Vai al contenuto
Alex Belli

Decreto ingiuntivo per rate non pagate anno in corso

Un quesito: l'amministratore può emettere Decreto Ingiuntivo per nr. 2 rate dell' anno in corso non pagate? Nonostante le precedenti siano state sempre regolarizzate e non esiste bilancio preventivo degli ultimi 2 anni. 

Sulla base di cosa sono state determinate le rate se non c'è un bilancio preventivo?

Per poter chiedere il d.i. è necessario che vi sia una delibera in cui si definisce l'ammontare della spesa.

  • Mi piace 1

Buongiorno,mi chiamo Alex, sono nuovo del forum,e vorrei sapere se senza approvazione di un bilancio si può richiedere un d.i.

grazie per l'attenzione, il forum che ho avuto comunque modo di conoscere da ospite, è

interessante.

 

Ho fatto io due righe di presentazione.

 

 

Risposta .

il nuovo utente vuole semplicemente  sapere se senza approvazione di un bilancio l'ammin. può richiedere d.i.

No, non lo può richiedere.

E' impossibile.

 

 

non è che le assemblee non sono state fatte per motivi covid?

 

da noi per motivi covid i bilanci e preventivi per 2 anni sono saltati e approvati in una volta sua, mantenendo le stesse date e pagando regolarmente le rate delle spese, altrimenti saremo rimasti senza servizi, non pagando fornitori e bollette, per cui un minimo sono da pagare.

 

Antonio

Per fare un D.I. è indispensabile disporre di un titolo valido, ed un bilancio preventivo non approvato  NON E' un titolo valido, ma vedrai che sarà il legale a cui si rivolgerà l'amministratore che fermerà il tutto automaticamente.

camillo50 dice:

un bilancio preventivo non approvato  NON E' un titolo valido, ma vedrai che sarà il legale a cui si rivolgerà l'amministratore che fermerà il tutto automaticamente

Non sempre è tutto bianco o tutto nero, ci sono anche tante sfumature di grigio.

Se in questi ultimi due anni non è stata fatta assemblea, come ben dice l'opener, non si tratta di preventivo non approvato ma di nuovo preventivo non presentato. 

Se è stata richiesta la stessa quota dell'ultimo preventivo approvato, il Giudice potrebbe ritenerlo titolo valido e convalidare il decreto ingiuntivo.

Del resto è stato fatto un articolo apposito di attuazione del codice civile che blocca la rendicontazione fino a fine emergenza e allora che si fa? Nessuno paga più niente fino a che non sarà dichiarata la fine emergenza e si potrà tenere l'assemblea? E le utenze ed i servizi chi e come li paga?

  • Mi piace 2
Leonardo53 dice:

Non sempre è tutto bianco o tutto nero, ci sono anche tante sfumature di grigio.

Se in questi ultimi due anni non è stata fatta assemblea, come ben dice l'opener, non si tratta di preventivo non approvato ma di nuovo preventivo non presentato. 

Se è stata richiesta la stessa quota dell'ultimo preventivo approvato, il Giudice potrebbe ritenerlo titolo valido e convalidare il decreto ingiuntivo.

Del resto è stato fatto un articolo apposito di attuazione del codice civile che blocca la rendicontazione fino a fine emergenza e allora che si fa? Nessuno paga più niente fino a che non sarà dichiarata la fine emergenza e si potrà tenere l'assemblea? E le utenze ed i servizi chi e come li paga?

ciao

se non ho un titolo valido, non avvio un decreto ingiuntivo.    A chi addebito i costi nel caso il giudice non lo conceda ?     Io ho molti dubbi che l'emergenza preveda anche questa deroga, ma ormai siamo alla .... follia legislativa di emergenza dove tutto è possibile, visto che anche la Costituzione è diventata un optional..

Leonardo53 dice:

Non sempre è tutto bianco o tutto nero, ci sono anche tante sfumature di grigio.

Se in questi ultimi due anni non è stata fatta assemblea, come ben dice l'opener, non si tratta di preventivo non approvato ma di nuovo preventivo non presentato. 

Se è stata richiesta la stessa quota dell'ultimo preventivo approvato, il Giudice potrebbe ritenerlo titolo valido e convalidare il decreto ingiuntivo.

Del resto è stato fatto un articolo apposito di attuazione del codice civile che blocca la rendicontazione fino a fine emergenza e allora che si fa? Nessuno paga più niente fino a che non sarà dichiarata la fine emergenza e si potrà tenere l'assemblea? E le utenze ed i servizi chi e come li paga?

Mah, le assemblee si possono comunque tenere e personalmente ho fatto approvare sia consuntivi che preventivi. A mio avviso per fare un d.i. serve il titolo, se l'amministratore non ce l'ha può lasciare l'incombenza ai fornitori che non vengono pagati o vengono pagati parzialmente: loro il titolo lo hanno (fattura) e potranno escutere il condominio e i morosi (se non bastasse, poi anche i virtuosi).

condo77 dice:

le assemblee si possono comunque tenere e personalmente ho fatto approvare sia consuntivi che preventivi

I condòmini possono sempre chiedere la convocazione di assemblea, autoconvocarsi ed approvarsi loro un preventivo come meglio credono.

Se guardi bene il codice civile, l'amministratore ha solo l'obbligo di rendicontare (consuntivo) ma non ha nemmeno l'obbligo di presentare un preventivo perchè è l'assemblea che vi dovrebbe provvedere.

L'articolo 1135 c.c., infatti spiega bene che l'assemblea provvede all’approvazione del rendiconto annuale dell’amministratore e poi dice che provvede all'approvazione del preventivo ma non dice più "dell'amministratore".
Il fatto che tu in questi anni abbia fatto approvare preventivi e consuntivi è ininfluente.

Anch'io lunedi scorso ho messo nelle cassette postali i rendiconti dell'anno gennaio/dicembre 2021 (11 fogli) e lunedi prossimo convocherò l'assemblea annuale da tenersi nella terza decade di gennaio come faccio di consueto, ma è una mia facoltà e non un mio obbligo.

Leonardo53 dice:

I condòmini possono sempre chiedere la convocazione di assemblea, autoconvocarsi ed approvarsi loro un preventivo come meglio credono.

Se guardi bene il codice civile, l'amministratore ha solo l'obbligo di rendicontare (consuntivo) ma non ha nemmeno l'obbligo di presentare un preventivo perchè è l'assemblea che vi dovrebbe provvedere.

L'articolo 1135 c.c., infatti spiega bene che l'assemblea provvede all’approvazione del rendiconto annuale dell’amministratore e poi dice che provvede all'approvazione del preventivo ma non dice più "dell'amministratore".
Il fatto che tu in questi anni abbia fatto approvare preventivi e consuntivi è ininfluente.

Anch'io lunedi scorso ho messo nelle cassette postali i rendiconti dell'anno gennaio/dicembre 2021 (11 fogli) e lunedi prossimo convocherò l'assemblea annuale da tenersi nella terza decade di gennaio come faccio di consueto, ma è una mia facoltà e non un mio obbligo.

E' influente se vuoi chiedere il d.i., come detto ci vuole il titolo.

Non sto dicendo che l'amministratore sia obbligato a convocare le assemblee, sto dicendo che non può fare d.i. in assenza di titolo e il titolo è costituito da una delibera approvata, è diverso.

 

condo77 dice:

E' influente se vuoi chiedere il d.i., come detto ci vuole il titolo.

Non sto dicendo che l'amministratore sia obbligato a convocare le assemblee, sto dicendo che non può fare d.i. in assenza di titolo e il titolo è costituito da una delibera approvata, è diverso.

 

ora sottomano non ho niente ma se non ricordo male c'è stato qualche Giudice di Pace che ha ritenuto valido l'ultimo preventivo approvato fino a nuovo preventivo. Ad ogni modo la mia era solo un'ipotesi per dire che non c'è niente di sicuro, soprattutto in questo periodo dove ogni Giudice può tener conto delle particolari circostanze del caso.

  • Mi piace 1
Leonardo53 dice:

ora sottomano non ho niente ma se non ricordo male c'è stato qualche Giudice di Pace che ha ritenuto valido l'ultimo preventivo approvato fino a nuovo preventivo. Ad ogni modo la mia era solo un'ipotesi per dire che non c'è niente di sicuro, soprattutto in questo periodo dove ogni Giudice può tener conto delle particolari circostanze del caso.

E in effetti:

https://www.laleggepertutti.it/435490_dovute-le-quote-condominiali-senza-approvazione-bilancio

 

Benché:

https://www.condominioweb.com/lamministratore-puo-chiedere-ed-ottenere-decreto-ingiuntivo-provvisoriamente-esecutivo-sulla-base-dello.1970

 

E dunque?

Volendo semplificare un po', direi che l'amministratore farà bene a dotarsi di una delibera prima di chiedere il d.i., ma il condomino dovrebbe versare la sua quota di spese anche in assenza di un bilancio preventivo approvato.

Insomma, meglio errare tutti quanti per troppa prudenza che per troppa leggerezza.

Modificato da condo77
Leonardo53 dice:

ora sottomano non ho niente ma se non ricordo male c'è stato qualche Giudice di Pace che ha ritenuto valido l'ultimo preventivo approvato fino a nuovo preventivo

Chissà se anche nel suo condominio il giudice tollera una simile prassi.

io dico di no.

lo stato di emergenza ha in primo luogo evidenziato l'esigenza di sfoltire la pletora di cause condominiali che ogni anno ingolfano i tribunali.

ma parliamoci chiaro: chi in questo periodo l'ha voluta fare l'assemblea l'ha fatta.

ha trovato modo e maniera di farla.

anche ora: affitti un locale pubblico, super greenpass e vai.

chi vuole si adegua, chi no, non partecipa almeno direttamente.

io ho uno die miei pochissimissimi amici che fa proprio l'ammin. propfessionista  a Latina ( e litotale pontino).

e le assemblee le ha sempre fatte con precisione chirurgica.

Alex se vuole la può pretendere.

e poi ragazzi: l'approvazione di un rendiconto è una cosa.

il preventivo è una fotocopia dei bilanci passati che ti fai approvare in un quarto d'ora anche convocando i condomini al parco cittadino.

quindi non so chi è peggio, se chi  non paga, o chi non presenta.

l'ho detta.

Leonardo53 dice:

ora sottomano non ho niente ma se non ricordo male c'è stato qualche Giudice di Pace che ha ritenuto valido l'ultimo preventivo approvato fino a nuovo preventivo. Ad ogni modo la mia era solo un'ipotesi per dire che non c'è niente di sicuro, soprattutto in questo periodo dove ogni Giudice può tener conto delle particolari circostanze del caso.

Corte di Cassazione Sez. 2, Sentenza n. 24299 del 29/09/2008

 Fintanto che il bilancio preventivo non sia stato sostituito dal consuntivo, il decreto ingiuntivo può fondarsi sul preventivo di spesa e sul relativo piano di riparto purché approvati dall’assemblea condominiale. A tale conclusione è giunta la Cassazione con una sentenza del 2012 [5]. Via libera quindi all’azione di recupero dei crediti nei confronti dei morosi finché il rendiconto preventivo non viene sostituito da quello consuntivo.

 

l proprietario esclusivo è tenuto a pagare gli oneri condominiali approvati con delibera assembleare anche sulla base del solo bilancio preventivo: l’unico modo per sfuggire all’adempimento è dimostrare che nelle more è stato approvato il consuntivo, sostituendo così il preventivo. É quanto dispone la seconda sezione civile della Suprema corte di Cassazione con la sentenza 23447/12 pubblicata il 19 dicembre.

  • Grazie 1
G.Ago dice:

 Fintanto che il bilancio preventivo non sia stato sostituito dal consuntivo, il decreto ingiuntivo può fondarsi sul preventivo di spesa e sul relativo piano di riparto purché approvati dall’assemblea condominiale

questo è appurato.

 

G.Ago dice:

l’unico modo per sfuggire all’adempimento è dimostrare che nelle more è stato approvato il consuntivo, sostituendo così il preventivo

e questo proprio non lo capisco.

ecco perché le sentenze vanno lette nei 3 gradi.

e non fanno stato!(evviva il diritto romano)

il consuntivo non sostituisce niente,ma integra attraverso conguagli a debito o credito.

p.s.  siamo più interessati noi d Alex.

non credete?

sarà la passione...

Grazie delle risposte e scusate il ritardo. Mi spiego meglio: l'ultimo bilancio approvato è stato quello del 2018, poi nessun'altra assemblea. Io in regola con i pagamenti fino alla 3 e 4 rata bimestrale del 2021 che non ho ricevuto e non pagato. A ottobre 2021, senza alcun sollecito mi arriva il DI esecutivo con 10 giorni per pagare rata e spese legali che si aggirano a più del triplo della rate. In mancanza si provvederà al pignoramento. Ecco, è possibile tutto ciò?

Alex Belli dice:

Grazie delle risposte e scusate il ritardo. Mi spiego meglio: l'ultimo bilancio approvato è stato quello del 2018, poi nessun'altra assemblea. Io in regola con i pagamenti fino alla 3 e 4 rata bimestrale del 2021 che non ho ricevuto e non pagato. A ottobre 2021, senza alcun sollecito mi arriva il DI esecutivo con 10 giorni per pagare rata e spese legali che si aggirano a più del triplo della rate. In mancanza si provvederà al pignoramento. Ecco, è possibile tutto ciò?

Sicuro che si trattasse di decreto ingiuntivo e non di sollecito del legale con minaccia di decreto ingiuntivo? Il decreto ingiuntivo si può opporre entro il termine di 40 giorni dalla notifica e non entro 10 giorni come hai scritto.

Ad ogni modo se si trattava di decreto ingiuntivo notificato a ottobre, ormai in un modo o nell'altro hai chiuso la partita.

Come è andata a finire? Sei andato da un avvocato di tua fiducia nel momento in cui hai ricevuto la notifica?

Se il Giudice ha convalidato il decreto ingiuntivo sulla base del vecchio preventivo approvato nel 2018, ormai non puoi fare più niente e possiamo solo commentare la decisione del Giudice che, evidentemente, si è attenuto alla sentenza di Cassazione postata qualche post fa.

Alex Belli dice:

Grazie delle risposte e scusate il ritardo. Mi spiego meglio: l'ultimo bilancio approvato è stato quello del 2018, poi nessun'altra assemblea. Io in regola con i pagamenti fino alla 3 e 4 rata bimestrale del 2021 che non ho ricevuto e non pagato. A ottobre 2021, senza alcun sollecito mi arriva il DI esecutivo con 10 giorni per pagare rata e spese legali che si aggirano a più del triplo della rate. In mancanza si provvederà al pignoramento. Ecco, è possibile tutto ciò?

io per principio andrei da un legale.

In una situazione simile, dove è incerto, molto incerto quali siano anche le responsabilità dell'ammin.(e io non mi attaccherei all'emergenza covid perchè conosco Latina come le mie tasche..), io al posto dell'ammin. avrei comunque mandato un sollecito, avrei cercato di chiarire(Latina non è Los Angeles),di predisporre uno straccio di consuntivo anche senza assemblea lo avrei distribuito e comunicato le eventuali difficoltà di cassa.

tutto molto strano Alex, te lo dico.

l'unica che penso, e mi scuserai,è che l'ammin. ti ritiene un cattivo pagatore, uno che reitera gli errori.

non ti conosco, ma non riesco altrimenti a capacitarmi di tanta severità di fronte a quote ordinarie (c'è anche il riscaldamento centralizzato?) che di certo non fanno saltare il banco.

mi dispiace,ma io,se quello che dici è esattissimo, mi consulterei con un legale.

 

Grazie della risposta,  non c'è riscaldamento centralizzato e i decreti sono arrivati a tutti, anche per una rata saltata. Posso capire rate degli anni precedenti.... ma dello stesso esercizio mi sembra assurdo. Grazie. 

Alex Belli dice:

Grazie della risposta,  non c'è riscaldamento centralizzato e i decreti sono arrivati a tutti, anche per una rata saltata. Posso capire rate degli anni precedenti.... ma dello stesso esercizio mi sembra assurdo. Grazie. 

Se ti è possibile, puoi oscurare i dati personali e postare la motivazione del Giudice della convalida del Decreto Ingiuntivo?
(Io sono ancora convinto che si sia trattato di una messa in mora del legale del condominio, con soltanto la minaccia di fare decreto ingiuntivo se non ci fosse stato il pagamento entro 10 giorni).

La notifica te l'ha consegnata l'Ufficiale Giudiziario?

Modificato da Leonardo53
Alex Belli dice:

Ok. Appena possibile posto foto. No, è arrivata con raccomandata. 

Raccomandata con busta verde "Atti Giudiziari" o busta normale?

E' strano che sia arrivato il decreto ingiuntivo a tutti senza preavviso e nessuno abbia fatto opposizione.

Fosse stato davvero cosi', il minimo che potete fare è quello di chiedere la convocazione urgente di un'assemblea straordinaria e sostituire l'attuale amministratore con uno nuovo.

Se tutti hanno ricevuto il decreto ingiuntivo avete sicuramente la maggioranza per sostituirlo, anzi, oserei dire che al netto di qualche masochista avete l'unanimità.

 

Alex Belli dice:

Grazie delle risposte e scusate il ritardo. Mi spiego meglio: l'ultimo bilancio approvato è stato quello del 2018, poi nessun'altra assemblea. Io in regola con i pagamenti fino alla 3 e 4 rata bimestrale del 2021 che non ho ricevuto e non pagato. A ottobre 2021, senza alcun sollecito mi arriva il DI esecutivo con 10 giorni per pagare rata e spese legali che si aggirano a più del triplo della rate. In mancanza si provvederà al pignoramento. Ecco, è possibile tutto ciò?

Dalla tua affermazione è evidente che non hai ricevuto un D.I. (la racc.ta era su busta verdina - atto giudiziario ?)  ma semplicemente una diffida del legale attivato dall'amministratore, che si è anche attivato per chiederti le spese del suo intervento, tra l'altro non dovute da te visto che non ha una sentenza che gliele riconosce. 

Probabilmente ha già capito che non puo' attivarsi con il D.I. non avendo il titolo.   

Credo poi che il sistematico ricorso al legale (dici che anche per una rata ha fatto partire la raccomandata) da parte del tuo amministratore sia poco costruttivo e per lui anche pericoloso  visto che rischia di pagare di sua tasca le spese legali.

Busta verde atti giudiziari inviata dall'avvocato. L'amministratore è già stato mandato via è sostituito. Io ho pagato purtroppo, perché mi dava 10 giorni di tempo 

Da 300€ me ne ha chiesti 300+825 di spese legali

Alex Belli dice:

Busta verde atti giudiziari inviata dall'avvocato. L'amministratore è già stato mandato via è sostituito. Io ho pagato purtroppo, perché mi dava 10 giorni di tempo 

Mah, avevi 40 giorni di tempo per fare opposizione ma ormai sono passati anche quelli.

Se il Giudice ha convalidato il decreto ingiuntivo e non ti sei opposto hai fatto bene a pagare perchè, altrimenti, i costi sarebbero aumentati.

L'unica cosa che potevate fare e cioè quella di sostituire l'amministratore l'avete già fatta.
Avresti dovuto postare su questo forum non appena hai ricevuto la notifica in busta verde.

×