Vai al contenuto
Laura12345

Dichiarazione da inviare ai condomini per detrazione fiscale

Barito dice:

Sergio, la colonna "millesimi" riporta i millesimi di proprietà? In caso l'intervento vada ripartito secondo due o più tabelle, riporti tutte le tabelle usate e il totale ripartizione?

Noi abbiamo in vista un intervento sulle terrazze a livello, le quali implicano una certa ripartizione (1/3 in capo ai proprietari delle terrazze + 2/3 per millesimi su tutti), tinteggiatura scale (altezza piano + proprietà) e tinteggiatura facciata (millesimi): si mettono tutte le tabelle e un totale oppure bisogna essere più dettagliati?

Inoltre, conviene separare questi lavori in due (o tre), con due dichiarazioni Ade, oppure conviene lasciare tutto assieme?

si, riporta i millesimi di proprietà.

 

non sono in quella situazione, però si può fare un prospetto unico con colonne  per importi e millesimi separati  per intervento e con totale di riga per condomino.

poi fare un'unica comunicazione all'ade del totale di tutti i lavori.

 

però si possono anche fare tre prospetti e tre comunicazioni ...

paul_cayard dice:

oltre quanto detto giustamente da @Danielabi , puoi comunicare formalmente all'amministratore che la quote spettante alla vs unità immobiliare venga caricata sul tuo solo codice fiscale.

piccolissimo lavoro in meno per l'amministratore (una sola riga di comunicazione all'ade invece di due ...).

sei comproprietario, convivente, tua moglie è incapiente (non potrebbe godere di questa facilitazione fiscale) e puoi stare tranquillo che è tutto secondo la regola.

 

ps:

mia identica situazione, comproprietà, convivenza, incapienza di mia moglie (no redditi).

 

ScusateMi.

E nel Caso di Condòmina (unica Intestataria ed unica Beneficiaria del Diritto di Godimento in Rogito, nonostante la Comunione dei Beni) con unico Reddito di Pensione d'invalidità, ma con Marito che ha Versato tutte le quote (Residenza altrove) e che Redige il 730? Può detrarre Lei? 

Emanuele Smedile dice:

ScusateMi.

E nel Caso di Condòmina (unica Intestataria ed unica Beneficiaria del Diritto di Godimento in Rogito, nonostante la Comunione dei Beni) con unico Reddito di Pensione d'invalidità, ma con Marito che ha Versato tutte le quote (Residenza altrove) e che Redige il 730? Può detrarre Lei? 

no.

vedi risposta qui.

 

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/software-compilazione-comunicazione-ristrutturazione-edilizia-121219/?page=20&tab=comments#comment-870671

 

Modificato da paul_cayard

Buona sera

 nella dichiarazione prodotta dal mio amministratore ci sono due importi il primo si riferisce a quello che ho realmente pagato io nell'anno 2017 (1600€) il secondo si riferisce alla quota, ripartita In millesimi , di quanto l'amministratore ha pagato alla ditta che sta eseguendo i lavori(500€).

L'importo che è possibile detrarre sul 730 è il secondo, ma L'amministratore ci ha detto che nel cassetto fiscale dell'Agenzia delle Entrate è presente la differenza tra il primo e il secondo importo che verrà detratta sul 730 degli anni successivi. È corretto?

Luigi76 dice:

Buona sera

 nella dichiarazione prodotta dal mio amministratore ci sono due importi il primo si riferisce a quello che ho realmente pagato io nell'anno 2017 (1600€) il secondo si riferisce alla quota, ripartita In millesimi , di quanto l'amministratore ha pagato alla ditta che sta eseguendo i lavori(500€).

L'importo che è possibile detrarre sul 730 è il secondo, ma L'amministratore ci ha detto che nel cassetto fiscale dell'Agenzia delle Entrate è presente la differenza tra il primo e il secondo importo che verrà detratta sul 730 degli anni successivi. È corretto?

🙄 ....l'amministratore da quest'anno o negli anni prossimi salderà la fattura del fornitore, quindi l'anno prossimo dovrà fare una comunicazione all'Agenzia Entrate per il (o i) pagamento effettuato e voi porterete in detrazione quando dichiarato, nuovamente, dall'amministratore.

Nel cassetto fiscale non c'è nulla relativamente alle detrazioni, che troverete direttamente sul modello 730 precompilato che l'Agenzia Entrata mette a disposizione nell'area riservata di ogni contribuente ogni anno.

Per accedere alla propria area riservata è necessario richiedere apposito pin

Luigi76 dice:

Buona sera

 nella dichiarazione prodotta dal mio amministratore ci sono due importi il primo si riferisce a quello che ho realmente pagato io nell'anno 2017 (1600€) il secondo si riferisce alla quota, ripartita In millesimi , di quanto l'amministratore ha pagato alla ditta che sta eseguendo i lavori(500€).

L'importo che è possibile detrarre sul 730 è il secondo, ma L'amministratore ci ha detto che nel cassetto fiscale dell'Agenzia delle Entrate è presente la differenza tra il primo e il secondo importo che verrà detratta sul 730 degli anni successivi. È corretto?

... non mi sembra.

vedi sopra risposta di @Danielabi

Danielabi dice:

🙄 ....l'amministratore da quest'anno o negli anni prossimi salderà la fattura del fornitore, quindi l'anno prossimo dovrà fare una comunicazione all'Agenzia Entrate per il (o i) pagamento effettuato e voi porterete in detrazione quando dichiarato, nuovamente, dall'amministratore.

Nel cassetto fiscale non c'è nulla relativamente alle detrazioni, che troverete direttamente sul modello 730 precompilato che l'Agenzia Entrata mette a disposizione nell'area riservata di ogni contribuente ogni anno.

Per accedere alla propria area riservata è necessario richiedere apposito pin

 l'amministratore ha inviato all'Agenzia delle Entrate un prospetto nel quale ci sono: 

gli importi realmente versati da ognuno dei condomini;

gli importi portati in detrazione nell'anno 2017 (secondo quanto era stato saldato alla ditta nel 2017);

Il residuo, cioè la differenza di quanto ognuno aveva pagato e quanto aveva portato in detrazione nel 2017.

Secondo l'amministratore basta questa comunicazione, che lei ha fatto all'Agenzia delle Entrate, perché, nei prossimi anni, il residuo possa essere  detratto sul 730.

Luigi76 dice:

 l'amministratore ha inviato all'Agenzia delle Entrate un prospetto nel quale ci sono: 

gli importi realmente versati da ognuno dei condomini;

gli importi portati in detrazione nell'anno 2017 (secondo quanto era stato saldato alla ditta nel 2017);

Il residuo, cioè la differenza di quanto ognuno aveva pagato e quanto aveva portato in detrazione nel 2017.

Secondo l'amministratore basta questa comunicazione, che lei ha fatto all'Agenzia delle Entrate, perché, nei prossimi anni, il residuo possa essere  detratto sul 730.

scratching-head-smiley-emoticon.gif

 

mi stai descrivendo una comunicazione che non conosco. Pero', se il tuo amministratore ha inviato la comunicazione per detrazioni che tutti inviamo, sino al compimento della decima rata, troverete nel 730 precompilato la rata di costo detraibile.

  • Grazie 1

Buongiorno,

mi intrometto nella conversazione per chiedere se la certificazione delle detrazioni fiscali va spedita ai condòmini soltanto per il primo anno di detraibilità delle spese sostenute oppure per tutto il periodo di 10 anni, non riesco a trovare una risposta da nessuna parte e parlare con il numero verde dell'Ade è come al solito impossibile.... Credo e spero che sia necessaria soltanto per il primo anno ma attendo Vs. conferme.

Ringrazio anticipatamente!

teotn5 dice:

la certificazione delle detrazioni fiscali va spedita ai condòmini soltanto per il primo anno di detraibilità delle spese sostenute

Si, certamente; nella dichiarazione è evidenziato il costo totale sostenuto dal condòmino, che poi lo tratterà fiscalmente in base alle sue possibilità (lo porterà in detrazione con le regole stabilite, oppure no)

Danielabi dice:

Si, certamente; nella dichiarazione è evidenziato il costo totale sostenuto dal condòmino, che poi lo tratterà fiscalmente in base alle sue possibilità (lo porterà in detrazione con le regole stabilite, oppure no)

grazie mille danielabi!!

teotn5 dice:

grazie mille danielabi!!

Di nulla! 😊

×