Vai al contenuto
Emme Elle

Dimissioni del direttore dei lavori. Serve nuova assemblea?

L'assemblea ha approvato la spesa per dei lavori straordinari abbastanza consistenti. Il direttore dei lavori, specificamente nominato in assemblea e che ha redatto il capitolato, dopo varie critiche ricevute da alcuni consiglieri intervenuti in una riunione per definire le modalità operative ha minacciato di dare le dimissioni. Nel caso desse corso a queste dimissioni si dovrà rifare una assemblea straordinaria per una nuova nomina ovvero l'amministratore potrà sostituirlo con altro proposto dai consiglieri?

Grazie per i consigli.

Se l'amministratore lo sostituirà senza indire assemblea sarà sicuramente messo in croce, gli sconsiglio di farlo, spassionatamente: assemblea

Ringrazio Alfonso. Sono anche io di questo parere, ma vi sono 5 consiglieri che sembrano sapere tutto loro e che sostengono : "l'assemblea siamo noi". E' proprio per questo atteggiamento che il Direttore dei lavori ha minacciato le dimissioni. Se accade rifaremo l'assemblea ma molto probabilmente non si concluderà nulla perchè sarà difficilissimo raggiungere il 50% dei condomini. Come sempre molti nelle seconde case si disinteressano perchè abitano lontano o perchè stranieri. Ed allora cosa succede? O non si fanno i lavori o si va avanti con un tecnico non nominato dall' assemblea.

I consiglieri valgono quanto il due di coppe quando a briscola regna bastoni....................non vale la pena rischiare tanto, meglio tirarsi fuori ed "alzare le mani": mi dispiace io non ho questi poteri!

×