Vai al contenuto
tosatto

Dire la verita'--si puo'fare ?

Non so se siete d'accordo con me..ma viviamo in un mondo in cui..davvero poter dire la verita'sembra un lusso costoso: cosi vorrei chiedere se incorro in qlk guaio. Ho problemi con un muro (di confine) sgretolato da sopra a sotto. Dovrei quindi parlare almeno con il vicino di sopra..il quale tergiversa. ho chiamato i vigili..che hanno dato inagibilita'della stanza.. Ora sono in fase di conciliazione...ma so che le cose da come mi dicono potrebbero protrarsi..un tempo lunghissimo. io abito nella mia casa.mentre il di sopra e' affittato (quindi fonte di reddito..lui non ci vive) da quello che capisco a volte per risolvere i problemi occorre agire...di astuzia. Cioe'...se io facessi sapere..in modo indiretto agli inquilini del piano di sopra che stanno camminando su una..polveriera..un muro che potrebbe cedere..e che per inerzia. menefreghismo e diciamolo pure ignoranza...(oppure puro egoismo..il proprietario vuole solo incassare) loro stanno rischiando...incorro in qlk reato ? io..saro'libera di parlare sul mio pianerottolo magari con una amica al telefono lamentandomi della mia situazione che non trova soluzione ? e se questi vicini/inquilini dovessero raccogliere il messaggio...e lamentarsi con il proprietario...magari anche andarsene (magari)..questo proprietario vedrebbe mancarsi il guadagno..allora si che diventerebbe sensibile...

Voi che dite..? Potro' permettermi di....dire la verita? Mi sembra retorica questa domanda..ma si vive in un mondo talmente stravolto..che una risposta scontata..diventa invece per me..dubbiosa....voi che suggerite ? anche altre soluzioni....qlk di voi ha gia' vissuto una cosa del genere ? grazie

L’inagibilità conclamata di una stanza a causa di un muro pericolante è di per sè molto grave ed è piuttosto strano che la stessa sorte non sia toccata a coloro che condividono quel muro ... e quello stesso potenziale pericolo. Fossi in te invierei una lettera raccomandata di diffida, allegando anche il verbale dei VVFF per sensibilizzare il proprietario dei locali attigui. Non potrai obbligarlo ad aprire il portafoglio ma avrai la prova di averlo avvisato. Un ulteriore passo potrebbe essere quello di affidare ad un CTP il rilievo del pericolo e magari associare un 700 cpc (ci vuole un legale) ovvero un ricorso d’urgenza, unitamente ad una diffida ad adempiere, che necessita di una “urgenza indifferibile” che mi sembra calzi a pennello con quanto riportato. Occorrerà qualche mese, ma forse sbloccherà la situazione prima di quanto tu creda.

×