Vai al contenuto
Ilgiusto

Detrazione fiscale per lavori condominiali - dunque, quali documenti occorre produrre per formulare la richiesta e quali costi ha presentarla?

Buongiorno a tutti e grazie a quanti vorranno dare il proprio contributo al chiarimento di quanto vengo ad esporre.

Ho già aperto questa discussione in un'altra sezione, forse non quella giusta, non essendo riuscito ad avere risposta.

Dunque, quali documenti occorre produrre per formulare la richiesta e quali costi ha presentarla?

E' corretto dichiarare che la produzione della suddetta pratica avrebbe un costo di circa 1.000,00€, essendo necessaria la nomina di un tecnico, sostenere costi verso il comune e bolli?

La domanda è finalizzata a capire se effettivamente è superfluo chiedere di fruire della suddetta agevolazione per importi non elevatissimi.

Grazie a tutti, Ilgiusto.

Grazie per il link, Mario, lo leggerò con calma,e, se avrò dei dubbi, disturberò ancora. Pongo la domanda in veste di condomino.

E' corretto dichiarare che la produzione della suddetta pratica avrebbe un costo di cPassi avete dei costi evca 1.000,00€, essendo necessaria la nomina di un tecnico, sostenere costi verso il comune e bolli?

.

Segnalazione al comune costi zero. Nomina del tecnico non sempre è necessaria bisogna vedete che lavori fai. Eventuali costi di progettazione sono detraibili. Se Specifici che lavori intendete fare si può essere più precisi.

Bene, ringrazio per il riscontro fornito, e cerco di essere più preciso. In diverse occasioni come condominio abbiamo affrontato spese straordinarie di diversa entità (30.000,00, 10.000,00, 3.500), rispettivamente nel 2007, 2010 e 2012. In ogni circostanza l'amministratore non si è preoccupato di curare la pratica per la richiesta di fruizione dell'agevolazione in questione. La prima volta asserendo che erano scaduti i termini, quando ne chiedemmo riscontro (lavori di realizzazione strutture a protezione del perimetro del fabbricato). Nel secondo caso (lavori di modifica e sistemazione delle reti di scarico a servizio del condominio) non se ne è neppure fatto cenno. Nel terzo caso (messa in sicurezza del fabbricato) ci ha risposto che, essendo necessaria la nomina di un tecnico, il versamento di diritti al comune e bolli vari, si sarebbe andati incontro ad un pesante aggravio di spese, equivalente a circa il 30% dell'importo indicato.

Nei primi due casi il tecnico era già stato nominato e pagato per la realizzazione dei progetti e dei computi metrici. Non credo sia stato invece nominato nel terzo caso (spicconatura).

Per sommi capi questo è un breve riassunto di quanto mi spingeva a chiedere lumi in merito a quest'argomento, e spero di essere stato sufficientemente chiaro nel dettagliare i diversi episodi.

Ilgiusto.

Tutti lavori che possono godere della detrazione IRPEF attualmente al 50%. Basta solo la Buona volontà. Non servono soldi: cambiate amministratore...

Probabilmente ai tempi dell'esecuzione dei lavori citati la detrazione IRPEF era al 36%, ma avrebbe consentito comunque il recupero di una significativa parte dei soldi spesi.

Grazie remejo. Sigh!

×