Vai al contenuto
Uapos

Delegare un'altra persona se presenti all' assemblea

Delegare un'altra persona se si è presenti all' assemblea condominiale è possibile?

Ciao 

Non esiste nessun divieto in tal senso. Poi c'è chi sostiene che nel momento che deleghi qualcuno era presentarti tu non devi essere lì. Dal punto di vista teorico hanno perfettamente ragione ma la pratica è tutta un'altra cosa.

 

  • Mi piace 1
Uapos dice:

Io delego un altro per mene poi io prendo 5 deleghe. Mi sembra assurdo

Infatti è assurdo, ma ...quando il condominio è gestito tra condòmini e amm.re che...chi chiude un occhio, chi chiude l'altro e chi li chiude tutti e due... questo e altro succede. PURTROPPO. 

Questo sta facendo di tutto. Io desidero sapere se è legale e c è in qualcosa di scritto, legge etc

Uapos dice:

Questo sta facendo di tutto. Io desidero sapere se è legale e c è in qualcosa di scritto, legge etc

La cosa è legale se il condominio ha meno di 20 condomini, con più di 20 condomini ci sono limiti di deleghe.

Condominio da 42 condomini. La domanda è: vado alla riunione io delego un altra persona a mio nome e poi io sono delegato da 5 persone. Insomma io sono presente perché delegare qualcuno. Legale?

Uapos dice:

Condominio da 42 condomini. La domanda è: vado alla riunione io delego un altra persona a mio nome e poi io sono delegato da 5 persone. Insomma io sono presente perché delegare qualcuno. Legale?

Per far partecipare una persona che altrimenti non potrebbe partecipare.

Potrebbero fargli dare una delle 5 deleghe ma magari i condomini si fidano del condomino delegato.

 

Ripeto la domanda. Marco va in assemblea ma delega Peppino. Marco è presente in assemblea ed ha 5 deleghe di altri condomini. Ma se io sono presente mi rappresento da solo. Legale ? Si o No e perché 

Uapos dice:

Ripeto la domanda. Marco va in assemblea ma delega Peppino. Marco è presente in assemblea ed ha 5 deleghe di altri condomini. Ma se io sono presente mi rappresento da solo. Legale ? Si o No e perché  

Non è che se lo chiedi 5 volte cambia la risposta.

Marco lo può fare.

  • Mi piace 1
Uapos dice:

Condominio da 42 condomini. La domanda è: vado alla riunione io delego un altra persona a mio nome e poi io sono delegato da 5 persone. Insomma io sono presente perché delegare qualcuno. Legale?

Premesso che anche secondo me è tutto LEGALE, ti spiego perchè per un condòmino può essere conveniente delegare propria persona di fiducia ed essere delegato a sua volta per poter presenziare senza problemi.

Se all'ordine del giorno c'è un argomento che mi interessa particolarmente e voglio che a discuterne sia un mio tecnico o un mio avvocato, io delego il tecnico o l'avvocato in modo che possa ben esprimere le mie motivazioni. Poi, se altri 5 condòmini danno delega a me, non è affatto vietato dalla Legge; in tal modo potrò essere presente anch'io ed ascoltare quello che dice il mio tecnico ed eventualmente aggiungere qualcosa di mio, senza che nessuno possa opporsi e/o possa chiedere il mio allontanamento.

Lo scopo può essere raggiunto anche diversamente:

Se il condòmino fosse stato presente lui con 4 deleghe ed avesse fatto delegare la persona di propria fiducia dal quinto condòmino, cosa sarebbe cambiato? Assolutamente niente.

Poichè siete un condominio di 42 condòmini, salvo diverse disposizioni regolamentari, ogni delegato può rappresentare 1/5 degli aventi diritto purchè non superino i 200 millesimi.

Per LEGGE, oltre alla sua presenza, il condòmino avrebbe potuto essere delegato da altri 8 condòmini ed esprimere ben 9 voti (se le 8 deleghe non superano i 200 millesimi).

MADDY60 dice:

Infatti è assurdo, ma ...quando il condominio è gestito tra condòmini e amm.re che...chi chiude un occhio, chi chiude l'altro e chi li chiude tutti e due... questo e altro succede. PURTROPPO. 

ciao

leggi tra le righe gli interventi di Uapos.

Se tu gli dici che è assurdo ciò che legalmente è valido, è ovvio che continuerà a girarci interno al problema. Ritengo che il suo intervento sia sempre limitato al suo caso specifico dove lo hai assecondato, secondo me non avendo percepito il suo atteggiamento.

Due sono i comportamenti che @Uapos potrebbe tenere, e dipende da che parte vede la cosa: 

 

1. vuol partecipare all'assemblea dopo aver delegato un'altra persona a rappresentarlo, avendo nel contempo ricevuto delle deleghe da parte di altri condomini? Si presenti in assemblea come nulla fosse e se nessuno obietta nulla lasci scorrere le discussioni e le delibere tranquillamente e voti solo per le deleghe ricevute o come ritiene meglio.

 

 

2. è contrario a che siano presenti delegato e delegante? In questo caso deve obbiettare la contemporanea presenza del delegato e delegante e far scrivere a verbale la sua obiezione, esiste una sola sentenza (che ho trovato) in merito, purtroppo è di tribunale e non di Appello o Cassazione, probabilmente perchè i contendenti allora si sono ritenuti soddisfatti della decisione giudiziale;

 

Il condomino delegante non può pretendere di partecipare all'assemblea assieme al delegato; l'art. 67 Dis. Att. cc infatti prevede che il condomino possa intervenire all'assemblea a mezzo rappresentante ma non prevede la contemporanea presenza di entrambi che va esclusa per motivi di ordine nello svolgimento dei lavori di quest organo condominiale, tanto più che il secondo comma del suddetto articolo ammette un solo rappresentante nel caso di appartamento in comproprietà (Tribunale di Perugia 9/10.1964)

 

In questo caso @Uapos  avrà l'opportunità di impugnare la contemporanea presenza del delegato e delegante nei termini previsti dall'art. 1137 cc, sarà il giudice e non un Forum a decidere se è lecito o no quello che è stato fatto durante l'assemblea.

 

Modificato da Tullio Ts
camillo50 dice:

ciao

leggi tra le righe gli interventi di Uapos.

Buongiorno Camillo, 

piccola mia confessione preliminare : io non mi esercito mai in dietrologia. Conosco X, do per scontato che sia persona degna e corretta, lo ascolto attentamente e...quando non era vero che fosse persona degna e corretta...mi arriva da tutti i sensi insieme, ugualmente. 😉

Ma...almeno fino ad ora...non mi arriva nulla di simile da Uapos. 

Mi sembra una Persona molto urtata dal comportamento del suo amm.re (da altre discussioni) e da alcuni suoi vicini. Nulla di più. 

 

camillo50 dice:

Se tu gli dici che è assurdo ciò che legalmente è valido, è ovvio che continuerà a girarci interno al problema. Ritengo che il suo intervento sia sempre limitato al suo caso specifico dove lo hai assecondato, secondo me non avendo percepito il suo atteggiamento.

Questa è un pochino più complicata, ma ti ringrazio dell'osservazione e conseguente possibilità di riflessione. Allora: chi gli ha detto che l'operazione fosse discutibile, e che la teoria è una cosa e la pratica tutta un'altra cosa...in effetti sei stato tu, qui : 

 

camillo50 dice:

c'è chi sostiene che nel momento che deleghi qualcuno era presentarti tu non devi essere lì. Dal punto di vista teorico hanno perfettamente ragione ma la pratica è tutta un'altra cosa.

Strada facendo Altri hanno detto che è tutto perfettamente legale, e ora tu emergi come sostenitore della più ligia legalità, mentre prima avevi detto "che la pratica è tutt'altra cosa" . 

 

Io, invece, non ho mai cambiato opinione su questo argomento, perchì partivo da un concetto completamente diverso dal tuo, di cui resto convinta, e cioè :

- che la Legge possa essere ...scucita e poi ricucita (in qualunque settore) per fare il proprio comodo...è a tutti gli italiani noto ed ovvio; 

- questo è talmente vero che...una delle forme di sciopero più efficaci è quella dello "sciopero bianco" (= applicazione rigidissima di tutte le regole per danneggiare il sistema) , e ...guarda caso...lo "sciopero bianco" è anche noto come "sciopero italiano" ! 😂

 

Sintesi : siamo allenatissimi a gestirci le Regole proprio come dicevi tu. E oggi può farci comodo gestirle in eccesso, come domani può farci comodo gestirle in difetto. Resta che siamo sempe pronti a gestirle come ci fa comodo, nella media, piuttosto che a rispettarne il senso e la ratio

 

Qui torno al caso Uapos : uno che porta cinque deleghe e poi è anche presente delegando un altro... per i miei gusti e per il mio sentire etico... è uno che molto italianamente ha sfruttato ogni pertugio per non infrangere formalmente la legge, mentre sostanzialmente è proprio quel classico "incettatore di deleghe" che la Legge (opportunamente) ha cercato di EVITARE. 

 

Sappiamo tutti che di caporioni di questo genere ce ne può essere in ogni condominio, e ...personalmente non faccio nessuna fatica ad immedesimarmi in Uapos, che ne è infastidito quanto lo sarei io. 

 

 

 

 

Noto anche come sciopero russo, sciopero finlandese ,sciopero ucraino etc etc 

peppe64 dice:

Noto anche come sciopero russo, sciopero finlandese ,sciopero ucraino etc etc 

Vero, ma ci scommeterei , da italiana, che il brevetto sia italianissimo! 😂

MADDY60 dice:

Strada facendo Altri hanno detto che è tutto perfettamente legale, e ora tu emergi come sostenitore della più ligia legalità, mentre prima avevi detto "che la pratica è tutt'altra cosa"

Ciao

 

Ti rammento che solo dopo la mia affermazione è emerso che il delegante presente era a suo volta portatore di deleghe.

Quindi la mia affermazione in base alle informazioni sino ad allora era corretta e con il nuovo elemento fornito è giustamente variata.   La cronologia delle risposte è importante.

Tullio Ts dice:

 è contrario a che siano presenti delegato e delegante? In questo caso deve obbiettare la contemporanea presenza del delegato e delegante e far scrivere a verbale la sua obiezione, esiste una sola sentenza (che ho trovato) in merito, purtroppo è di tribunale e non di Appello o Cassazione, probabilmente perchè i contendenti allora si sono ritenuti soddisfatti della decisione giudiziale;

 

Il condomino delegante non può pretendere di partecipare all'assemblea assieme al delegato; l'art. 67 Dis. Att. cc infatti prevede che il condomino possa intervenire all'assemblea a mezzo rappresentante ma non prevede la contemporanea presenza di entrambi che va esclusa per motivi di ordine nello svolgimento dei lavori di quest organo condominiale, tanto più che il secondo comma del suddetto articolo ammette un solo rappresentante nel caso di appartamento in comproprietà (Tribunale di Perugia 9/10.1964)

 

Ciao

trovo corretta e condivisibile la sentenza, ma non si attaglia al caso specifico in quanto la stessa non ha esaminato se un delegante era presente avendo a sua volta la delega.

 

 

camillo50 dice:

Ciao

trovo corretta e condivisibile la sentenza, ma non si attaglia al caso specifico in quanto la stessa non ha esaminato se un delegante era presente avendo a sua volta la delega.

 

Infatti Camillo, la mia era una ipotesi che solamente un Giudice potrebbe dipanare su ricorso di chi ne ha l'interesse e valutando con attenzione le diverse prospettive ancora non chiare e che l'art. 67 Dacc non chiarisce in maniera esplicita.

×