Vai al contenuto
stakkio

Dimissioni irrevocabili ed assemblea

Salve, vorrei porre una domanda:

il nostro amministratore condominiale in data 22/01/15 affiggeva nel portone lìuna sua comunicazione con la quale comunicava le sue irrevocabili dimissioni da amministratore di condominio per altriimpegni lavorativi e per problemi di compatibilita con alcuni acondomini. Invitava altresì i sigg.ri condomini a munirsi di preventivi per la designazione del nuovo amministratore nell'assemblea di chiusira anno che si sarebbe tenuta entro 15 gg a aprtire da quella comuniucazione (entro il 6 febbraio).

Bene ad oggi 16/2/2015 ancora nessuna comunicazione di convocazione assemblea è pervenuta.

Come dobbiamo comportarci?

 

I condomini non aspettavano altro.....in quanto non li volevamo riaffidare l'incarico, ma ci ha anticipato con le sue dimissioni irrevocabili....ma non convoca ancora l'assemblea.

 

il suo mandato annuale scadeva il 31 gennaio 2015.....lo dobbiamo pagare anche per il mese di febbraio anche se il ritardo è imputabile a lui?

Può in sede di assemblea ritirare le sue dimissioni irrevocabili?

 

Dobbiamo fargli un sollecito?

 

Grazie.

Non importa che l'amministratore presenti ritiri rimandi le sue dimessioni irrevocabili.

Importa solo che all'effettuazione dell'assemblea voi prima lo revocate e subito dopo nominate il nuovo amministratore.

E se tarda la convocazione dell'assemblea potete richiederla voi stessi a norma dell'art 66 Dacc;

 

- L'assemblea, .... può essere convocata in via straordinaria dall'amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

...

Scusate, mi inserisco con un OT parziale.

In una situazione simile a quella di stakkio, i condomini alla fine sono riusciti a far convocare l'assemblea che si terrà il 22 c.m.

Io ho intenzione di presentare un preventivo, sono alla prima gestione condominiale, ho frequentato comunque un corso, ma ho un dubbio e vorrei un piccolo aiuto da parte vostra.

Il 22 c.m. l'assemblea approverà il consuntivo, se dovessero scegliermi come amministratore dovrò convocare -dopo il passaggio di consegne e tutti gli adempimenti- l'assemblea per l'approvazione del preventivo, ma ciò, presumibilmente, accadrà nel mese di marzo. Mi chiedo, il periodo di gestione sarà comunque quello 1-2015 - 12/2015, sebbene il preventivo venga approvato a marzo? E' normale che si approvi un preventivo ad esercizio in corso? Io credo di si perchè comunque per legge l'amministratore deve fare approvare il consuntivo entro 180 giorni dalla fine dell'esercizio, ma queste discrasie temporali mi "destabilizzano".

So che la domanda è forse "stupida", ma sono davvero alle prime armi e la teoria è ben differente dalla pratica.

Grazie a chi vorrà dipanare questo mio dubbio.

×