Vai al contenuto
vibaspo

Definizione spese accessorie

Cito da altra fonte:

 

Che cosa succede quando il contratto non prevede nulla in merito alle spese condominiali, oppure recita la formula "oneri accessori (o spese condominiali) come per legge"? In questi casi trovano applicazione il primo ed il secondo comma dell'art. 9 legge 392 del 1978. Si tratta, almeno con riferimento al primo comma, di un'elencazione meramente esemplificativa. Cio' e' dimostrato dalla presenza della formula di chiusura "fornitura di altri servizi comuni",che si riferisce alle spese (ulteriori rispetto a quelle elencate) imputabili per legge al conduttore. Proprio la genericita' di questa formula porta, non di rado, l'inquilino a contestare le spese addebitate. Cosi', accade spesso che al conduttore si facciano pagare le competenze dell'amministratore o la polizza assicurativa. Alcune sentenze hanno negato che tali oneri spettino per legge al conduttore. La dicitura altri servizi comuni intende individuare tutte quelle prestazioni utili alla manutenzione del condominio. Ad esempio, ricadra' sul conduttore il dovere di corrispondere il compenso al giardiniere per le opere prestate in relazione allo spazio verde comune.

 

Il mio contratto di locazione alla voce oneri accessori riporta testualmente: "Sono a carico del conduttore le spese relative agli oneri accessori nonchè la tassa sui rifiuti solidi urbani e il canone acqua e fogna." Poi descrive le questioni su riparto e pezze giustificative.

 

La domanda: non riportando la dicitura "altri servizi comuni" mi esonera dal pagamento di tali costi, come ad esempio la manutenzione del verde comune?

 

Grazie.

Ciao

la pulizia del verde rientra tra gli oneri accessori. Stare a discutere sul significato di oneri accessori e altri servizi condominiali è solo discutere di lana caprina.

Ciao vanni e grazie per il tuo intervento. Trovo però fuori luogo il commento in quanto non conosci il motivo per il quale è stato posto il quesito.

Ciao

Allora se desideravi una risposta più pertinente, la prossima volta sii più chiaro. Per la lettura del pensiero mi stó attrezzando .

Ciao vanni, forse non mi sono spiegato. Non ho contestato la pertinenza della tua risposta ma il commento, secondo me, fuori luogo: "Stare a discutere sul significato di oneri accessori e altri servizi condominiali è solo discutere di lana caprina."

 

Anche quando scrivi: "Allora se desideravi una risposta più pertinente, la prossima volta sii più chiaro. Per la lettura del pensiero mi stó attrezzando", noto dell'acredine nei miei confronti che francamente non capisco. Ti ho fatto qualcosa?

Scritto da vibaspo il 14 Dic 2012 - 20:00:43: La domanda: non riportando la dicitura "altri servizi comuni" mi esonera dal pagamento di tali costi, come ad esempio la manutenzione del verde comune? [...]

da art 9 (salvo patto contrario):

 

Oneri accessori =

+ servizio di pulizia

+ funzionamento e ordinaria manutenzione dell'ascensore

+ fornitura dell'acqua

+ fornitura 'energia elettrica

+ fornitura del riscaldamento e del condizionamento dell'aria

+ spurgo dei pozzi neri e delle latrine

+ fornitura di altri servizi comuni

+ 90% servizio di portineria

 

Se il tuo contratto riporta che sono a tuo carico gli oneri accessori senza entrare nei dettagli significa che sono a tuo carico tutte le spese elencate all'art9, per cui anche quanto ricade nella categoria "altri servizi comuni".

Ad esempio da sentenza Cass. civ. 30 marzo 1994, n. 3132, gli oneri accessori son definiti esattamente come la somma dei costi dei vari servizi sopra elencati.

 

Il disposto dell’art. 9 della L. 27 luglio 1978, n. 392, nella parte in cui, addossando al conduttore i cosiddetti oneri accessori (totalmente, per quanto riguarda il servizio di pulizia, il funzionamento e la manutenzione ordinaria dell’ascensore, la fornitura dell’acqua, del riscaldamento, dell’energia elettrica e del condizionamento d’aria, lo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonché la fornitura degli altri servizi comuni; ed al novanta per cento per quanto riguarda il servizio di portineria), fa salvi i patti contrari, si applica esclusivamente ai patti stipulati successivamente all’entrata in vigore della legge stessa, trattandosi di norma che si correla strettamente al nuovo ed unitario regime giuridico dei rapporti locativi e costituisce una contropartita alla fissazione di un "equo canone" e ad una durata della locazione sottratta alla volontà delle parti, con la necessaria conseguenza che i patti stipulati anteriormente al suddetto momento, siano essi favorevoli o sfavorevoli al locatore, risultano travolti dal sopravvenire della nuova disciplina destinata a determinare, con effetto anche per i contratti in corso, un diverso equilibrio degli interessi contrapposti.

Quotare è lecito, rispondere è cortesia.

Ciao Ric75, il mio contratto riporta testualmente: "Sono a carico del conduttore le spese relative agli oneri accessori nonchè la tassa sui rifiuti solidi urbani e il canone acqua e fogna". Nient'altro.

Scritto da vibaspo il 16 Dic 2012 - 14:50:07: Ciao Ric75, il mio contratto riporta testualmente: "Sono a carico del conduttore le spese relative agli oneri accessori nonchè la tassa sui rifiuti solidi urbani e il canone acqua e fogna". Nient'altro.

Lo hai gia scritto nel primo post.

 

La tua domanda è :

 

quote: La domanda: non riportando la dicitura "altri servizi comuni" mi esonera dal pagamento di tali costi, come ad esempio la manutenzione del verde comune?

e la risposta è

 

No, poiche la gli " oneri accessori" citati nel tuo contratto comprendono di per sè tutto quanto è nell'art 9, compreso le spese per la fornitura di "altri servizi".

Non c'è bisogno nel contratto di citare tutti le sottocategorie di oneri accessori definiti per legge dall'art 9.

Scrivendo che gli "oneri accessori" sono a carico del conduttore, significa che tutti gli oneri accessori dell'art 9 sono a carico del conduttore.

Non c'è neanche bisogno di scrivere che "gli oneri accessori ai sensi del'art 9 sono a carico del conduttore", in quanto in mancanza di dettaglio ci si riporta sempre ai sensi di legge (cioè all'art 9).

----------------------------------------

Quotare è lecito, rispondere è cortesia.

 

Modificato Da - Ric75 il 16 Dic 2012 16:53:44

 

Modificato Da - Ric75 il 16 Dic 2012 16:54:41

×