Vai al contenuto
AleDestro

Delega permanente a rappresentare un condomino in assemblea

Buongiorno,

un condomino molto anziano (pa pur sempre in possesso dei diritti civili) chiede di poter dare una delega perenne a partecipare a tutte le assemblee condominiali al proprio figlio.

In concreto chiede di poter fare un unico documento da consegnare all' amministratore e da mettere nel fascicolo del Condominio, con il quale delega in maniera permanente suo figlio a partecipare a tutte le assemblee per suo conto.

 

E' una cosa fattibile oppure è obbligatoria una delega specifica per ogni assemblea?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

essendo una persona molto anziana , non credo che questo sia vietato. io penso che dovrai anche mettere in anagrafe a questo punto il nominativo del figlio per eventuali comunicazioni. Molto probabilmente il figlio fungerà da Amministratore di sostegno. penso che sia legale .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

forse ho dato un' idea sbagliata di quello che chiedo.

 

Quello che serve a me è una risposta oggettiva, supportata dalla giurisprudenza o almeno da un pensiero giuridico compiuto, che mi dica se posso o non posso accettare formalmente una delega perenne da parte di un condomino nel pieno possesso delle sue facoltà giuridiche.

 

La domanda nasce da un caso concreto all' interno di un condominio dove le cause sono all' ordine del giorno, quindi se accetto la delega automaticamente mi assumo la piena responsabilità, come amministratore, di un' eventuale impugnazione di delibera assembleare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
forse ho dato un' idea sbagliata di quello che chiedo.

 

Quello che serve a me è una risposta oggettiva, supportata dalla giurisprudenza o almeno da un pensiero giuridico compiuto, che mi dica se posso o non posso accettare formalmente una delega perenne da parte di un condomino nel pieno possesso delle sue facoltà giuridiche.

 

La domanda nasce da un caso concreto all' interno di un condominio dove le cause sono all' ordine del giorno, quindi se accetto la delega automaticamente mi assumo la piena responsabilità, come amministratore, di un' eventuale impugnazione di delibera assembleare.

l'eventuale responsabilità sarà del Presidente dell'assemblea e non dell'amminsitratore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
forse ho dato un' idea sbagliata di quello che chiedo.

 

Quello che serve a me è una risposta oggettiva, supportata dalla giurisprudenza o almeno da un pensiero giuridico compiuto, che mi dica se posso o non posso accettare formalmente una delega perenne da parte di un condomino nel pieno possesso delle sue facoltà giuridiche.

 

La domanda nasce da un caso concreto all' interno di un condominio dove le cause sono all' ordine del giorno, quindi se accetto la delega automaticamente mi assumo la piena responsabilità, come amministratore, di un' eventuale impugnazione di delibera assembleare.

La delega permanente è valida solamente per l'ordinaria amministrazione --> art. 1708 cc, per quelle straordinarie la delega deve essere ceduta di volta in volta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
l'eventuale responsabilità sarà del Presidente dell'assemblea e non dell'amminsitratore

anche io ritengo che la delega permanente sia valida ma soltanto per le assemblee ordinarie che riguardano l'approvazione dei bilanci

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La delega permanente è valida solamente per l'ordinaria amministrazione --> art. 1708 cc, per quelle straordinarie la delega deve essere ceduta di volta in volta
anche io ritengo che la delega permanente sia valida ma soltanto per le assemblee ordinarie che riguardano l'approvazione dei bilanci

concordo.

per delibere straordinarie delega specifica per quando c'è l'occasione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io starei un po' attento quando applico l' art 1708 c.c.

Quando recita "Il mandato generale non comprende gli atti che eccedono l'ordinaria amministrazione, se non sono indicati espressamente" non sono così sereno a fare il semplice parallelismo atti ordinari - atti straordinari = delibera ordinaria - delibera straordinaria.

 

Peraltro un mandato generale non è certo il mandato che viene dato per essere rappresentati in assemblea!

 

Accetterei senza ombra di dubbio una persona munita di mandato generale per l' amministrazione dei beni di un condomino, ma non è questo il caso: qui stiamo parlando di un documento che semplicemente nomina un "delegato perpetuo" alle assemblee di condominio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Digli che facesse una procura speciale ......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Io starei un po' attento quando applico l' art 1708 c.c.

Quando recita "Il mandato generale non comprende gli atti che eccedono l'ordinaria amministrazione, se non sono indicati espressamente" non sono così sereno a fare il semplice parallelismo atti ordinari - atti straordinari = delibera ordinaria - delibera straordinaria.

 

Peraltro un mandato generale non è certo il mandato che viene dato per essere rappresentati in assemblea!

 

Accetterei senza ombra di dubbio una persona munita di mandato generale per l' amministrazione dei beni di un condomino, ma non è questo il caso: qui stiamo parlando di un documento che semplicemente nomina un "delegato perpetuo" alle assemblee di condominio

Leggi questo link;

 

Condominio. La delega permanente

http://www.iussit.com/condominio-la-delega-permanente/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Tullio, veramente un lik utile e, direi, decisamente dirimente della questione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×