Vai al contenuto
rita74

Diritti inquilino - è vero che posso rifiutarmi di pagare la maggiorazione delle spese di riscaldamento approvate

sono conduttore dal 2005 di un contratto 4+4. Ho sempre pagato l'affitto e le spese condominiali nonostante il mio proprietario di casa non mi abbia mai fornito, nonostante le mie continue richieste (fino a luglio sempre verbali) né i verbali delle assemblee condominiali né tanto meno i riparti delle spese e le tabelle da cui controllare la correttezza delle spese richieste a titolo di conguaglio. Mi ha sempre fornito il dettaglio delle maggiori spese sostenute relative al riscaldamento, ascensore, acqua e pulizia su un semplice foglio scritto di suo pugno.

 

A luglio 2012 dopo l'ennesima richiesta avanzata dal proprietario in modo "scorretto" e nella cui richiesta mi veniva richiesta anche una somma a titolo di adeguamento ISTAT (somma risultata poi superiore rispetto ad una verifica effettuata sul web), mi sono deciso, forse tardi, a capire bene quali fossero i miei diritti. Mi sono così informato ed ho appreso che in qualità di inquilino avrei dovuto essere convocato alle assemblee condominiali ordinarie ed avrei addirittura dovuto e potuto votare sui punti previsti dall'art 10 della L.392/78. Ai sensi dell'art. 9 della stessa legge il proprietario era tenuto a fornirmi l'indicazione specifica delle spese, i criteri di ripartizione nonché permettermi di prendere visione dei documenti giustificativi delle stesse spese.

 

Non solo, se ho capito bene avrei dovuto ricevere convocazione anche per quelle assemblee aventi per oggetto punti su cui non avrei potuto votare ma comunque sarei potuto intervenire.

 

Ho quindi mandato una raccomandata al proprietario chiedendo tutto: le copie dei verbali ed i giustificativi delle spese nonché il riparto delle stesse da cui si evince la quota spettante al conduttore. Infine ho chiesto delucidazioni sul perché non mi abbia mai informato circa le assemblee.

 

Queste le mie domande:

 

1) essendosi tenuta nel mese di ottobre un ulteriore assemblea di cui non ho avuto convocazione e di cui non ero a conoscenza, avendo il proprietario inadempiuto al dovere di informarmi, è vero che posso rifiutarmi di pagare la maggiorazione delle spese di riscaldamento approvate in tale assemblea?

2) posso rifiutarmi di pagare anche le altre maggiorazioni deliberate anche se non avrei potuto votare in virtù del fatto che mi abbia impedito di partecipare?

3) se dai dettagli dovessi riscontrare delle scorrettezza posso richiedere la restituzione di tutto essendo io stato in buona fede?

 

Grazie infinite

 

rita

premetto che per quanto riguarda la partecipazione alle assemblee da parte delgi inquilini sono totalmente ignorante in materia; posso aggiungere che per quanto riguarda l'adeguamento istat, se hai notato che la somma richiesta è superiore a quella che gli devi esponi al tuo proprietario il calcolo errato e paghi la cifra esatta. Comunque dipende da quello che c'è scritto sul contratto da te firmato (l'indice istat di riferimento è quello dello stesso mese dell'inizio del contratto o uno/due mesi prima?).

Anche per le spese dipende da quello che c'è scritto a contratto: devi dare una quota fissa senza consuntivo oppure dai un anticipo e poi a fine anno si fa il calcolo delle somme da te versata e quelle consumate?

 

Mi sembra che il conduttore possa partecipare alle assemblee di condominio. però una cosa è seguirle ed un altra è seguirle ed avere diritto al voto. Cosa che credo spetti al proprietario vero e proprio... (almeno credo)

Saresti potuto intervenire come dici tu.. ma se non puoi votare non hai potere decisionale... ma solo "verbale" ... praticamente puoi dire tutto quello che vuoi.. ma se non puoi votare non credo valga molto...

Scritto da rita74 il 20 Nov 2012 - 13:37:10:

1) essendosi tenuta nel mese di ottobre un ulteriore assemblea di cui non ho avuto convocazione e di cui non ero a conoscenza, avendo il proprietario inadempiuto al dovere di informarmi, è vero che posso rifiutarmi di pagare la maggiorazione delle spese di riscaldamento approvate in tale assemblea?

2) posso rifiutarmi di pagare anche le altre maggiorazioni deliberate anche se non avrei potuto votare in virtù del fatto che mi abbia impedito di partecipare?

3) se dai dettagli dovessi riscontrare delle scorrettezza posso richiedere la restituzione di tutto essendo io stato in buona fede? [...]

1) No, devi pagare. Per esercitare il tuo diritto sancito all'art 10 392 /78 attualmente valido se non derogato da contratto, devi farne richiesta ufficiale (raccomandata AR) al locatore. L'amministratore non può inviare direttamente a te l'invito . E' il locatore che a seguito della tua richiesta deve girarti l'invito all'assemblea e in tal assemblea hai diritto di voto al posto suo per il riscaldamento.

2)anche in tal caso devi pagare. Puoi partecipare durante l'assemblea alla gestione ordinaria dei servizi (art 10) ma senza diritto di voto. Anche in tal caso l'invito deve esserti girato a seguito di tua richiesta ufficiale.

3) SI. dal momento in cui il tuo locatore ti invia la richiesta d pagamento hai 60 giorni di tempo per richiedere i dettagli di tali spese prima di pagare (art 9 392/78). Se non richiedi il dettaglio (sempre in modo ufficiale via raccomandata AR in modo da interrompere i conteggio dei 60 giorni in modo provabile) devi pagare entro 60 giorni:

Prima di effettuare il pagamento il conduttore ha diritto di ottenere l'indicazione specifica delle spese di cui ai commi precedenti con la menzione dei criteri di ripartizione. Il conduttore ha inoltre diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese effettuate.

×