Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
amm.ricchiuti

Delibera non eseguita dal vecchio amministratore

Buongiorno, vorrei sottoporre alla vostra attenzione il seguente quesito.

Nel 2012 l'assemblea di condominio deliberò l'installazione di una canna fumaria da parte del locale bar sito al piano terra dell'immobile. Tale delibera non è mai stata eseguita dal vecchio amministratore. Nel maggio del 2013 sono stata nominata amministratrice di questo condominio, qualche tempo fa il condomino che abita sopra al bar, che è quello che a suo tempo chiese l'installazione della canna fumaria, mi chiede di dar seguito alla delibera. Poichè è una delibera fatta quando c'era il vecchio amministratore, mi chiedo se sono tenuta ad eseguirla o se devo indire una nuova assemblea. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se l'ex amministratore non ha eseguito la delibera per cause ignote, per l'esecuzione del lavoro da parte del neo amministratore non è necessaria una nuova assemblea, semprechè i fondi stanziati allora siano ancora sufficienti.

-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nella delibera c'è scritto che le spese per l'installazione della canna fumaria e tutte le altre incombenze sono a carico del proprietario del bar.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma si tratta di una canna fumaria privata? Se è così non era necessaria neppure l'assemblea in quanto il proprietario del bar aveva il diritto di costruire a norma la canna fumaria, comunque ora l'assemblea ha acconsentito deliberando e il proprietario (non il condomonio) può procedere alla costruzione, fermo restando se la canna fumaria è privata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Praticamente il bar/pub al piano terra fa parte del condominio, in seguito a richieste fatte dalla signora che abita sopra al bar, che lamentava il fatto che i cattivi odori (fritture e altro) entrassero in casa sua, fu fatta un'assemblea per deliberare che il proprietario del locale ( tra l'altro il proprietario del locale non è colui che gestisce il bar, ma c'è un inquilino) facesse installare la canna fumaria il tutto a spese del gestore del bar. Pareva che anche il gestore del bar fosse d'accordo, ma quando gli ho chiesto come mai l'installazione non fosse avvenuta mi ha detto che per l'attività che svolge non è richiesta la canna fumaria, ma un abbattitore di fumi a cui effettuare la manutenzione di cambio filtri, inoltre dice cer la AUSL e chi di competenza ha dichiarato che è tutto a norma. La signora continua a dire di non poter uscire neanche sul balcone a causa degli effluivi, lei in realtà è la sola dei condomini a lamentarsi, per i condomini del piano di sopra il problema non sussiste.

Ho richiesto al proprietario, che a sua volta deve chiedelo al suo inquilino, la documentazione da cui si evince che le autorità competetenti hanno sottoscritto che è tutto a norma. Se la documentazione risulterà a posto, come devo comportarmi, devo comunque obbligarlo all'installazione della canna fumaria deliberata dall'assemblea?

Grazie mille.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

l'assemblea non aveva alcun potere di deliberare una cosa del genere. Al limite, si doveva fare una misurazione relativa all'emissione dei fumi e qualora questi fossero stati riscontrati "fuori norma" agire di conseguenza. Se il titolare dell'attività commerciale dimostra di essere in regola non penso dobbiate fare alcunchè. Sarà la condòmina, eventualmente, visto che è la sola a lamentarsi a far effettuare i controlli relativi alle immissioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×