Vai al contenuto
moaves75

Decreto ingiuntivo - stabilite nel preventivo

Riguardo questo strumento per il recupero delle somme non pagate vorrei dei chiarimenti. Il D.I. deve essere promosso esclusivamente per le somme da riscuotere approvate nel Bilancio consuntivo o vale anche per quelle stabilite nel preventivo? Qual è il termine massimo entro il quale un condomino deve pagare prima che l'amministratore possa agire legalmente?

Il bilancio preventivo sufficiente contro condòmini morosi Suprema Corte di Cassazione, Sezione Seconda Civile, sentenza n.24299/2008 del 29/09/08 Nuova sentenza della Cassazione che ribadisce il concetto già precedentemente affermato: l'amministratore può far emettere decreto ingiuntivo nei confronti del condómino moroso sulla base del solo bilancio "preventivo"

Il pagamento delle rate deve avvenire entro i termini stabiliti dall'assemblea, da qual momento l'amministratore è autorizzato ad agire ma di solito invia dei solleciti, poi una raccomandata e alla fine richiede il D.I.

Il pagamento delle rate deve avvenire entro i termini stabiliti dall'assemblea, da qual momento l'amministratore è autorizzato ad agire ma di solito invia dei solleciti, poi una raccomandata e alla fine richiede il D.I.

E tutto ciò che tempistiche deve rispettare?

E tutto ciò che tempistiche deve rispettare?
Dalla scadenza della data l'amministratore può agire, perchè da quel momento chi non paga è moroso.

Di solito però si inviano dei solleciti poi una raccomandata e poi il D.I.

Per il versamento delle quote può sulla base di quanto preventivato anche il giorno dopo la scadenza della rata, entro sei mesi dalla chiusura dell'esercizio deve.

Con il D.L. 220/2012, superati i primi sei mesi di morosità, per l'amministratore rientra nei suoi pieni poteri emettere decreto ingiuntivo. Resta il fatto che i solleciti vanno effettuati(diffida, messa in mora, etc.)

Con il D.L. 220/2012, superati i primi sei mesi di morosità, per l'amministratore rientra nei suoi pieni poteri emettere decreto ingiuntivo. Resta il fatto che i solleciti vanno effettuati(diffida, messa in mora, etc.)

Non è necessario seguire tutto l'iter, si può partire direttamente con DI (Sentenza della cassazione 16/04/2013 n. 9181).

×