Vai al contenuto
Erre Ci

Detrazione fiscale: condomini morosi e casi particolari

Sto riscontrando dei casi particolari che vi propongo con la viva speranza che possiate darmi delle indicazioni:

 

La circolare 121/E afferma che restano escluse dalla certificazione le quote non versate dal condomino entro il 31 dicembre dell'anno di riferimento, anche se l'amministratore ha provveduto al pagamento all'impresa edile.

Come ci si comporta in questi casi, praticamente?

 

Faccio un esempio:

ESEMPIO 1 - Anno 2013

condomino A - versato al condominio € 1.000 - Lavori sua competenza € 1.000;

condomino B - versato al condominio € 1.500 - Lavori sua competenza € 4.000;

condomino C - versato al condominio € 2.000 - Lavori sua competenza € 2.000.

Totale fattura bonificato dal condominio all'impresa € 7.000.

L'amministratore potrà certificare € 1.000 ad A; € 1.500 a B e € 2.000 a C (Totale € 4.500) e i restanti € 2.500? Vanno persi?

 

Continuando, nel 2014 il condomino B versa € 2.500 residui. L'amministratore li certificherà a B anche se i lavori sono conclusi nel 2013 e nessuna fattura è stata emessa/pagata nel 2014?

E' corretto questo procedimento?

 

ESEMPIO 2 - Anno 2013

condomino A - versato al condominio € 3.000 - Lavori sua competenza € 1.000;

condomino B - versato al condominio € 1.500 - Lavori sua competenza € 4.000;

condomino C - versato al condominio € 5.000 - Lavori sua competenza € 2.000.

Totale fattura bonificato dal condominio all'impresa € 7.000.

L'amministratore potrà certificare € 1.000 ad A; € 1.500 a B e € 2.000 a C (Totale € 4.500), come nell'esempio 1.

I restanti € 2.500, visto che i lavori proseguono, li può certificare in questo modo: in proporzione a quanto versato in più dai condomini A e C?

Ad A € 937,50 e a C € 1.562,50.

 

Continuando- Anno 2014

condomino A - versato al condominio € 0 - Lavori sua competenza € 2.000;

condomino B - versato al condominio € 4.500 - Lavori sua competenza € 2.000;

condomino C - versato al condominio € 1.000 - Lavori sua competenza € 4.000.

Totale fattura bonificato dal condominio all'impresa € 8.000.

L'amministratore potrà certificare € 1.062,50 (2.000-937,50) ad A; € 4.500 a B e € 2.437,50 (4.000-1.562.50) a C (Totale € 8.000).

E' corretto questo procedimento?

 

Grazie

Erre Ci

Hai inserito un post piuttosto articolato che richiede del tempo per leggerlo con attenzione...

Ad ogni modo, se i 2.500 euro sono stati pagati in più per coprire la morosità altrui non vanno conteggiati, quindi non possono essere portati in detrazione, la quota pagata in più farebbe infatti scattare solo un diritto al rimborso da parte del condòmino moroso.

Hai inserito un post piuttosto articolato che richiede del tempo per leggerlo con attenzione...

Ad ogni modo, se i 2.500 euro sono stati pagati in più per coprire la morosità altrui non vanno conteggiati, quindi non possono essere portati in detrazione, la quota pagata in più farebbe infatti scattare solo un diritto al rimborso da parte del condòmino moroso.

Dolores ti ringrazio per la tua cortesia nel rispondermi. Mi son reso conto che il post era troppo lungo ma era mio desiderio essere chiaro per evitare di fare confusione su una questione dibattuta tante volte, ma su cui restano irrisolti i dubbi.

Venendo alla tua risposta, l'ho letta anche io la circolare che citi ma non sono riuscito a capire cosa significhi la frase "la quota pagata in più farebbe scattare solo un diritto al rimborso da parte del condòmino moroso".

Quale diritto può accampare il condomino per giunta moroso?

Dolores ti ringrazio per la tua cortesia nel rispondermi. Mi son reso conto che il post era troppo lungo ma era mio desiderio essere chiaro per evitare di fare confusione su una questione dibattuta tante volte, ma su cui restano irrisolti i dubbi.

Venendo alla tua risposta, l'ho letta anche io la circolare che citi ma non sono riuscito a capire cosa significhi la frase "la quota pagata in più farebbe scattare solo un diritto al rimborso da parte del condòmino moroso".

Quale diritto può accampare il condomino per giunta moroso?

No, forse non sono stata chiara... il diritto ad essere rimborsato è del condòmino che ha anticipato la quota parte spettante al condòmino moroso.

No, forse non sono stata chiara... il diritto ad essere rimborsato è del condòmino che ha anticipato la quota parte spettante al condòmino moroso.

Ah, ok. Grazie ancora

Erre Ci

×