Vai al contenuto
armbia

Deleghe di rappresentanza in assemblea

condominio di 96 unità abitative, il singolo di quante deleghe può farsi carico in assemblea?

Grazie.

condominio di 96 unità abitative, il singolo di quante deleghe può farsi carico in assemblea?

Grazie.

Ogni singolo delegato potrà portare al massimo 19 deleghe rappresentanti non più di 200 mlm in totale.
grazie. rimane dunque possibile il famoso quinto.
Infatti 1/5 di 96 = 19,2 che arrotondato da 19 deleghe a testa.

Buon giorno, assemblea ordinaria riscaldamento più 1 dogo straordinaria. Amministrazione composta S.A.S. di cui due accomandatari e due accomandanti. Un componente di detta società si presenta con due deleghe asserendo che e accomandante un condomino fa' presente che in base alla normativa non è possibile avere deleghe da parte dell'amministratore. Viene risposto dal delegato che è possibile in quanto la sua figura nella società e accomandato. Non ho potuto ribattere in quanto non ero sicuro di tale risposta, in previsione di una futura assemblea volevo indicazioni se risulta corretto tale risposta.grazie e distinti saluti.

Grazie, per questo ho bisogno di certezze, anche perché vorrei avere dati certi sulla società e persone presso la camera di commercio.

ma se la maggior parte degli appartamenti e box è ancora di proprietà del costruttore, quindi viene in assemblea rappresentando diversi appartamenti il limite è sempre di 200 mm?

ma se la maggior parte degli appartamenti e box è ancora di proprietà del costruttore, quindi viene in assemblea rappresentando diversi appartamenti il limite è sempre di 200 mm?
Il costruttore se presente può rappresentare tutti i mlm di sua proprietà, il limite dell'art 67 Dacc vale solo per la delega
ma se la maggior parte degli appartamenti e box è ancora di proprietà del costruttore, quindi viene in assemblea rappresentando diversi appartamenti il limite è sempre di 200 mm?

il condomino non ha nessun limite . egli ha sempre diritto a partecipare e votare , e ha anche sempre diritto se vuole a farsi rappresentare da un delegato .

... e ha anche sempre diritto se vuole a farsi rappresentare da un delegato .
Su questo fatto sarebbe da attendere qualche chiarimento Legislativo o Giurisprudenziale.

e ha anche sempre diritto se vuole a farsi rappresentare da un delegato .

su questo non ci piove .

 

la legge non esclude e non limita nessun condomino nel diritto di delega anzi afferma che ciascun condomino puo' partecipare tramite un suo rappresentante .

se nessuno e' limitato ,se nessuno e' escluso tutti possono delegare .

Chiedo scusa allo Staff,

Peppe ne avevamo già parlato ed eravamo rimasti d'accordo di non ritornare sull'argomento sino a che non ci sarà una sentenza chiarificatrice, avevo anche postato il parere, che allego nuovamente per memoria e non per iniziare una nuova e lunga discussione, per cui attendiamo tranquillamente una pronuncia giurisprudenziale senza scrivere pareri personali, io ho mantenuto la parola nell'altro Topic, ora però hai iniziato e mi sento in dovere di ribadire.

Nel caso pratico, quindi, il proprietario che possiede più di 200 millesimi (un ente pubblico, per esempio, o un’assicurazione ) non può più farsi rappresentare in assemblea, né da un condomino né tanto meno dall’amministratore, al quale è sempre vietato di ricevere deleghe.

http://www.studioghielmetti.com/delega-assemblea-condominiale/

in risposta a cio' che afferma uno studio immobiliare .

(mi limito a riportare cio' che prevede la legge ,poi ognuno tragga le sue conclusioni tra cio' che afferma un agenzia immobiliare e cio che prevede la legge )

Art. 67 disp.att.c.c.

 

Ogni condomino può intervenire all’assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta.

art .inderogabile .

in risposta a cio' che afferma uno studio immobiliare .

(mi limito a riportare cio' che prevede la legge ,poi ognuno tragga le sue conclusioni tra cio' che afferma un agenzia immobiliare e cio che prevede la legge )

Art. 67 disp.att.c.c.

 

Ogni condomino può intervenire all’assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta.

art .inderogabile .

Art 67 Dacc

...

il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e del valore proporzionale. (inderogabile)

 

La tua opinione vale come quella che ho postato nel Link

 

Attendo sentenza, ti sarei grato se la attendi anche tu come eravamo d'accordo, Grazie

io ho parlato del diritto del condomino a farsi rappresentare .

l'art 67 in primis afferma che "Ogni condomino può intervenire all’assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta. "

Nel caso pratico, quindi, il proprietario che possiede più di 200 millesimi (un ente pubblico, per esempio, o un’assicurazione ) non può più farsi rappresentare in assemblea, né da un condomino né tanto meno dall’amministratore, al quale è sempre vietato di ricevere deleghe.

cio' contrasta con i dettami dell'art 67 disp .att. c.c.

in nessuna parte dell'art 67 viene limitato o vien meno il diritto di delega del condomino .

"ogni condomino" non mi sembra che si faccia distinzione tra alti ,bassi ,magri,grassi,bianche ,neri etc con pochi millesimi,con tanti millesimi,con unica abitazione ,con tante abitazioni .

poi su

il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e del valore proporzionale. (inderogabile)

resto in attesa di sentenze (anche se ho la mia opinione ).

io ho parlato del diritto del condomino a farsi rappresentare .

l'art 67 in primis afferma che "Ogni condomino può intervenire all’assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta. "

Nel caso pratico, quindi, il proprietario che possiede più di 200 millesimi (un ente pubblico, per esempio, o un’assicurazione ) non può più farsi rappresentare in assemblea, né da un condomino né tanto meno dall’amministratore, al quale è sempre vietato di ricevere deleghe.

cio' contrasta con i dettami dell'art 67 disp .att. c.c.

in nessuna parte dell'art 67 viene limitato o vien meno il diritto di delega del condomino .

"ogni condomino" non mi sembra che si faccia distinzione tra alti ,bassi ,magri,grassi,bianche ,neri etc con pochi millesimi,con tanti millesimi,con unica abitazione ,con tante abitazioni .

poi su

il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e del valore proporzionale. (inderogabile)

resto in attesa di sentenze (anche se ho la mia opinione ).

Nelle discussioni trascorse non c'era solo quel Link che affermava questo, l'avevo già postato, pensavo di non ripetermi, ma ... https://www.condominioweb.com/forum/quesito/deleghe-superiori-al-massimo-consentito-dalla-legge-sulla-riforma-del-condominio-62388/
E' sempre un opinione personale come questa del Sole 24 ore, ripeto e scusatemi attendo sempre delle Sentenze in merito oppure meglio ancora dei chiarimenti legislativi

 

Deleghe limitate

Addio alle deleghe illimitate per i condominii con più di venti partecipanti, dove il delegato non può ricevere un numero di deleghe superiore a un quinto del complessivo numero delle "teste" di cui si compone il condominio e che contestualmente neppure superino il quinto del valore dell'edificio. Insomma, chi possiede più di duecento millesimi (si pensi agli enti pubblici o alle assicurazioni) non può più farsi rappresentare in assemblea, né da un condomino e nemmeno dall'amministratore, al quale è vietato di ricevere deleghe

http://www.casa24.ilsole24ore.com/art/condominio/2013-06-19/assemblea-condominio-meno-deleghe-160822.php

Comunque penso che sia sufficiente, ci sono troppe e contrastanti opinioni, per cui sarà bene attendere qualche sentenza.

Quindi la legge contrasta se stessa ? Ovvero i condomini con piu'di 200 millesimi nei condomini con piu' di 21 condomini non hanno piu' diritto di farsi rappresentare .

Quindi la legge contrasta se stessa ? Ovvero i condomini con piu'di 200 millesimi nei condomini con piu' di 21 condomini non hanno piu' diritto di farsi rappresentare .
Peppe per cortesia, ne abbiamo già parlato almeno in 3 o 4 topic, per favore sediamoci e attendiamo delle Sentenze, grazie.
×