Vai al contenuto
gpparchi

Diritti e doveri del Direttore dei Lavori

Salve, sono un tecnico e sono stato nominato direttore dei lavori in un condominio e ho partecipato, su richiesta dell'amministratore, a tutte le assemblee aventi all'ordine del giorno argomenti correlati al mio incarico e ho firmato i verbali di assemblea. Alcuni condomini hanno chiesto dei chiarimenti in ordine ad alcune lavorazioni e io, per rispondere, ho necessità di visionare e avere copia dei verbali che ho sottoscritto. L'amministratore, su richiesta degli stessi condomini, si rifiuta di rilasciarmi le copie dei verbali. Vorrei sapere se ho diritto o meno di avere tali copie. Vorrei sapere anche se la mia partecipazione a tutte le riunioni fa parte dell'incarico o se é una prestazione aggiuntiva. Grazie anticipatamente per le risposte.

Ciao, intanto bisognerebbe capire cosa comporta la tua nomina e perchè la partecipazione alle assemblee condominiali. La tua interfccia è l'Amministratore e nella sottoscrizione della tua nomina, penso abbiate inserito la possibilità di avere documentazione inerente i tuoi compiti.

A mio parere se non ti da nulla, e questa visione necessita per il tuo incarico, ti trovi nella condizione di non poter assolvere il compito nassegnato; mentre se il tuo incarico non ha necessità di vedere o richiedere i verbali, allora non capisco perchè sei stato invitato ed hai partecipato; inoltre non avresti dovuto firmare nessun documento, perchè tu non sei componente dell'assemblea.

Spero esserti stato d'aiuto.

Ciao, intanto bisognerebbe capire cosa comporta la tua nomina e perchè la partecipazione alle assemblee condominiali. La tua interfccia è l'Amministratore e nella sottoscrizione della tua nomina, penso abbiate inserito la possibilità di avere documentazione inerente i tuoi compiti.

A mio parere se non ti da nulla, e questa visione necessita per il tuo incarico, ti trovi nella condizione di non poter assolvere il compito nassegnato; mentre se il tuo incarico non ha necessità di vedere o richiedere i verbali, allora non capisco perchè sei stato invitato ed hai partecipato; inoltre non avresti dovuto firmare nessun documento, perchè tu non sei componente dell'assemblea.

Spero esserti stato d'aiuto.

In primis grazie per l'interessamento e per la solerte risposta! 😉

dato che le riunioni vertono sempre sulla presunta non comprensione da parte degli stessi condomini degli stati di avanzamento dei lavori, dei libretti delle misure e delle perizie di variante. Il problema è che poi, invece di farmi spiegare, finiscono sempre per gridare e litigare tra di loro o con me...... a questo punto, dato che ho firmato, non ho diritto ad avere una copia dei documenti che ho sottoscritto, alcuni con riserva?

Intanto di che tipo di lavori si tratta ? ....potresti chiarirlo!

Dato che parli di "stati di avanzamento" e di "libretti delle misure e delle perizie di variante", presunto che tali lavori (qualunque essi siano) si stanno realizzando in virtù di un progetto, e considerato che parli di misurazioni ergo che sia stato redatto anche relativo computo metrico ecc. ecc. relativo alle opere di progetto.

Quando hai accettato l'incarico come DL tali documenti non ti sono stati forniti ? .....altrimenti come espleti i tuoi COMPITI di DL ?

 

Per gli "stati di avanzamento" e "libretti delle misure e delle perizie di variante" essendo tu il DL sono documenti che sono stai redatti da te medesimo e portati in assemblea......perché dovresti chiedere COPIA delle delibere che trattano o approvano tali documenti che sono GIA in tuo possesso ???????

 

In merito alla tua sottoscrizione delle delibere non vedo a che titolo tu abbia firmato, e tali firme quale valenza assumono in sede di approvazione delle stesse deliberei di competenza dell'assemblea.

 

La tua presenza se occasionale lo farai come mero atto di cortesia, se invece è più che occasionale (costante) alla credo che potrai agire come dici, chiedendo un supplemento di onorario. Magari con tale richiesta gli passerà la "voglia" della tua presenza.

In primis grazie per l'interessamento e per la solerte risposta! ... La mia partecipazione alle riunioni è stata sempre espressamente richiesta dall'amministratore ... Mi chiedo, a questo punto, se per le future riunioni, che durano dalle 3 alle 4 ore, io non debba chiedere un supplemento di parcella, dato che le riunioni vertono sempre sulla presunta non comprensione da parte degli stessi condomini degli stati di avanzamento dei lavori, dei libretti delle misure e delle perizie di variante. Il problema è che poi, invece di farmi spiegare, finiscono sempre per gridare e litigare tra di loro o con me ... a questo punto, dato che ho firmato, non ho diritto ad avere una copia dei documenti che ho sottoscritto, alcuni con riserva? Grazie ancora per i consigli!

Come avevo presupposto il tuo è più un intervento di cortesia, come giustamente dice anche @marcanto, più che un dovere professionale. Però una domanda me la pongo ... perchè mai i condomini litigano per gli stati di avanzamento, se i lavori non sono ancora iniziati ... e come mai non parli di preventivo lavori e liti tra condomini sulle opere e scelta dell'impresa?...

In ogni caso, la tua non è una competenza obbligatoria, se vuoi i documenti firmati li puoi richiedere con raccomandata AR o con PEC, motivando la richiesta e non può dirti di no, ma attento, devono essere motivati ... e se poi non li da lo stesso, allora qualche domanda sulla diffidenza nei tuoi confronti me la porrei ...

Infine condividendo con lo stesso @marcanto se ti invitano, chiedi compenso straordinario per vacazione e vedrai la risposta ... sono certo che non si farà attendere ...🙂

E' il buon senso più che una norma a disciplinare i rapporti professionali.

E' il buon senso e il rapporto che si crea con il committente a scrivere e anche a riscrivere o descrivere "in corso d'opera" i diritti e i doveri.

Per me è scontato che la direzione lavori partecipi alle assemblee; come è prevedibile che nel momento in cui tu direttore lavori presenti una tua candidatura e offerta per una ristrutturazione di un fabbricato, che ti potresti incontrare con condomini che hanno atteggiamenti non proprio collaborativi, ma anche con persone che hanno dubbi seri e veri, e che vanno soddisfatti.

E' sempre questione di equilibrio e di esperienza, ma come puoi pensare di fare una direzione lavori e non partecipare alle assemblee?

Io al direttore lavori, sia quando l'ho chiamato come amministratore che come condomino ho chiesto anche di parametrare i prezzi delle offerte,e la presenza in cantiere almeno tre volte a settimana. E ti parlo di Roma, dove se ti muovi per un incarico perdi una mattina.

Buongiorno,

riguardo i diritti/doveri del D.L. avrei una domanda dal punto di vista dei condomini. Il D.L. è tenuto a rispondere ad eventuali richieste di informazioni da parte del singolo condomino (ad esempio via mail o telefonica) o eventuali richieste devono passare per il tramite dell'amministratore?

 

Saluti

×