Vai al contenuto
ChannelMaster

Direttore lavori e della sicurezza in opere di manutenzione ordinaria

Salve a tutti,

mi interessava sapere se un direttore dei lavori e anche della sicurezza, avendo fatto il capitolato per dei lavori di ristrutturazione ordinaria (rifacimento facciata e balconi) possa imporre l'uso dei ponteggi all'assemblea che invece vorrebbe usare l'alpinismo industriale.

Può?

Salve a tutti,

mi interessava sapere se un direttore dei lavori e anche della sicurezza, avendo fatto il capitolato per dei lavori di ristrutturazione ordinaria (rifacimento facciata e balconi) possa imporre l'uso dei ponteggi all'assemblea che invece vorrebbe usare l'alpinismo industriale.

Può?

A parte che sono lavori di manutenzione straordinaria quelli che citi ( ti toccano pure le detrazioni fiscali) direi proprio che il classico ponteggio è decisamente meglio. A meno di non dover ristrutturare qualche facciata particolare...

Io ho utilizzati l'alpinismo industriale, ma ho messo in sicurezza un costone roccioso non una facciata.

L'architetto che ha redatto il capitolato ha scritto su di esso: "manutenzione ordinaria" e non straordinaria.

Sono detraibili anche le spese di manutenzione ordinaria.

quelli indicati alle lettere a), b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001 (manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia), effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali

 

- - - Aggiornato - - -

 

Mi spiegheresti perché è meglio il ponteggio?

L'alpinismo industriale abbatte i costi del ponteggio e dell'occupazione di suolo pubblico...

OPERE DI MANUTENZIONE ORDINARIA NON SOGGETTE A TITOLO EDILIZIO

Nota: in alcuni casi, pur non necessitando di alcun titolo abilitativo, la consistenza o le modalità dell’intervento possono richiedere l’ausilio di un professionista abilitato per l’espletamento di particolari procedure tecnico-amministrative riguardanti la sicurezza durante l’esecuzione dei lavori o l’ottenimento di Nulla Osta da parte di Enti preposti al controllo di alcuni vincoli di natura tecnica o ambientale.

Per tanto è sempre consigliabile informarsi preventivamente presso gli uffici tecnici del comune di riferimento o domandare chiarimenti ad un professionista abilitato.

 

Lavori alle facciate

 

· rifacimento della tinteggiatura senza cambio di colore;

 

· riparazione o rifacimento degli elementi decorativi con le stesse caratteristiche;

 

· riparazione o rifacimento parziale dell’intonaco;

 

· riparazione o sostituzione degli infissi con le stesse caratteristiche degli esistenti;

 

· riparazione o sostituzione di cancelli, inferriate e ringhiere con le stesse caratteristiche degli elementi esistenti;

 

· riparazione o sostituzione di griglie o botole;

 

· realizzazione di coibentazioni e rivestimenti a cappotto esterno a bassissimo spessore;

 

· realizzazione di nicchie e sportelli per la protezione di impianti e contatori;

 

· realizzazione di manufatti per la protezione di impianti e contatori di piccole dimensioni;

 

· riparazione o sostituzione di canne fumarie con altre di medesime caratteristiche e dimensioni;

 

· riparazione o rifacimento delle pavimentazioni di terrazze e balconi;

 

· riparazione o sostituzione dei sistemi di coibentazione e impermeabilizzazione di coperture piane, terrazze e balconi;

 

· riparazione o rifacimento degli elementi di finitura di terrazze e balconi, compreso la posa in opera di fioriere ornamentali;

 

· riparazione o sostituzione di tende parasole, mantenendo le caratteristiche preesistenti;

 

· installazione di zanzariere.

Tu parli genericamente di :

(rifacimento facciata e balconi)

a prescindere dalla esatta individuazione di manutenzione ordinaria o straordinaria, ritengo logico e tecnicamente esatto lavorare con l'ausilio dei ponteggi per operare in sicurezza e a regola d'arte.

Quando ho operato con gli scalatori, mi sono calato anche io nel costone roccioso e tenermi in equilibrio solo con le gambe per fare le foto agli interventi da contabilizzare è stata una bella esperienza, ma in una facciata dove devi operare con cazzuola e piccozza mentre sotto, in strada, lo spazio pubblico lo devi garantire in ogni caso sicuro non la vedo proprio la soluzione che proponi.

Sulla domanda la risposta non può che essere per motivi di sicurezza, e praticità o ottimizzazione operativa...... come è stato già anticipato.

 

Dove per sicurezza si deve intendere sia quella degli operatori sia dell'area circostante.

E poi più opportunamente il ponteggio risponde, senza ombra di dubbio, a quanto la norma di settore disciplina in materia di sicurezza sul lavoro

 

Detto questo dipende molto, anche, dall'entità dei lavori e di certo con l'indicazione (rifacimento facciata e balconi) non si chiarisce opportunamente

×