Vai al contenuto
carmine campanile

Dimissioni amministratore - e' possibile rigettare le dimissioni?

il ns.Amm.re amministra una miriade di condomini. Il nostro (composto da nove palazzine per un totale di 108 appartamenti) al momento è interessato da lavori di straordinaria manutenzione e vive una situazione alquanto ingarbugliata. Ha convocata una assemblea condominiale, dove oltre al bilancio, all'ordine del giorno ha messo anche le sue irrevocabili dimissioni (per motivi di salute). alcuni di noi intenderebbero rigettare le dimissioni fino alla soluzione del problema lavori. Su specifica richiesta del sottoscritto, ha risposto che ha proceduto e procederà con le dismissioni di altri condomini e che il nostro per difficoltà oggettive è al primo posto.

E' possibile rigettare le dimissioni? C'è qualche art. di legge che può obbligarlo a rimanere fino alla soluzione del problema lavori? Tenendo conto che i suoi problemi di salute comunque non gli impediranno di amministrare altri, diversi, condomini?

Grazie

Carmine Campanile

Il Condominio può non accettare le dimissioni e di conseguenza non nominare un altro amministratore, e pertanto l'attuale rimarrebbe in carica fino alla nomina del nuovo, che potrebbe coincidere con la fine dei lavori.

Ma vi conviene? A mio parere no... se vuole andare via, perché non lasciarlo andare?

Rimango a Tua disposizione

Lui darà le dimissioni e continuerà in prorogatio fino alla nomina di un nuovo amministratore.

Non potete costringerlo a rimanere, porterà i libri in tribunale.

Si di fatti potrebbe richiedere la nomina di un amministratore al Tribunale, che ricordiamo ha gli stessi ed identici poteri di un amministratore nominato dall'Assemblea.

Quindi evitate questa strada, cercate e nominate voi un nuovo amministratore...

Posso sapere in che zona di Napoli si trova il Condominio?

×