Vai al contenuto
Davide82

Dimissioni amministratore e nomina nuovo amministratore - no una maggioranza o è una semplice comunicazione dell'amministratore?

Buongiorno, a breve nel mio condominio ci sarà l'assembla condominiale con questi due punti all'ordine del giorno:

 

1- approvazione consuntivo di spesa 2015-2016.

2- dimissioni amministratore.

 

Non è indicato varie ed eventuali.

 

Il mio quesito riguarda le dimissioni, sono da approvare in assemblea e richiedono una maggioranza o è una semplice comunicazione dell'amministratore? Nel caso in cui fossero da votare e la maggioranza le respinge l'amministratore viene automaitcamente rinnovato o avrebbe comunque dovuto inserire nell'ordine del giorno "nomina del nuovo amministratore"?

 

Io spero che debbano essere accettate per poterlo cambiare senza problemi considerando che ho trovato parecchi errori nel consuntivo di spesa.

Le dimissioni dell'amministratore devono essere seguite dalla nomina di un successore, e non è l'assemblea che decide o accetta le dimissioni, è l'amministratore che le rassegna, e anche se respinte dall'assemblea l'amministratore avrebbe la facotà di adire al Giudice per la nomina di un successore, per questi motivi l'amministratore si è dimenticato di inserire all'OdG "nomina amministratore".

La sua dimenticanza può essere interpretata in diversi modi, p.es.

1. non vuole abbandonare il suo posto e desidera sensibilizzare i condomini per qualche oscuro motivo

2. nel caso l'assemblea nomini un successore anche se non all'OdG, questo amministratore potrebbe eccepire che l'argomento "nomina" non è all'OdG e la nomina sarebbe irregolare, facendo così in modo da rimanere lui in carica quantomeno in proroga

 

Fossi in voi condomini cercherei subito un altro amministratore e lo nominerei in questa assemblea, però la nomina sarà annullabile su ricorso p.es. da qualche condomino afezionados di questo che vorrebbe dimettesi (ma secondo me non ha nessuna intenzione)

Anche per me non ha nessuna intenzione di dimettersi ma solo di farsi dire quanto è bravo dagli afezionados. Purtroppo in questa assemblea non avremo la maggioranza per nominarne un'altro perchè l'attuale ha creato una divisione tra i condomini.

 

In sintesi lui pò restare solo in proroga fino alla nomina del nuovo amministratore nel caso revocasse le dimissioni e la sua rinomina effettiva non può essere fatta in questa assemblea, e se la fanno è impugnabile perchè non presente nell'ordine del giorno. Corretto?

Anche per me non ha nessuna intenzione di dimettersi ma solo di farsi dire quanto è bravo dagli afezionados. Purtroppo in questa assemblea non avremo la maggioranza per nominarne un'altro perchè l'attuale ha creato una divisione tra i condomini.

 

In sintesi lui pò restare solo in proroga fino alla nomina del nuovo amministratore nel caso revocasse le dimissioni e la sua rinomina effettiva non può essere fatta in questa assemblea, e se la fanno è impugnabile perchè non presente nell'ordine del giorno. Corretto?

Si infatti, non essendo all'OdG "nomina" chi ha l'interesse potrebbe impugnare un eventuale nomina.

In caso non si proceda alla forzatura di una nuova nomina, comunque l'amministratore dimissionario rimarrà in carica e non dovrà fare nulla neppure ritirare le dimissioni, questo perchè lui avrebbe la facoltà di adire al Giudice come dimissionario, ma se non lo farà rimarrà in carica sino a nomina di un altro amministratore da parte dell'assemblea o da parte del Giudice per gravi motivi e su ricorso.

... In sintesi lui può restare solo in proroga fino alla nomina del nuovo amministratore nel caso revocasse le dimissioni e la sua rinomina effettiva non può essere fatta in questa assemblea, e se la fanno è impugnabile perchè non presente nell'ordine del giorno. Corretto?

In sintesi, se l'assemblea non riesce a nominare un amministratore, il vecchio resterà inamovibile, sia che resti in prorogatio, sia che si intenda riconfermato, salvo che lo stesso amministratore non intenda dimettersi IRREVOCABILMENTE ricorrendo all'Autorità Giudiziaria.

 

Che ci sia all'ordine del giorno la nuova nomina o non ci sia, è irrilevante se non avete la maggioranza di almeno 500 millesimi per nominarne uno nuovo.

Se avete la maggioranza di almeno 500 millesimi, in qualsiasi momento potete chiedere una nuova assemblea con all'ordine del giorno "nomina amministratore".

Se non avete questa maggioranza, è inutile sollevare qualsiasi problema; la minoranza potrà solo esternare la mancanza di fiducia ma non otterrà alcunchè.

Ma se rimane in carica senza neanche approvare un bilancio di previsione, come dovrà essere pattuito il suo compenso?

Ma se rimane in carica senza neanche approvare un bilancio di previsione, come dovrà essere pattuito il suo compenso?
Se il compenso non viene dichiarato analiticamente la carica sarà nulla, ma sarà necessario adire al Giudice che stabilirà la nullità e probabilmente nominerà un amministratore giudiziale;

 

cc art 1129

...

- L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta.

...

La carica potrà essere in proroga, però almeno il compenso dovrà essere approvato

×