Vai al contenuto
nonnobè

Delibere annullabili. Chi può annullare?

In assemblea vengono deliberati i punti all'O.d.G. Un condomino contesta la validità dell'assemblea e delle delibere per mancata trasmissione di convocazione e minaccia citazione in giudizio. Si convoca nuova assemblea con stesso O.d.G. al fine di RIAPPROVARE STESSI PUNTI all'O.d.G.al fine di superare eventuale blocco di attività, causato da eventuale citazione in giudizio, stante il fatto che l'amministratore ha accettato la responsabilità di aver commesso l'errore. La nuova assemblea "salta" (è incloncludente) perchè un condomino convince l'assemblea del fatto che non si possa deliberare DUE VOLTE sullo stesso problema almenochè non si annullino le delibere precedentemente approvate.

Questi sono i fatti. La domanda invece è: CHI può annullare le delibere approvate in precedenza considerando che sono annullabili stante l'omissione accertata dell'amministratore? Può l'assemblea costituita, dichiarare nulle le delibere approvate nella precedente assemblea, al fine di poter evitare la citazione in giudizio e poter dar seguito alle nuove delibere? Saluti a tutto il forum.

La soluzione adottata era perfetta perchè l'assemblea poteva modificare/annullare le precedenti decisioni con lo stesso quorum necessario all'approvazione, il condomino che ha suggerito di non fare nulla ha suggerito male, ora le delibere possono essere annullate/modificate da una nuova assemblea oppure su ricorso al Giudice.

La soluzione adottata era perfetta perchè l'assemblea poteva modificare/annullare le precedenti decisioni con lo stesso quorum necessario all'approvazione, il condomino che ha suggerito di non fare nulla ha suggerito male, ora le delibere possono essere annullate/modificate da una nuova assemblea oppure su ricorso al Giudice.

Grazie, Tuxx. Sempre disponibile a fugare dubbi e lacune altrui. Grazie e alla prossima.

×