Vai al contenuto
aleerika89

Disdetta contratto non registrato e restituzione prima mensilità

Buongiorno a tutti, vi spiego brevemente la mia situazione: tramite Agenzia Immobiliare agli inizi di Marzo sono andato a visitare un appartamento in villa arredato. Al momento della visita, tale appartamento era abitato, quindi ho guardato i locali senza troppe insistenze e verifiche visto che gli chi occupava l'appartamento era presente ed non mi sembrava il caso di verificare ogni dettaglio (con il senno di poi grande errore).

Sabato 16, mentre il proprietario a seguito della mia richiesta di avere l'appartamento non arredato, smontava la cucina, l’inquilino sgomberava le sue cose e con la presenza dell’agente immobiliare, sono andato a conoscere il proprietario ed a consegnargli l’assegno per il primo affitto, datato 10 Giugno. Siccome è stato liberato il precedente inquilino con 2 mesi di anticipo, il proprietario voleva avere la sicurezza che io prendessi davvero la casa. L’assegno l’ho consegnato in presenza dell’agente immobiliare, il quale ha scritto un foglio a mano a testimonianza della consegna dello stesso, con la clausola che se avessi non avessi più voluto la casa avrei perso tale assegno.

Piccola parentesi, il precedente inquilino, entrato nella casa a Dicembre 2014, aveva l’accordo con il proprietario di effettuare dei lavori tipo la verniciatura delle persiane e della cancellata, con in cambio lo sconto sull’affitto. L’inquilino nel mese di gennaio ha dato il preavviso per la chiusura del contratto.

Sabato 30 avrei dovuto sottoscrivere il contratto di locazione e la casa avrei potuto abitarla dal giorno 10 Giugno. Venerdì 22 alle ore 19.30 sono andato in agenzia a ritirare le chiavi della casa, in modo da poter iniziare ad imbiancare. Mi sono recato subito in casa, oltre ai mobili del proprietario ed a quelli del precedente inquilino e al grande sporco, ho abbassato le zanzariere per far cambiare aria visto il cattivo odore. Ho notato le zanzariere tutte tagliate, le persiane che si sfogliavano, una delle quali neanche si chiude, oltre alla cancellata tutta da verniciare ed i sacchi del verde giacenti nell’area esterna, a quanto pare da diverse settimane. Ho chiamato immediatamente il proprietario e mandato un sms all’agente immobiliare, facendo presente lo stato impresentabile dell’immobile. Domenica 24 Maggio, il proprietario è venuto a prendere parte della cucina da portare via, ho fatto presente tutto e mi ha detto che se non fossi stato più interessato, l’assegno, siccome scritto anche in ciò che ho firmato, non me l’avrebbe dato indietro. Mi ha detto che comunque o avrebbe sistemato tutto lui o lo facevo io e poi l’avrebbe scalato dall’affitto. Fatto sta che per fare tutti questi lavori, oltre la tinteggiatura, io non ce la farei ad abitare la casa dal giorno 9 Giugno. Comunque il proprietario mi ha chiesto di non farsi prendere dalla fretta e pensarci se rinunciare alla casa.

Ieri mattina, sono andato in agenzia a riconsegnare le chiavi e anche l’agente è rimasto sorpreso da quanto fattogli notare, dicendo che il proprietario avrebbe dovuto rivalersi sul precedente inquilino, in quanto non ha fatto presente questi difetti ed ha anche ricevuto indietro la caparra. L’agente ha detto che avrebbe sentito il proprietario di casa, per farmi ridare almeno una parte dell’assegno. Ieri sera ho chiamato il proprietario facendogli notare che la casa non era in uno stato presentabile e lui mi ha fatto capire che per l’assegno mi posso arrangiare e se lo tiene.

Chiedo consiglio a Voi, non c’è nessun appiglio per dimostrare di aver ragione nel voler restituito una parte dei €450, visto lo stato dell’abitazione? La casa è stata vista 2 mesi prima ed essendo stata abitata durante tale periodo, è cambiata e parecchio. Teoricamente dovrebbe essere scontato che salvo indicazioni contrarie, una casa dovrebbe essere consegnata in ordine per essere abitata. Probabilmente sono stato leggero io a non controllare tutto in ogni minimo dettaglio.

Visto l’impeto con il quale ho scritto, spero di essere stato comunque chiaro.

 

Vi ringrazio in anticipo per la collaborazione.

Ma io penso che se il contratto non è ancora stato firmato, puoi benissimo richiedere indietro l'acconto. Questo foglio che diceva di avergli dato l'assegno ecc è stato firmato da entrambi? Cmq da parte sua il locatore deve consegnare la casa in buono stato di manutenzione. Poi deve mantenere la cosa locata in modo che il conduttore la possa utilizzare nel modo stabilito, eseguendo le riparazioni necessarie, tranne quelle di piccola manutenzione. Infine deve garantire il pacifico godimento della res, anche contro le molestie di diritto (per quelle di fatto il conduttore può anche agire da solo, e anche in via risarcitoria). Credo che quel foglio abbia pochi diritti. E tu hai cmq diritto ad avere una casa in buono stato. Io chiamerei il proprietario dicendogli che sei ancora interessato alla casa ma che tot e tot vanno sistemati.

Mi ha detto che comunque o avrebbe sistemato tutto lui o lo facevo io e poi l’avrebbe scalato dall’affitto. Fatto sta che per fare tutti questi lavori, oltre la tinteggiatura, io non ce la farei ad abitare la casa dal giorno 9 Giugno.

Mi sembra un buon compromesso. Poi non sò bene cosa c'è da sistemare perché se si tratta solo di zanzariere e cose così ti ci puoi trasferire nel frattempo, no? Se invece c'hai proprio ripensato bisogna vedere se c'ha in mano qualcosa di firmato. Perché al massimo gli blocchi l'assegno e ciao.

Si quel foglio è stato firmato da entrambi con l'agente come testimone. Su quel foglio vi era scritto che in caso di ripensamento, non mi sarebbe stato restituito.

Tutto l'insieme di cose ci ha fatto ripensare, proprietario compreso. Gli avevo chiesto se accettava la fideiussione come cauzione e ha fatto storie, richiedendone poi una con specifica dicitura. Da come si faceva desiderare sembrava dovesse darmi la reggia di Versailles, invece uno schifo.

Nel frattempo oltre persiane, zanzariere e cancellata da sistemare, ci sono anche i muri neri (umidità) e considerand che a Novembre nascerà mio figlio.....

Se gli bloccassi l'assegno, che tra le altre cose è post-datato (10 Giugno) cosa potrebbe succedermi?

Grazieeee

Perché al massimo gli blocchi l'assegno e ciao. Non credo che sia tanto facile bloccare un assegno.

Perché al massimo gli blocchi l'assegno e ciao. Non credo che sia tanto facile bloccare un assegno.

Infatti. Si caccerebbe in guai ancora maggiori del perdere i 450 Euro dell'assegno.

L'errore è stato quello di dare in caparra l'assegno (il fatto di aver firmato un documento in cui si dichiara di perdere quanto versato in caso di ripensamento fa pensare proprio a una caparra confirmatoria) senza una minima descrizione di come doveva essere consegnato l'immobile.

Non si fa una proposta di locazione firmando un foglietto scritto a mano così su due piedi senza mettere nero su bianco anche le condizioni in cui si riceverà l'immobile e i termini del contratto.

Grazie a tutti per la partecipazione...comunque la proposta di locazione è stata fatta in agenzia e accettata dal proprietario, il foglietto scritto è quello in cui il proprietario dichiara di averlo ricevuto.

comunque la proposta di locazione è stata fatta in agenzia e accettata dal proprietario, il foglietto scritto è quello in cui il proprietario dichiara di averlo ricevuto.

Allora devi leggere attentamente quanto firmato e trovare qualcosa cui aggraparti per poter riavere la caparra. Stato immobile, termine consegna etc etc.

Torno ancora alla carica, premetto che non ho ancora ricevuto dall'agente immobiliare tutti i fogli che ho firmato (dovrebbe mandarmeli entro sera), però a memoria, non vi è scritto niente sullo stato dell'immobile, quindi a cosa potrei attaccarmi per riavere indietro l'assegno nonostante ci fosse scritto che se cambiavo idea non l'avrei più avuto indietro? non ditemi al tram...😂

Finalmente ho ricevuto i fogli che ho firmato. Nel foglio di consegna chiavi, c'è la voce che fa riferminto ad un mio eventuale rifiuto, per il quale perderei il mese anticipato già versato mezzo assegno.

Ho notato che vi è presente solo la mia firma e non quella del proprietario di casa. La mancanza della firma può aiutarmi ad avere indietro l'assegno?

Finalmente ho ricevuto i fogli che ho firmato. Nel foglio di consegna chiavi, c'è la voce che fa riferminto ad un mio eventuale rifiuto, per il quale perderei il mese anticipato già versato mezzo assegno.

Ho notato che vi è presente solo la mia firma e non quella del proprietario di casa. La mancanza della firma può aiutarmi ad avere indietro l'assegno?

 

Importante è che Tu hai firmato (accettando così quella clausola ) La firma o meno del proprietario non ha nessuna importanza.

×