Vai al contenuto
Emilio M

Delega che non riporta nome del delegato.

Premesso che sono a conoscenza che l'unico soggetto che può sollevare la validità della delega è il condomino delegante.

Ieri sera in assemblea è accaduto un fatto grave, in sede di verifica di costituzione dell'assemblea abbiamo sottratto in disponibilità della segretaria dell'amministratore 11 deleghe, fascicolate a mazzetto, e firmate ma che non riportavano il nome del delegato. Con buona probabilità sarebbero state successivamente distribuite ai condomini a favore dell'operato dell'amministratore all'insaputa sia del delegante che si è prestato (trattasi di tutte persone di nazionalità straniera che probabilmente non comprendono il meccanismo della vicenda) ma sia del delegato che in realtà neanche sa di aver ricevuto delega.

Presupponiamo senza certezza che il portiere le abbia raccolte e portate in disponibilità dell'amministratore.

Per evitare che ciò si ripeta si pensava di sollevare alle future assemblea la verifica della validità della stessa in capo al presidente, allegando quanto meno l'elenco dei presenti e l'elenco delle deleghe associando delegati e deleganti, cosi che se qualcuno voglia impugnare perchè non riconosca di aver dato delega può farlo.

So che mi risponderete che ciò è quasi scontato ma in questo condominio non viene fatto.

 

Altra questione che sollevavano alcuni condomini è invece se esistono gli estremi per poter denunciare il reato di falso e tentata truffa.

Come dici tu, quello che chiedi è più o meno la norma ovunque.

Il presidente verifica la regolarità degli avvisi di convocazione (invii e ricezioni entro i termini di legge), conteggia i presenti (personalmente o per delega) e di conseguenza dichiara (o meno) validamente costituita l'assemblea.

Ti consiglio di verificare inoltre se sul regolamento di condominio ci siano particolari limiti alle deleghe (tipo "ciascun condomino può portare non più di tre deleghe") e/o che sia comunque rispettato il limite ex art.67 dacc, secondo cui "in caso di condominio formato da più di 20 condòmini, il delegato nonnon può rappresentare più di 1/5 dei condomini E 1/5 dei millesimi"

 

per la seconda domanda, ci vorrebbe un penalista...

Si limite massimo 3 deleghe, per questo alcuni condomini si ritrovano deleghe a loro insaputa. L'elenco dei presenti sino ad oggi non è stato mai allegato.

Per la seconda domanda vorremmo dare un segnale sporgendo denuncia, non per farci sorridere dalle forze dell'ordine che credo hanno ben altro su cui lavorare, ma per intimorire che ha di questi comportamenti ed indurlo a non reiterarli.

la colpa e' del delegante che delega in bianco .
Concordo, consegnare una delega non indicando il nome del delegato vale pari pari ad un assegno bancario firmato senza nome e senza cifra 🙂

salve, il delegante mi spedisce via fax la sua delega firmata senza indicare il nominativo del delegato e poi mi dice: se il tuo numero di deleghe supera il 1/5 delle teste e il 1/5 dei mm. puoi passare la mia delega al condomino mario rossi purche' si raggiunga il quorum necessario. e' irregolare questa prassi? io penso proprio di no!

secondo me si, perchè il momento decisionale di farsi rappresentare è quello in cui si appone la firma. Se firmi senza indicare il delegato la delega non ha valore. Ovviamente l'accordo può valore tra voi, ma non mi sembra il caso di farlo rilevare in sede di validazione dei presenti e soprattutto coinvolgendo l'amministratore. mi pare che scajola si è ritrovato una casa a sua insaputa...qui ci son persone che si sono ritrovati deleghe a loro insaputa.

Non ravviso gli estremi per una deuncia per "tentata truffa" visto che come suggerito da altri è il delgante ad assumersi le responsabilità di una delega "in bianco".

Intentare una causa su simili presupposti vi espone quasi sicuramente a sconfitta certa. Basta che il delegante riconosca la delega affremando che era a conoscenza di cosa comortava e della persona cui l' aveva affidata che tutto il castello accusatorio salta.

 

La "delega in bianco" è ammessa per Legge e non può essere nemmeno impedita da un RdC nemmeno se Contrattuale...semmai si può solo regolamentare (limite max).

 

Nemmeno è previsto che la delega vada compilata prima di arrivare in assemblea...ma semplicemente prima della consegna per la verifica.

Si può analizzare l' Art. 67 DACC anche per anni...ma avere una strampalata interpretazione dell' Itlaiano per affermare cose diverse da quelle scritte.

ad ulteriore informazione circa il mio precedente intervento, diro' che avendo io una delega in piu' di 1/5 e 1/5, gia' al momento del conteggio, prima di iniziare i lavori, ho telefonato al delegante per avere il consenso ad assegnare la sua delega ad un altro condomino, cosa che il delegante aveva gia' messo in previsione purche' si riuscisse finalmente a poter deliberare su argomenti importanti. d'altro canto e' lo stesso condomino non residente, il piu' delle volte impossibilitato a presenziare, a chiedere di essere rappresentato da qualcuno di sua fiducia per il buon andamento del condominio e di conseguenza anche del suo appartamento. siamo in 51 di cui solo 25 effettivamente residenti, per esperienza gia' vissuta, non c'e' altro modo per andare avanti. poi, emilioM, non confondere i compiti dell'amm.re con quelli del presidente di assemblea. saluti

abbiate pazienza....tutto vale fino alla consegna, se le deleghe in bianco le riparte l'amministratore secondo la sua convenienza è altro discorso (ricordatevi che sono state sottratte alla segretaria dell'amministratore).

..... (ricordatevi che sono state sottratte alla segretaria dell'amministratore).

La sottrazzione era indebita e questa si persino impugnabile e contestabile in sede civile.

 

Avete commesso un abuso di potere.

Il presidente verifica la regolarità dell'assemblea, chi viene rappresentato per delega avrebbe dovuto indicare il nome del delegato. Tali deleghe non riportavano il nome quindi sono state giustamente sottratte.

Il reato è questo: codice penale, art.485:

 

Falsità in scrittura privata.

"Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, forma, in tutto o in parte, una scrittura privata falsa, o altera una scrittura privata vera, è punito, qualora ne faccia uso o lasci che altri ne faccia uso, con la reclusione da sei mesi a tre anni.

 

Si considerano alterazioni anche le aggiunte falsamente apposte a una scrittura vera, dopo che questa fu definitivamente formata."

Il presidente verifica la regolarità dell'assemblea, chi viene rappresentato per delega avrebbe dovuto indicare il nome del delegato. Tali deleghe non riportavano il nome quindi sono state giustamente sottratte.

Il reato è questo: codice penale, art.485:

 

Falsità in scrittura privata.

"Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, forma, in tutto o in parte, una scrittura privata falsa, o altera una scrittura privata vera, è punito, qualora ne faccia uso o lasci che altri ne faccia uso, con la reclusione da sei mesi a tre anni.

 

Si considerano alterazioni anche le aggiunte falsamente apposte a una scrittura vera, dopo che questa fu definitivamente formata."

Chiami in ballo persino il Penale ???!!!

Ma per piacere.

 

Scusa Architetto...forse hai le idee confuse...

 

SE Tizio consegna a Caio un foglio con su scritto:

Il sottoscritto delega al portatore della presente il diritto di voto durante l' assemblea Condominiale del xx/xx/xxxx in cui si dibatterà sui seguenti punti inseriti nell' OdG (segue elenco)...e ci aggiunge la firma

 

...su quali basi tu (presidente o peggio semplice condomino) puoi "sequestrare" rendendo inefficace tale disposizione e persino accusare di violazione del Codice Penale il portatore in "buona fede"?

 

Saprai certamente far progetti...ma in Diritto hai qualche lacuna.🙂

Chiami in ballo persino il Penale ???!!!

Ma per piacere.

 

Scusi architetto...forse hai le idee confuse...

 

SE Tizio consegna a Caio un foglio con su scritto: Il sottoscritto delega al portatore della presente il diritto di voto durante l' assemblea Condominiale del xx/xx/xxxx in cui si dibatterà sui seguenti punti inseriti nell' OdG (segue elenco)...e ci aggiunge la firma...su quali basi tu (presidente) puoi "sequestrare" rendendo inefficace tale disposizione e persino accusare di violazione del Codice Penale il portatore in "buona fede"?

 

Saprai certamente far progetti...ma in Diritto hai qualche lacuna.🙂

emilioM caro, lascia stare il penale, rifletti bene sul mio post nr. 9. altrimenti e' inutile continuare.

Il sottoscritto delega al portatore della presente il diritto di voto durante l' assemblea Condominiale del xx/xx/xxxx in cui si dibatterà sui seguenti punti inseriti nell' OdG (segue elenco)...e ci aggiunge la firma

 

Perdonami ma non vivi sulla tua pelle quanto è accaduto. Non stiamo parlando di una delega, ma di 11 deleghe un mazzetto di foglietti. La delega non è "al portataore", in ogni caso quale sia il portatore è difficile da comprendere visto che il portatore è stato il portiere che le ha consegnate all'amministratore e quest'ultimo Vi attribuisce un portatore a "sua insaputa".

La delega riporta "il sottoscritto delega il sig: ( spazio lasciato in bianco) a rappresentarmi per l'assemblea del giorno"...nulla altro.

La sottrazione non è indebita, non sono state sottratte ad un condomino ma all'amministratore che le occultava ad operazioni di assemblea già iniziate sotto la piena responsabilità del presidente che le ha lette in assemblea, nessuno dei condomini presenti le ha rivendicate, con buona bella figura dell'amministratore che non ha alzato ciglio, (disonesto), ne ha verbalizzato i nomi perchè nel verbale si possa dire che gli stessi non sono stati rappresentati per difetto di delega, tutti stranieri che statisticamente non partecipano all'assemblea (quindi si pone il dubbio anche che l'abbiano effettivamente consegnata loro mani), molte di queste deleghe non hanno una vera è propria firma, ma il nome scritto in stampatello, la penna utilizzata appare di per se sempre la stessa, ed un condomino straniero recatosi in assemblea ha fatto notare che alla sua convocazione era stato strappato il foglio della delega (questa rientra tra le 11) operazione non fatta da lui.

Vi faccio anche notare che l'amministratore non ha mai allegato al verbale di assemblea il foglio dei presenti, ma ha solo citato presenti n. e presenti per delega n.

Ciò che è accaduto è evidente a tutti del tentativo di attribuire le deleghe influendo non poco sulla volontà dell'assemblea.

In ogni caso visto quanto è accaduto il presidente ha sciolto l'assemblea ritenendola non valida e richiesta nuova convocazione (non si sa quale altri deleghe siano state utilizzate in modo analogo).

Io posso ben comprendere quali siano i retroscena della vostra azione...ma questo non cambia la sostanza.

 

Tu stesso avevi esordito con:

 

Premesso che sono a conoscenza che l'unico soggetto che può sollevare la validità della delega è il condomino delegante

Quindi da solo dovresti capire che gli unici ad aver eventualmente infranto il Codice Penale sono stati i "sequestratori" delle Deleghe.Ora peròdai una versione differente spiegando che:1)non sono state sottratte ad un condomino ma all'amministratore che le occultava ad operazioni di assemblea già iniziate sotto la piena responsabilità del presidente che le ha lette in assemblea,

L' amministratore non ha alcun potere in Assemblea..se finora l' avevate concesso la colpa è vostra.

 

2)nessuno dei condomini presenti le ha rivendicate

questo cambia tutto lo scenario...perchè non dovevano esserci deleghe in bianco e rispettivi deleganti contemporaneamente presenti

 

3) molte di queste deleghe non hanno una vera è propria firma, ma il nome scritto in stampatello, la penna utilizzata appare di per se sempre la stessa, ed un condomino straniero recatosi in assemblea ha fatto notare che alla sua convocazione era stato strappato il foglio della delega (questa rientra tra le 11) operazione non fatta da lui.

Quindi non è modifica di un documento ma falsificazione totale dello stesso. Questo è diverso da come l' hai spiegato inizialmnete e configura si violazione del Codice Penale.

 

4)Vi faccio anche notare che l'amministratore non ha mai allegato al verbale di assemblea il foglio dei presenti, ma ha solo citato presenti n. e presenti per delega n.

Amcora...non è l' amministratore che deve redigere verbale o curare cosa allegare o meno.

Ho fatto mi piace al tuo ultimo commento dirmaz perchè ci siamo riappropriati della sovranità dell'assemblea solo da questa convocazione (ho comprato da poco)...ciò che accadeva era normalità.

Cmq concordo...l'ira di subire tali azioni dopo un pò lascia spazio al buon senso. Credo che il polverone sollevato basti ad evitare che ciò si ripeta, colpa nostra se certe cose accadono, ma la fregatura e dietro l'angolo con un amministratore cosi devi avere cento occhi.

a seguito di quanto ho letto, e volvendo ancora una volta chiarimenti, specifico quanto seghe:

" un condomino sfacciatamente e apertamente ha compilato la delega così come ha fasificato la firma della moglie ".

 

" detta delega è stata accettata e verbalizzata "

Domanda : " è valida !!!!!!?????? ", " Il verbale può essere dichiarato nullo e/o passare nel penale"

Grazie

×