Vai al contenuto
gloria80

Delega per rappresentanza in assemblea condominiale

buongiorno a tutti...

 

in assemblea condominiale abbiamo il problema che alcuni condomini pretendono che all'assemblea faccian parte solo i proprietari degli stabili.

 

ci son 4 famiglie di persone molto anziane che si fann accompagnare dai nipoti o i figli. Alcuni condomini (posso dire arroganti e con poco buon senso) pretendono che rimangan solo i vecchietti in assemblea ( i quali pur fando la delega ai figli vorrebbero comunque stare in assemblea).

 

Si può fare che i nonnetti vengan in assemblea delegando i nipoti o i figli con il 50% dell unita' immobiliare spettante ai rispettivi mariti o mogli?

 

esempio: tizio e caio son proprietari di un immobile,ciascuno al 50%. All assemblea può prender parte Tizio con il nipote che rappresenta per delega Caio?

 

grazie mille!

buongiorno a tutti...

 

in assemblea condominiale abbiamo il problema che alcuni condomini pretendono che all'assemblea faccian parte solo i proprietari degli stabili.

 

ci son 4 famiglie di persone molto anziane che si fann accompagnare dai nipoti o i figli. Alcuni condomini (posso dire arroganti e con poco buon senso) pretendono che rimangan solo i vecchietti in assemblea ( i quali pur fando la delega ai figli vorrebbero comunque stare in assemblea).

 

Si può fare che i nonnetti vengan in assemblea delegando i nipoti o i figli con il 50% dell unita' immobiliare spettante ai rispettivi mariti o mogli?

 

esempio: tizio e caio son proprietari di un immobile,ciascuno al 50%. All assemblea può prender parte Tizio con il nipote che rappresenta per delega Caio?

 

grazie mille!

Le pretese vanno regolamentate e rimandate ai rispettivi mittenti.

Se non esiste un regolamento che preveda tale pretesa,la delega può esser conferita a nipoti e figli senza vincolo alcuno,senza che i vecchietti debbano presenziare.

Questo l'amministratore avrebbe già dovuto spiegarlo senza farvi pensare arzigogolate soluzioni.

...senza che i vecchietti debbano presenziare....

Credo che il punto sia proprio questo.

Se presenziano i vecchietti (condòmini) decade la delega ed i figli sono dei perfetti estranei all'assemblea.

Quindi o i vecchietti o i delegati.

Presenti insieme solo con il consenso di tutti i presenti.

Se presenziano i vecchietti (condòmini) decade la delega ed i figli sono dei perfetti estranei all'assemblea.

Quindi o i vecchietti o i delegati.

Perfettamente d'accordo su questa affermazione, se il delegato e delegante sono ambedue presenti decade la delega, ed il delegato decaduto potrà rimanere se nessuno dei presenti obietta la sua presenza, ma solamente come uditore.
Credo che il punto sia proprio questo.

Se presenziano i vecchietti (condòmini) decade la delega ed i figli sono dei perfetti estranei all'assemblea.

Quindi o i vecchietti o i delegati.

Presenti insieme solo con il consenso di tutti i presenti.

Il sacco va preso dalla cima.

I diritti vanno esercitati e non cercate soluzioni alternative per ovviare.

Alle volte si deve esser capaci di imporsi,con educazione,ma fermamente è questo il suggerimento che si dovrebbe recepire.

I vecchietti mi pare non desiderino presenziare (nonostante la pretesa avanzata),questo è il problema, la legge è dalla loro parte basta applicarla,deleghino.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Perfettamente d'accordo su questa affermazione, se il delegato e delegante sono ambedue presenti decade la delega, ed il delegato decaduto potrà rimanere se nessuno dei presenti obietta la sua presenza, ma solamente come uditore.

Se si esercitano i diritti legittimi la coopresenza non si rende necessaria.

Il problema di questo topic è conoscere ed applicare i diritti sacrosanti (delegare chiunque)non studiare soluzioni per accontentare condòmini pretenziosi.

I vecchietti mi pare non desiderino presenziare (nonostante la pretesa avanzata),questo è il problema, la legge è dalla loro parte basta applicarla,deleghino.

 

no,questo è errato quindi mi ricito nelle parole che ho scritto

 

 

Alcuni condomini pretendono che rimangan solo i vecchietti in assemblea ( i quali pur fando la delega ai figli vorrebbero comunque stare in assemblea).

per questa ragione e per ovviare al problema mi domando :

 

 

esempio: tizio e caio son proprietari di un immobile,ciascuno al 50%. All assemblea può prender parte Tizio con il nipote che rappresenta per delega Caio?

 

grazie mille!

Mi rendo conto che occorrebbe anche da parte degli altri condomini un pò di buon senso ,però se non vi è cerco una soluzione..rendo l 'idea?

 

vi ringrazio a tutti per le risposte! ciao! 🙂

Il sacco va preso dalla cima.

I diritti vanno esercitati e non cercate soluzioni alternative per ovviare...

Ho riletto meglio; questa frase mi aveva fuorviato:

"Si può fare che i nonnetti vengan in assemblea delegando i nipoti o i figli con il 50% dell unita' immobiliare spettante ai rispettivi mariti o mogli?"

Avevo creduto si trattasse di un'esigenza dei nonnetti di assistere all'assemblea insieme ai loro delegati; invece dalla prima afermazione:

"alcuni condomini pretendono che all'assemblea faccian parte solo i proprietari degli stabili"

mi son reso conto che la soluzione di far partecipare delegato e condòmino era solo un espediente per ovviare alle "pretese" di alcuni condòmini.

I nonnetti possono tranquillamente starsene a casa e delegare non solo un parente ma anche un estraneo.

I condòmini pretestuosi devono farsene una ragione perchè la presenza a mezzo rappresentante è contemplata dall' inderogabile art. 67.

no,questo è errato quindi mi ricito nelle parole che ho scritto

 

 

 

per questa ragione e per ovviare al problema mi domando :

 

 

 

Mi rendo conto che occorrebbe anche da parte degli altri condomini un pò di buon senso ,però se non vi è cerco una soluzione..rendo l 'idea?

 

vi ringrazio a tutti per le risposte! ciao! 🙂

Non credo di essere uscito O.T. da quanto chiesto dall'O.P., infatti chiedeva;

esempio: tizio e caio son proprietari di un immobile,ciascuno al 50%. All assemblea può prender parte Tizio con il nipote che rappresenta per delega Caio?
no,questo è errato quindi mi ricito nelle parole che ho scritto

Hai scritto mentre rispondevo.

Chiarisci il concetto:

1) I vecchietti PRETENDONO di presenziare in assemblea insieme ai loro delegati.

 

2) I condòmini pretestuosi PRTENDONO che a partecipare siano solo i vecchietti e nessun altro al posto loro.

 

Accendiamo la 1 o la 2?

 

- - - Aggiornato - - -

 

 

...Anch'io avevo così interpretato ma a quanto pare non è la versione giusta.

Hai scritto mentre rispondevo.

Chiarisci il concetto:

1) I vecchietti PRETENDONO di presenziare in assemblea insieme ai loro delegati.

 

2) I condòmini pretestuosi PRTENDONO che a partecipare siano solo i vecchietti e nessun altro al posto loro.

la prima è corretta

 

grazie

 

 

 

preciso che i vecchietti, sebbene vogliano partecipare all assemblea, han problemi di "sordità " e di comprensione

 

ora mi chiederete perchè non delegano senza venire in assemblea e basta..che vi devo dire,sarà la mentalità!

 

alla fine cosa devo dedurre (ho le idee molto confuse 🙂

Art. 67c.c.

Ogni condomino può intervenire all'assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta. Se i condomini sono più di venti, il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e del valore proporzionale.

Qualora un'unità immobiliare appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell'assemblea, che è designato dai comproprietari interessati a norma dell'articolo 1106 del codice.

Tu cosa deduci?

Io deduco che anche se ci fossero 10 comproprietari di un solo appartamento uno solo, scelto dai dieci, avrebbe diritto a partecipare all'assemblea.

Si può discutere sulla poca sensibilità dei condòmini ma la Legge è dalla loro parte.

hai ragione leonardo

Prima della modifica del cc avvenuta il 18.06.13 l'articolo diceva;

 

67.Ogni condomino può intervenire all’assemblea anche a mezzo di rappresentante.

Qualora un piano o porzione di piano appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell’assemblea, che è designato dai comproprietari interessati; in mancanza provvede per sorteggio il presidente.

...

i vecchietti non potrebbero rimanere senza diritto di intervento (delegando i figli presenti che interverrebbero regolarmente)?

Un compromesso: "tu rimani ma non fai casino"

Prima della modifica del cc avvenuta il 18.06.13 l'articolo diceva;

 

67.Ogni condomino può intervenire all’assemblea anche a mezzo di rappresentante.

Qualora un piano o porzione di piano appartenga in proprietà indivisa a più persone, queste hanno diritto a un solo rappresentante nell’assemblea, che è designato dai comproprietari interessati; in mancanza provvede per sorteggio il presidente.

...

grazie mille 🙂

sì ma veramente...!!! Se hanno delle balle chiamino i carabinieri!!!

Come c@xxo si fa????? Ma si rendono conto? Vogliono APPROFITTARSENE perchè sono vecchi?

Come c@xxo si fa????? Ma si rendono conto? Vogliono APPROFITTARSENE perchè sono vecchi?

la mia impressione è proprio questa...anche perchè son un pò sordi ed alle volte si accorgono solo a casa di quel che è stato detto e accettato in verbale

Magari in ritardo...ma nulla osta alla contemporanea presenza in assemblea di Delegato e Delegante.

 

Qualsiasi proprietario/condomino ha il diritto di essere presente in assemblea.

Se dà delega ad altra persona s' intende che il dirtto a presenziare resta immutato (perchè dando delega non perde la titolarità del bene) ma non potrà intervenire in fase di voto.

 

Sarà compito del presidente regolamentare l' assemblea affinche chi presenzia senza diritto di voto non abusi creando impedimento al naturale svolgimento.

Magari in ritardo...ma nulla osta alla contemporanea presenza in assemblea di Delegato e Delegante.

 

Qualsiasi proprietario/condomino ha il diritto di essere presente in assemblea.

Se dà delega ad altra persona s' intende che il dirtto a presenziare resta immutato (perchè dando delega non perde la titolarità del bene) ma non potrà intervenire in fase di voto.

 

Sarà compito del presidente regolamentare l' assemblea affinche chi presenzia senza diritto di voto non abusi creando impedimento al naturale svolgimento.

Qualche giorno fa si è disquisito sul presenziare/partecipare.

Se ogni condòmino può intervenire all'assemblea (e non solo al voto) anche a mezzo di rappresentante (cfr. art. 67 c.c.) ritengo che solo il rappresentante abbia titolo per intervenire (parlare) alla discussione altrimenti non avrebbe senso la presenza di un condòmino che discute e decide ed un estraneo delegato che si limita ad esprimere il voto suggerito dal delegante.

 

Se fosse come ritengo e gli altri condòmini chiedono il rispetto delle regole, riesci ad immaginare un'assemblea con la presenza di vecchietti che oltre ad esser sordi dovrebbero diventare muti? Io credo che neanche i carabinieri riuscirebbero a zittirli 🙂

se il delegante oltre che a presenziare ,partecipa all'assemblea con il suo atto estingue la delega . quindi sara' il delegato che non potra' piu' partecipare e votare per conto del delegante .

Già scritto Leonardo che solo il delegato avrà titolo per intervenire.

Peppe dove trovi suffragio per la tua tesi ?

Art. di Legge che afferma quanto sostieni. Se rileggi non sono il solo ad indicare la possibile contemporanea presenza.

Già scritto Leonardo che solo il delegato avrà titolo per intervenire.

Peppe dove trovi suffragio per la tua tesi ?

Art. di Legge che afferma quanto sostieni. Se rileggi non sono il solo ad indicare la possibile contemporanea presenza.

mai affermato che sia il delegante che il delegato non possano essere contemporaneamente presenti .

quello che non possono fare contemporaneamente e' partecipare e votare . la partecipazione da parte del delegante fa estinguere la delega visto che la partecipazione era un atto che doveva svolgere il delegato .

.

"solo il delegato avrà titolo per intervenire" giusto fino a che il delegante si limita alla sola presenza . se partecipa o chiede di votare la delega si estingue .ovvero il titolo per partecipare e votare torna in capo al delegante .

C'è una pronuncia che dice;

 

Il condomino delegante non può pretendere di partecipare all'assemblea assieme al delegato; l'art. 67 Dis. Att. cc infatti prevede che il condomino possa intervenire all'assemblea a mezzo rappresentante ma non prevede la contemporanea presenza di entrambi che va esclusa per motivi di ordine nello svolgimento dei lavori di quest organo condominiale (Tribunale di Perugia 9/10.1964)

http://books.google.it/books?id=-XXbwIxBcEUC&pg=PA100&lpg=PA100&dq=Il+condomino+delegante+non+pu%C3%B2+pretendere+di+partecipare+all%27assemblea+assieme+al+delegato&source=bl&ots=gKoDahpQRj&sig=KLCLO4ejACEPurDBYYquO4f48iQ&hl=it&sa=X&ei=WtlhU9-7LcePOJLxgeAM&ved=0CDEQ6AEwAA#v=onepage&q=Il%20condomino%20delegante%20non%20pu%C3%B2%20pretendere%20di%20partecipare%20all'assemblea%20assieme%20al%20delegato&f=false

 

Non ho trovato pronunce contrarie

State dicendo tutti la stessa cosa che ho detto io: se c'è il delegato solo questi potrà partecipare alla discussione mente il delegante potrà essere presente solo in qualità di uditore.

In questo caso specifico (vecchietti sordi) ve lo immaginate un uditore sordo che essendo accompagnato da un delegato a mo di "amplifon" presumibilmente vorrà capire e partecipare all'assemblea?

Altrimenti uno che non sente e non può parlare che ci farebbe in assemblea?

Avete mai avuto a che fare con i vecchietti? Io ci ho a che fare ogni tanto nel sociale e posso assicurarvi che alcuni sono peggio dei bambini; non riesci a farli ragionare ne con le buone ne con le cattive... quasi come accade a volte in questo forum :icon_lol::icon_lol:

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×