Vai al contenuto
sbirulino

Delegare persona per assemblea

Ciao ! Devo presentarmi alla assemblea condominiale con una persona di fiducia che mi assista . Come posso fare cosa dice la legge ? 

Che non sono ammesse persone terze. O deleghi lui e tu non vai, oppure vai tu

oltre a quanto già detto, potresti chiedere ai presenti il permesso di far partecipare una terza persona, se sono disponibili il problema non si pone.

sbirulino dice:

Ciao ! Devo presentarmi alla assemblea condominiale con una persona di fiducia che mi assista . Come posso fare cosa dice la legge ? 

Puoi presentarti con la persona e chiedere ai condòmini se accettano che  presenzi e intervenga quando tu glielo chiedi.

Danielabi dice:

Puoi presentarti con la persona e chiedere ai condòmini se accettano che  presenzi e intervenga quando tu glielo chiedi.

Ma quindi avviene sul momento . O prima io delego per sicurezza e poi chiedo se posso partecipare anche io ?Pensandoci e’ capitato che una coppia si presentasse sempre assieme . Quando invece quindi una Si deve presentare no? 
Non penso che faranno problemi .. 

Luigibrand dice:

La coppia cointestata ha le attribuzioni per partecipare. 

No

Luigibrand dice:

Amicici. Partecipano ma con una testa. Altro che no

No. Dovresti approfondire quando c'è  qualcuno che esprime opinioni diverse dalle tue.  Evitando offese possibilmente 

Art 67 dacc

Qualora un'unità immobiliare appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell'assemblea, che è designato dai comproprietari interessati a norma dell'articolo 1106 del codice.

 

omissis

Luigibrand dice:

Partecipano ma con una testa.

i comproprietari di una unità hanno diritto (come tutti) ad 1 rappresentante.

se c'è l'altro deve essere accettato da tutti e solo uno parlerà pèer discutere i punti all'odg.

normalmente non si fanno questioni, ma ...

Per completezza è utile rammentare che ai sensi dell'art. 66 disp. att. c.c. tale avviso può essere comunicato esclusivamente a mezzo di:

posta raccomandata;

posta elettronica certificata;

fax;

tramite consegna a mano.

Il ragionamento che è stato espresso alla luce di questa norma è che quando un appartamento è in comunione tra due o più persone, tutte queste persone devono essere personalmente avvisate, nei modi testé indicati, in quanto ognuna di esse ha diritto di partecipare all'assemblea condominiale.


Fonte: https://www.condominioweb.com/ogni-comproprietario-deve-essere-informato-dello-svolgimento-dellassemblea-di-condominio.14916

Luigibrand dice:

che quando un appartamento è in comunione tra due o più persone, tutte queste persone devono essere personalmente avvisate, nei modi testé indicati, in quanto ognuna di esse ha diritto di partecipare all'assemblea condominiale.

un conto è essere avvisate, un conto è il diritto che ognuno di loro ha a partecipare (proprio per questo devono tutte essere avvisate), ma è solo uno tra loro (che decideranno tra loro) che potrà partecipare come avente diritto all'assemblea.

 

Modificato da paul_cayard
Luigibrand dice:

Per completezza è utile rammentare che ai sensi dell'art. 66 disp. att. c.c. tale avviso può essere comunicato esclusivamente a mezzo di:

posta raccomandata;

posta elettronica certificata;

fax;

tramite consegna a mano.

Il ragionamento che è stato espresso alla luce di questa norma è che quando un appartamento è in comunione tra due o più persone, tutte queste persone devono essere personalmente avvisate, nei modi testé indicati, in quanto ognuna di esse ha diritto di partecipare all'assemblea condominiale.


Fonte: https://www.condominioweb.com/ogni-comproprietario-deve-essere-informato-dello-svolgimento-dellassemblea-di-condominio.14916

Non serve girare la frittata, hai affermato  e poi ribadito che entrambi potevano partecipare. Non si è detto di avvisi

Si hanno diritto a un solo rappresentante, ma ai fini del computo dei voti e delle teste nelle deliberazioni. all’interno dell’assemblea uno solo dei due è amministratore della comunione, ma ciò non impedisce la partecipazione di entrambi perché deve essere garantita loro la possibilità di partecipare comunque. Il resto sono interpretazioni. Dove ho comunione io partecipo e chi mi ha fatto notare qualcosa ha arretrato sempre a fronte di queste note. Ancora nessuno ha potuto cacciare chi era con me

E ti spiego anche perché : all’interno dell’assemblea si formano più completamente le determinazioni dei partecipanti a seconda di quello che viene presentato e l’amministratore della cosa comune può avere necessità di confronto prima di esprimere il voto. Confronto diretto e immediato. Per il 1106 L'amministratore della comunione è un mandatario.
 

Modificato da Luigibrand

così come l’amministratore di condominio è mandatario anche quello della comunione lo è. Così come il primo non può fare atti non preventivamente deliberati dall’assemblea il secondo non può fare atti non deliberati dai comunisti. Allora quando si decide che tipo di intervento edile autorizzare, quale preventivo scegliere (non preventivamente visionato) allora sorgono problemi di legittimità del voto del mandatario ove i mandanti non siano presenti

Modificato da Luigibrand
camillo50 dice:
Luigibrand dice:

Non serve girare la frittata, hai affermato  e poi ribadito che entrambi potevano partecipare. Non si è detto di avvisi

Le pillole di sapere fanno male! 

Luigibrand dice:

Dove ho comunione io partecipo e chi mi ha fatto notare qualcosa ha arretrato sempre a fronte di queste note. Ancora nessuno ha potuto cacciare chi era con me

Nella pratica succede che all'assemblea si possa presentare il padre con il figlio non condòmino o il condòmino con il proprio coniuge (e successo anche nelle mie assemblee) ma nessuno si è mai impuntato pur essendo possibile allontanare le persone di troppo perchè, come ti è già stato ripetuto da tutti, senza il consenso unaninime, solo un rappresentante della comproprietà è ammesso all'assemblea.

Se tu hai partecipato insieme al comproprietario e qualcuno te lo ha fatto notare ma poi ha arretrato, vuol dire che il più ha capito il meno ma non ha arretrato per impedimenti di Legge.

Leonardo53 dice:

Nella pratica succede che all'assemblea si possa presentare il padre con il figlio non condòmino o il condòmino con il proprio coniuge (e successo anche nelle mie assemblee) ma nessuno si è mai impuntato pur essendo possibile allontanare le persone di troppo perchè, come ti è già stato ripetuto da tutti, senza il consenso unaninime, solo un rappresentante della comproprietà è ammesso all'assemblea.

Se tu hai partecipato insieme al comproprietario e qualcuno te lo ha fatto notare ma poi ha arretrato, vuol dire che il più ha capito il meno ma non ha arretrato per impedimenti di Legge.

Leonardo hai mp

Non confondiamo il diritto di voto col diritto ad assistere. Il comproprietario ha diritto incomprimibile di sapere cosa succede in assemblea che non è pienamente soddisfatto dal fatto di avere un mandatario della comunione, nè d’altra parte gli è imposto o può esserlo di non prendere parte al l’adunanza come spettatore. L’allontanamento eventuale anche disposto da amministratore e presidente che non avesse alcun seguito da parte del mandante della comunione non potrebbe in alcun caso giustificare impugnazioni o nullità, tantomeno l’intervento della forza pubblica.

Modificato da Luigibrand

La domanda iniziale è se sbirulino può presentarsi in assemblea accompagnato da una persona di sua fiducia.

Non ha detto che questa persona sia comproprietaria.

Tutto il resto non c’entra nulla col quesito posto.

 

Giovanni Inga dice:

La domanda iniziale è se sbirulino può presentarsi in assemblea accompagnato da una persona di sua fiducia.

Non ha detto che questa persona sia comproprietaria.

Tutto il resto non c’entra nulla col quesito posto.

 

Restano generalizzazioni su temi normativi condominiali che sono accademici inerenti all’argomento della sezione del forum

Luigibrand dice:

Restano generalizzazioni su temi normativi condominiali che sono accademici inerenti all’argomento della sezione del forum

Non all’argomento del quesito iniziale posto.

 

Dovresti richiamare @camillo50 allora. Dato che è intervenuto sollevando la questione dei necessari approfondimenti e invitandomi ad esporre in maniera sottesa.

Giovanni Inga dice:

Non all’argomento del quesito iniziale posto.

 

Si grazie .quindi io posso delegare lui è comunque presenziare perché si tiene sul suolo

del mio condominio . E io ci vivo

.

nessuno può vietarmi di stare a zonzo

nel cortile del mio condominio . 

Modificato da sbirulino
×