Vai al contenuto
ale1977

Delibera contro distacco riscaldamento centralizzato

Buongiorno,

un condomino ha richiesto il distacco dal riscaldamento centralizzato non presentando perizia ma esprimendo la volontà di contribuire ad una quota dei consumi, la stessa che viene addebitata ad altri condomini già distaccati prima della riforma.

L'assemblea ha deliberato contro il distacco per mancanza di perizia.

Considerando che con suddetta perizia si è esentati dalle spese di consumo, se il condominio invece è disponibile a partecipare anche ai consumi per compensare eventuale aumento di spesa a carico degli altri, è da considerare valida questa delibera?

E se il condomino presentasse la perizia ma non facesse in tempo prima dell'accensione dell'impianto, si può distaccare ed effettuare gli interventi necessari, sfruttando gli orari in cui i termosifoni sono spenti, anche se la caldaia è in funzione?

Grazie.

La delibera è valida in particolare se nessun giudice ha scritto il contrario su sentenza passata in giudicato.

A mio avviso, l'assemblea ha operato correttamente. L'onere della prova spetta a chi domanda il distacco. Al resto, il diritto di provare il contrario.

Se si possa staccare in corso di stagione termica, tecnicamente tutto è fattibile. Basta spegnere la caldaia e svuotare o abbassare la colonna.

Grazie,

quindi la volontà del condomino di contribuire ad una quota del consumo è irrilevante e bisogna comunque produrre la perizia e a quel punto partecipare solo alla manutenzione della caldaia e non ai consumi?

Buongiorno,

un condomino ha richiesto il distacco dal riscaldamento centralizzato non presentando perizia ma esprimendo la volontà di contribuire ad una quota dei consumi, la stessa che viene addebitata ad altri condomini già distaccati prima della riforma.

L'assemblea ha deliberato contro il distacco per mancanza di perizia.

Considerando che con suddetta perizia si è esentati dalle spese di consumo, se il condominio invece è disponibile a partecipare anche ai consumi per compensare eventuale aumento di spesa a carico degli altri, è da considerare valida questa delibera?

E se il condomino presentasse la perizia ma non facesse in tempo prima dell'accensione dell'impianto, si può distaccare ed effettuare gli interventi necessari, sfruttando gli orari in cui i termosifoni sono spenti, anche se la caldaia è in funzione?

Grazie.

Se il condomino è disposto a pagare un contributo ai consumi, è sufficiente che tenga le valvole chiuse.

 

In tal caso, potrà scaldarsi in altro modo e pagare solo i consumi involontari.

Se il condomino è disposto a pagare un contributo ai consumi, è sufficiente che tenga le valvole chiuse.

 

In tal caso, potrà scaldarsi in altro modo e pagare solo i consumi involontari.

Ma questo in caso di contabilizzazione? Nel comdominio in questione non c'è ancora contabilizzazione nè divisione in consumi volontari e involontari

Ma questo in caso di contabilizzazione? Nel comdominio in questione non c'è ancora contabilizzazione nè divisione in consumi volontari e involontari

Tra due mesi è obbligatoria, quindi dovrà adeguarsi.

 

Se il condomino vuole distaccarsi (fisicamente), deve avere la perizia a norma di legge (in tal caso, l'assemblea non potrà opporsi).

Buongiorno,

un condomino ha richiesto il distacco dal riscaldamento centralizzato non presentando perizia ma esprimendo la volontà di contribuire ad una quota dei consumi, la stessa che viene addebitata ad altri condomini già distaccati prima della riforma.

L'assemblea ha deliberato contro il distacco per mancanza di perizia.

Considerando che con suddetta perizia si è esentati dalle spese di consumo, se il condominio invece è disponibile a partecipare anche ai consumi per compensare eventuale aumento di spesa a carico degli altri, è da considerare valida questa delibera?

E se il condomino presentasse la perizia ma non facesse in tempo prima dell'accensione dell'impianto, si può distaccare ed effettuare gli interventi necessari, sfruttando gli orari in cui i termosifoni sono spenti, anche se la caldaia è in funzione?

Grazie.

 

la risposta la trovi nel codice, vai a leggere l'articolo e se non lo comprendi riportala in un post e ti facciamo vedere la risposta

 

- - - Aggiornato - - -

 

Grazie,

quindi la volontà del condomino di contribuire ad una quota del consumo è irrilevante e bisogna comunque produrre la perizia e a quel punto partecipare solo alla manutenzione della caldaia e non ai consumi?

non sò di quale regione sei, ma è necessario conoscere anche le norme regionali

se vuoi i permessi del distacco, facendo le pratiche comunali corrette, ci vuole la perizia che dimostra che rientri nel caso, previsto dalle norme regionali o in mancanza da quelle nazionali

 

- - - Aggiornato - - -

 

i consumi involontari vanno calcolati anche per i distaccati, come da uni 10200

la risposta la trovi nel codice, vai a leggere l'articolo e se non lo comprendi riportala in un post e ti facciamo vedere la risposta

 

Il CC dice:

"Il condomino può rinunciare all'utilizzo dell'impianto centralizzato di riscaldamento o di condizionamento, se dal suo distacco non derivano notevoli squilibri di funzionamento o aggravi di spesa per gli altri condomini. In tal caso il rinunziante resta tenuto a concorrere al pagamento delle sole spese per la manutenzione straordinaria dell'impianto e per la sua conservazione e messa a norma”.

Quindi se dovessero emergere "notevoli squilibri" bisogna rinunciare al distacco o è comunque possibile farlo contribuendo ad una quota di consumo degli altri condomini?

 

non sò di quale regione sei, ma è necessario conoscere anche le norme regionali

se vuoi i permessi del distacco, facendo le pratiche comunali corrette, ci vuole la perizia che dimostra che rientri nel caso, previsto dalle norme regionali o in mancanza da quelle nazionali

Il Comune ha dichiarato che non ci sono disposizioni comunali o regionali che vietano il distacco.

> se è disponibile a pagare una quota fissa, evidentemente sà, che il suo distacco comporta comunque un consumo ...

 

- - - Aggiornato - - -

 

> se è disponibile a pagare una quota fissa, evidentemente sà, che il suo distacco comporta comunque un consumo ...

 

comunque come vi è stato detto, anche voi dovete fare la contabilizzazione e il riparto spese come da uni 10200

questa uni 10200 dovrà calcolare anche i consumi fissi dei distaccati

comunque come vi è stato detto, anche voi dovete fare la contabilizzazione e il riparto spese come da uni 10200

questa uni 10200 dovrà calcolare anche i consumi fissi dei distaccati

A me hanno detto che è stato tutto posticipato di un anno per mancanza di materiale per la contabilizzazione...

A me hanno detto che è stato tutto posticipato di un anno per mancanza di materiale per la contabilizzazione...

Al momento, non c'è alcuna deroga... la scadenza per mettersi a norma è il 31 dicembre 2016.

×