Vai al contenuto
benedetta olari

Detrazione IRPEF per familiare convivente

Mio figlio ed io deteniamo la proprietà di un'unità immobiliare per ciascuno in un condominio. Si sono svolti dei lavori condominiali di cui io ho pagato la mia quota e quella di mio figlio, convivente con me nell'appartamento di sua proprietà.

Adesso i lavori sono finiti ed io intendo trasferire fra poco la mia residenza, separatamente da mio figlio, nell'appartamento di mia proprietà.

 

Ciò non avrà nessun effetto sulla detrazione IRPEF di cui conto di usufruire sia per la quota lavori pagata per me sia per quella pagata da me per mio figlio?

Salve mi riallaccio a questa discussione perchè sono interessato a capire meglio il meccanismo. Finora ho capito che nell'arco temporale di inizio e fine lavori deve esserci lo status di convivenza. Però non sempre la fine dei lavori coincide con la fine dei pagamenti all'impresa. L'amministratore nel mio caso sta ancora facendo i bonifici ma per lavori conclusi da tempo. Quindi conta la DATA di fine lavori o quella dei bonifici? Sarebbe irrilevante ai fini del riconoscimento dell'agevolazione il fatto che i bonifici vengano effettuati dopo il termine dei lavori e quando la convivenza magari non sia più in essere?

Saluti.

×