Vai al contenuto
marimassi69

Detrazione fiscale per lavori di ristrutturazione fabbricato

Buongiorno,nello stabile dove abito stiamo effettuando dei lavori di ristrutturazione straordinaria, visto che siamo otto condomini io mi sono proposto come amministratore i lavori non sono ancora terminati e io dovrei fare la dichiarazione per la detrazione fiscale del 2015.

Durante i lavori un un condomino non ha versato le sue quote nel 2015,come dovrei dividere le somme versate dai condomini e da me bonificate all'impresa? il condomino che non ha versato rientra nelle detrazioni?qualcuno potrebbe spiegarmi i criteri per le detrazioni grazie.

Se tu non hai ancora bonificato nulla all'impresa non devi certificare nulla. Lo farai nel 2017

Buongiorno,nello stabile dove abito stiamo effettuando dei lavori di ristrutturazione straordinaria, visto che siamo otto condomini io mi sono proposto come amministratore i lavori non sono ancora terminati e io dovrei fare la dichiarazione per la detrazione fiscale del 2015.

Durante i lavori un un condomino non ha versato le sue quote nel 2015,come dovrei dividere le somme versate dai condomini e da me bonificate all'impresa? il condomino che non ha versato rientra nelle detrazioni?qualcuno potrebbe spiegarmi i criteri per le detrazioni grazie.

Scusa ma non è chiaro se il bonifico all'impresa l'hai già fatto oppure no

Buongiorno,nello stabile dove abito stiamo effettuando dei lavori di ristrutturazione straordinaria, visto che siamo otto condomini io mi sono proposto come amministratore i lavori non sono ancora terminati e io dovrei fare la dichiarazione per la detrazione fiscale del 2015.

Durante i lavori un un condomino non ha versato le sue quote nel 2015,come dovrei dividere le somme versate dai condomini e da me bonificate all'impresa? il condomino che non ha versato rientra nelle detrazioni?qualcuno potrebbe spiegarmi i criteri per le detrazioni grazie.

ipotizzando che qualcosa è stato bonificato nel 2015, tu dovrai redarre una ripartizione millesimale (proprietà) del totale degli importi bonificati.

non dovrai distinguere chi ti ha versato e chi no.

è il contribuente (singolo condomino) che deve sapere se può portare in detrazione quella sua parte di bonificato, non tu.

è ovvio che chi ha versato potrà detrarre e chi non ha versato no, ma questo deve saperlo lui nei suoi rapporti col fisco, caf, commercialista ecc: se detrae dichiara il falso e se ne assume le conseguenze.

attenzione però che per beneficiare delle detrazioni il moroso può versare quanto dovuto entro il termine della presentazione dei redditi.

per te non cambia nulla: avrai un versamento di un ritardatario, ma lui potrà detrarre.

quindi contabilità bella pulita ... ricevute belle chiare, ... (c'è rischio che qualcuno poi, dopo anni, ti chieda qualcosa)

Scusa ma non è chiaro se il bonifico all'impresa l'hai già fatto oppure no

Si le quote del 2015 sono state versate all'impresa con bonifico ,tranne un condomino che non ha versato.

Le somme che ho bonificato per la detrazione fiscale devo ripartirle per chi ha versato ?

Si le quote del 2015 sono state versate all'impresa con bonifico ,tranne un condomino che non ha versato.

Le somme che ho bonificato per la detrazione fiscale devo ripartirle per chi ha versato ?

no, per tutti. (vedi post #4).

non si può detrarre di più di quanto si è versato (cosa che succederebbe se ripartissi la spesa solo su chi ha versato).

scusami per il mio modo di esprimermi,non ho molta conoscenza su queste cose.

I bunifici all'impresa sono stati fatti nel 2015,un condomino non ha versato le sue quote,nella detrazione fiscale rientra solo chi ha versato ? o no.grazie

scusami per il mio modo di esprimermi,non ho molta conoscenza su queste cose.

I bunifici all'impresa sono stati fatti nel 2015,un condomino non ha versato le sue quote,nella detrazione fiscale rientra solo chi ha versato ? o no.grazie

forse anch'io non riesco a farmi capire.

più di quanto ho detto al post #4 non so andare ...

tu devi certificare "a tutti" qual'è la quota millesimale di ognuno da portare (se sussistono i presupposti) in detrazione nella dichiarazione dei redditi.

se sussistono i presupposti deve saperlo ognuno dei condomini come contribuente del fisco e come unico responsabile della propria dichiarazione dei redditi.

Un saluto a tutti, in quanto riportato da Cayard c'è qualcosa che non mi torna. Io personalmente certifico solo quanto effettivamente versato nell'anno da parte dei singoli condòmini e che corrisponde poi ai bonifici effettuati nell'anno stesso alla ditta. Se facessi una certificazione generica riguardante tutti i condòmini, in presenza di morosi(anche parziali), mi troverei con un totale certificato maggiore di quello che ho bonificato. Se non è così allora c'è qualcosa che non ho capito.

Un saluto a tutti, in quanto riportato da Cayard c'è qualcosa che non mi torna. Io personalmente certifico solo quanto effettivamente versato nell'anno da parte dei singoli condòmini e che corrisponde poi ai bonifici effettuati nell'anno stesso alla ditta. Se facessi una certificazione generica riguardante tutti i condòmini, in presenza di morosi(anche parziali), mi troverei con un totale certificato maggiore di quello che ho bonificato. Se non è così allora c'è qualcosa che non ho capito.

Ciao,

devi certificare l'importo del bonificato, in base alla ripartizione di spesa di tutti i condomini, conpresi quelli che a quella data sono morosi (anche parziali), in quanto potrebbero versare la sua quota entro la data di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Ciao Josefat, sono d'accordo con te, ma soltanto se ho bonificato l'intero importo. Se ho morosi succede però che la ditta non abbia preso tutti i soldi, pertanto posso certificare a chi ha pagato solo quanto bonificato. Esempio 7condomini che hanno versato nel 2015 euro 2000 ciascuno, e altri 3 che hanno versato solo 1000 ciascuno(invece di 2000). L'importo bonificato è di euro 17.000,00 invece di 20.000.

A questo punto certifico i 17.000 con allegato scheda con quanto ognuno ha versato. Non posso certificare i 20.000 perchè non coinciderebbe con i bonifici effettuati.Mi sbaglio?

Ciao Josefat, sono d'accordo con te, ma soltanto se ho bonificato l'intero importo. Se ho morosi succede però che la ditta non abbia preso tutti i soldi, pertanto posso certificare a chi ha pagato solo quanto bonificato. Esempio 7condomini che hanno versato nel 2015 euro 2000 ciascuno, e altri 3 che hanno versato solo 1000 ciascuno(invece di 2000). L'importo bonificato è di euro 17.000,00 invece di 20.000.

A questo punto certifico i 17.000 con allegato scheda con quanto ognuno ha versato. Non posso certificare i 20.000 perchè non coinciderebbe con i bonifici effettuati.Mi sbaglio?

infatti non puoi certificare i 20000 perchè in realtà non li hai bonificati.

ne puoi, anzi devi, certificare solo 17000 realmente bonificati (d'altronde se ci sino morosi avrai dovuti giocoforza spendere e bonificare di meno.

i 17000 ripartiti secondo millesimi andranno ad essere detratti dai condomini anche se qualcuno ha versato di più rispetto ad altri.

d'altronde la previsione di spesa era 20000 ma in realtà sono stati spesi 17000.

la contabilità personale dei condomini risultante sarà che alcuni sono a credito tra il versato e lo speso, altri a debito.

quando i morosi completeranno i versamenti si potranno spendere e bonificare gli altri 3000.

tieni conto che l'importo che si può portare in detrazione è il minore tra lo speso e quanto effettivamente versato al condominio, ma questo è un qualcosa che attiene al contribuente, non all'amministratore per la certificazione.

tra l'altro poi, anche chi fino ad oggi è moroso (e secondo l'esempio non potrebbe portare in detrazione l'intera sua quota in quanto ha versato la metà del dovuto) salda entro i termini di scadenza della dichiarazione dei redditi (730 o unico),quindi quest'anno, potrà portare in detrazione l'intera sua quota millesimale dei 17000 bonificati poichè sussistono i presupposti: ha versato la sua parte al condominio entro i termini.

avrà solo rotto i cosiddetti ai virtuosi e al condominio perchè sta facendo detrarre per il primo anno una cifra inferiore a quella che avrebbe potuto essere e ha fatto rimandare alcuni lavori perchè non c'erano soldi in cassa.

×