione tra proprietario e conduttore.

 

Quindi dovrei essere in grado di adeguarmi ad eventuali delibere in assemblea.

 

Non so che gestionale usi ma la regola generale è quella di creare una nuova tabella millesimale X in cui è escluso chi è esente dalla spesa.

Ti basterà creare un nuovo capitolo o conto di spesa (che puoi chiamare "uso riscaldamento centralizzato")da ripartire con la tabella X.

 

I gestionali nascono proprio per non dover fare calcoli aggiuntivi (con excel). Forse devi approfondire le potenzialità di quello che usi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Questa cosa è una gran cavolata. Se un tizio che ha ristrutturato casa cambiando infissi e facendo interventi per risparmio energetico paga 10 come quanto uno che non ha fatto alcun intervento, credo vi sia il diritto per il primo di proteggere il suo investimento. E' normale che se questi si distacchi il suo costo sarà meno di 10, se il secondo che ha una casa con infissi monovetro e spifferi pagherà 12 non è colpa del primo ma è colpa del fatto che i costi del suo appartamento venivano compensati dall'altro che aveva fatto investimenti che pagava di piu anche per i suoi consumi. Credo che il distacco debba essere un diritto per chi dimostra che da ciò può spendere meno di riscaldamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
...Credo che il distacco debba essere un diritto per chi dimostra che da ciò può spendere meno di riscaldamento...

E' facile dimostrare di poter spendere meno distaccandosi.

Per assurdo è sufficiente distaccarsi senza installare l'autonomo ma usare le coperte.

 

Se si vuole essere completamente autonomi bisogna vivere in una casa autonoma.

Quando si vive in condominio bisogna adeguarsi alle leggi che lo regolamentano.

Addirittura in Piemonte vige una legge regionale che vieta il distacco dal centralizzato sempre ed a prescindere.

http://www.anaci.piemonte.it/riforma/1537-riscaldamento/8091-in-piemonte-e-vietato-il-distacco-dal-riscaldamento.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il diritto è un conto....quanto stabilisce la Legge a volte un altro.

Vi sono comunque delle incongruenze in quanto affermano anche "presunti" esperti del campo.

 

Se in linea di principio è corretta l' esposizione riportata anche da Leonardo (se ti distacchi e non accendi ... sfrutti il riscaldamento fatto da altri) nulla ti impediscedi "sfruttare" (parzialmente) anche con un impianto Condominiale. Lasci le finestre accese....e gli altri pagano per i tuoi sprechi.

 

L' alternativa è quella di mantenere il Condominiale e installare dei misuratori di calore...ognuno paga per quanto consuma.

Resta l problema di stabilire delel metodiche corrette di calcolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Le norme come dici tu vanno verso il risparmio energetico. La certificazione energetica va allegata alle compravendite, ed è quello indice di consumo allo stesso modo di un elettrodomestico che compri al supermercato. Se l'impianto non mi permette di avere i consumi dichiarati mi sta danneggiando. Il distacco è previsto da una norma nazionale...ed io vivo a Milano. Il Piemonte è una regione piu civile della Lombardia, vi è obbligo di contabilizzazione, li sarei ben felice di essere centralizzato con contabilizzazione singola. In Lombardia cè la gabola della mancata sanzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Temo tu abbia un pò troppa fiducia nelle certificazioni e nei metodi di misurazione.

 

Le norme nazionali sono superate da quelle locali e nulla ci puoi fare.

 

Dire che il Piemonte sia più civile della Lombardia...beh...non ne vedo i presupposti.

 

Ps.

Sono super partes visto che stò in Veneto....e abolirei certi obblighi e/o restrizioni. Non capisco perchè si permetta la circolazione ad una Supersportiva da 5 con 1 litro...e si debba sottostare a certe norme per il risparmio energetico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Guarda io faccio il tecnico e rispetto le leggi, non è una questione di fiducia, la certificazione energetica è obbligatoria e la contabilizzazione è obbligatoria. Il punto è proprio questo, tu sapendo che un auto euro 5 non paga per entrare in centro a milano la compri, e poi arriva una legge che dice che chi è euro zero fa nulla non si deve adeguare e può ancora circolare. Ecco sta succedendo questo...io faccio investimenti importanti per poter avere un risparmio energetico e spendo quanto chi ha una casa vetusta a causa di un mancato rispetto di adozione di un sistema che conta quanto consumo io e quanto consumano altri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Guarda io faccio il tecnico e rispetto le leggi, non è una questione di fiducia, la certificazione energetica è obbligatoria e la contabilizzazione è obbligatoria. Il punto è proprio questo, tu sapendo che un auto euro 5 non paga per entrare in centro a milano la compri, e poi arriva una legge che dice che chi è euro zero fa nulla non si deve adeguare e può ancora circolare. Ecco sta succedendo questo...io faccio investimenti importanti per poter avere un risparmio energetico e spendo quanto chi ha una casa vetusta a causa di un mancato rispetto di adozione di un sistema che conta quanto consumo io e quanto consumano altri.

Ma se TUTTI i condòmini facessero gli stessi interventi di risparmio energetico cambiando infissi ed avendo la stessa classe di certificazione energetica e poi metà dei condòmini volesse distaccarsi dal centralizzato?

Tu pensi che non si creerebbero comunque notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Guarda io faccio il tecnico e rispetto le leggi, non è una questione di fiducia, la certificazione energetica è obbligatoria e la contabilizzazione è obbligatoria. Il punto è proprio questo, tu sapendo che un auto euro 5 non paga per entrare in centro a milano la compri, e poi arriva una legge che dice che chi è euro zero fa nulla non si deve adeguare e può ancora circolare. Ecco sta succedendo questo...io faccio investimenti importanti per poter avere un risparmio energetico e spendo quanto chi ha una casa vetusta a causa di un mancato rispetto di adozione di un sistema che conta quanto consumo io e quanto consumano altri.

E visto che sei un Tecnico...secondo te inquina di più una Lamborghini Gallardo Euro 5 ( per portare "a spasso" 2 persone) o una vecchia utilitaria (Fiat,Opel Euro etc) Euro 2 o precedenti (che di persone ne porta anche 5) ?

 

Sulle "regole" e ce ne sarebbero da dire per un verso e per l' altro...ma se hai accettato di vivere in una comunione (Condominio) ti adegui a quanto prevede la Legge (giusta o sbagliata).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve a tutti la domanda è questa: Se mi distacco e sono all'ultimo piano la dispersione verso superfice non riscaldata la prendo a mio carico ,se mi riscaldo dimostrandolo dai consumi della pompa di calore , non sottraggo calore al condominio. Aquesto punto devo anche pagare lo spreco degli altri o la bassa efficienza della caldaia ; si potrebbe immaginare un giudice che sentenzi " o riducete gli sprechi o veli pagate? " Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Riprendo il discorso iniziale.

Qualcuno sa dirmi quali si intendano per spese di conservazione e messa a norma della caldaia centralizzata?

Sono forse le spese di avviamento caldaia, contabilizzazione dei fumi che fa il tecnico ogni anno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Riprendo il discorso iniziale.

Qualcuno sa dirmi quali si intendano per spese di conservazione e messa a norma della caldaia centralizzata?

Sono forse le spese di avviamento caldaia, contabilizzazione dei fumi che fa il tecnico ogni anno?

Per tornare all' iniziale ..qualsiasi spesa inerente un impianto centralizzato và considerata lla stessa stregua: ripartizione fra tutti.

 

Non c'è distinzione fra avviamewnto, contabilizzazione (?? semmai verifica) fumi, conservazione o messa a norme.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Salve a tutti la domanda è questa: Se mi distacco e sono all'ultimo piano la dispersione verso superfice non riscaldata la prendo a mio carico ,se mi riscaldo dimostrandolo dai consumi della pompa di calore , non sottraggo calore al condominio. Aquesto punto devo anche pagare lo spreco degli altri o la bassa efficienza della caldaia ; si potrebbe immaginare un giudice che sentenzi " o riducete gli sprechi o veli pagate? " Grazie

NO. NOn puoi immaginare un simile Giudice. Hai acquistato a comproprietà anche degli sprechi e ora non puoi sottrartene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×