Vai al contenuto
liviogsr

Decorrenza compenso amministratore

Buongiorno a tutti, sono un nuovo utente del forum ed innanzitutto complimenti per il vostro sito e grazie per il servizio che offrite.

Ho letto diverse discussioni e scrivo in merito ad una cosa che mi è poco chiara.

Innanzitutto vi spiego la situazione contestuale in cui vivo: risiedo in un condominio di otto condomini amministrato, sin da quando il condominio esiste, da un professionista esterno. Le uniche spese fisse sostenute dal condominio riguardano la corrente elettrica delle parti comuni (vialetto di accesso ai garage con relativo cancello elettrico) e la polizza assicurativa fabbricato; ovviamente si aggiunge il compenso annuale dell'amministratore che vi assicuro essere molto alto e sproporzionato relativamente al caso. Per diversi motivi, tra i quali principalmente quello economico, abbiamo deciso di provare ad autogestirci ed alla prossima assemblea condominiale ordinaria regolarmente convocata dall'amministratore e che si terrà tra pochissimi giorni (quindi mese di marzo 2015), dovremmo revocare all'unanimità l'amministratore stesso nominando "custode dei documenti del condominio" il sottoscritto (ho letto i modelli di verbale da utilizzare qui nel vostro forum).

L'ultima assemblea ordinaria convocata dall'amministratore risale al 6 maggio 2014 data in cui, ovviamente, abbiamo nominato l'attuale amministratore per l'esercizio 2014 (il punto all'odg riportava infatti "nomina amministratore es. 2014 e relativi consiglieri") ed approvato il bilancio consuntivo 2013 e quello preventivo 2014.

Ciò che vorrei essere chiarito è la seguente: il compenso amministratore per l'esercizio 2014 che leggo essere stato fatturato in data 7 gennaio 2015 (lo leggo dal consuntivo 2014/2015 inviatomi pochi giorni fa a casa che ricopre il periodo 1/02/2014 al 31/01/2015) quale periodo ricopre? dalla data di nomina (6 maggio 2014 al prossimo 6 maggio 2015) o dal 8 gennaio 2014 (fatturazione precedente) fino alla data di fatturazione ultima cioè 7 gennaio 2015? o dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014? o ancora qualcos'altro?

Chiedo gentilmente chiarimenti in modo da capire come comportarci alla prossima assemblea, quando dovremmo revocare l'amministratore, in quanto se il compenso ultimo che i condomini hanno versato "copre" l'amministratore fino a gennaio 2015 dovremmo ovviamente pagare allo stesso la parte proporzionale spettante fino alla data di revoca. Se invece il compenso copre da maggio 2014 a maggio 2015 la cosa sarebbe diversa.

Grazie a tutti

...Chiedo gentilmente chiarimenti in modo da capire come comportarci alla prossima assemblea, quando dovremmo revocare l'amministratore, in quanto se il compenso ultimo che i condomini hanno versato "copre" l'amministratore fino a gennaio 2015 dovremmo ovviamente pagare allo stesso la parte proporzionale spettante fino alla data di revoca. Se invece il compenso copre da maggio 2014 a maggio 2015 la cosa sarebbe diversa.

Grazie a tutti

L'incarico di amministratore ha durata di un anno dalla data della nomina.

Se la revoca avviene prima di maggio e l'amministratore accetta di esser compensato fino alla sua revoca potrete pagargli solo i ratei mensili.

Se l'amministratore, pur revocato, chiede il suo compenso fino a maggio 2015 e nel suo diritto.

Grazie mille per la risposta ti chiedo allora per esser sicuro di aver capito bene: il compenso che l'amministratore ha fatturato per l'intera somma di un anno (come approvato) giorno 7 gennaio 2015 e che riporta come causale "compenso amministratore esercizio 2014" NON lo copre fino a maggio 2015, ma fino al 31 dicembre 2014?

In un certo senso durante questi mesi del 2015 non ha allora percepito nulla e ovviamente, almeno quello, dovremo pagarlo? mal che vada allora pagheremo in più il compenso dalla revoca (marzo 2015) a maggio 2015?

Scusate e grazie ancora

Grazie mille per la risposta ti chiedo allora per esser sicuro di aver capito bene: il compenso che l'amministratore ha fatturato per l'intera somma di un anno (come approvato) giorno 7 gennaio 2015 e che riporta come causale "compenso amministratore esercizio 2014" NON lo copre fino a maggio 2015, ma fino al 31 dicembre 2014?

In un certo senso durante questi mesi del 2015 non ha allora percepito nulla e ovviamente, almeno quello, dovremo pagarlo? mal che vada allora pagheremo in più il compenso dalla revoca (marzo 2015) a maggio 2015?

Scusate e grazie ancora

Esattamente.

L'amministratore ha fatturato un rateo di suo compenso annuale corrispondente all'esercizio.

Avrebbe potuto emettere anche più fatture mensili ma il suo incarico termina 365 giorni dopo la sua nomina.

Se viene revocato prima dei 365 giorni gli spetta il compenso per tutta l'annualità del suo incarico.

Male che vada dovrete pagarlo fino a maggio 2015.

Grazie mille, di sicuro pagheremo quindi i mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo 2015 per i quali non ha ancora percepito nulla e, probabilmente e nel suo pieno diritto, Aprile e Maggio 2015.

Un'ultima cosa: la proporzionalità viene effettuata sui giorni effettivi o sui mesi? nel caso pagassimo fino a maggio 2015 conteremo i 150 giorni (31 maggio) o i 126 (6 maggio, data di scadenza mandato attuale)?

Grazie mille, di sicuro pagheremo quindi i mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo 2015 per i quali non ha ancora percepito nulla e, probabilmente e nel suo pieno diritto, Aprile e Maggio 2015.

Un'ultima cosa: la proporzionalità viene effettuata sui giorni effettivi o sui mesi? nel caso pagassimo fino a maggio 2015 conteremo i 150 giorni (31 maggio) o i 126 (6 maggio, data di scadenza mandato attuale)?

Il suo compenso va calcolato dalla data della sua nomina (6 maggio 2014) alla data della sua scadenza (5 maggio 2015).

Se nel suo preventivo di compenso presentato il 6 maggio 2014 ha specificato un compenso annuale di €. XXX e nel consuntivo 2014 ha già fatturato lo stesso compenso XXX, è da intendersi che abbia già fatturato il suo compenso annuale fino al 5 maggio 2015.

Se a dicembre ha fatturato solo 8/12 (maggio-dicembre) del suo compenso annuale gli spetteranno altri 4/12 di compenso.

 

CURIOSITA' PERSONALE

Ma a quanto ammonta il compenso di questo amministratore di 8 condòmini dal momento che un compenso pagato fino al 5 maggio anzichè fino al 30 maggio può fare la differenza?

Allora la cosa cambia...e direi in positivo per noi. Il compenso ammonta a poco più di 1200 euro iva compresa come da preventivo presentato ed approvato a maggio 2014 e come risulta INTERAMENTE fatturato il 7 gennaio 2015 con la voce "compenso esercizio 2014". A questo punto abbiamo già pagato la sua professione fino a maggio 2015 e quindi non dobbiamo dargli più un bel niente, in caso regaleremo i due mesi (aprile e maggio) che sono stati già pagati...capisco bene?

Allora la cosa cambia...e direi in positivo per noi. Il compenso ammonta a poco più di 1200 euro iva compresa come da preventivo presentato ed approvato a maggio 2014 e come risulta INTERAMENTE fatturato il 7 gennaio 2015 con la voce "compenso esercizio 2014". A questo punto abbiamo già pagato la sua professione fino a maggio 2015 e quindi non dobbiamo dargli più un bel niente, in caso regaleremo i due mesi (aprile e maggio) che sono stati già pagati...capisco bene?

Si, capisci bene, per questo ho voluto specificare la differenza tra esercizio annuale del condominio (1 gennaio - 31 dicembre) e compenso annuale dell'amministratore (6 maggio 2014 - 5 maggio 2015).

Se l'amministratore ha presentato un preventivo di compenso annuale di 1200 euro poteva fatturare il compenso relativo all'anno di incarico di amministrazione (6 maggio 2014- 5 maggio 2015) anche mensilmente oppure in unica soluzione anticipata o unica soluzione postecipata il 5 maggio 2015.

Ha deciso di emettere fattura a gennaio 2015 ma se ha fatturato (ed incassato) l'intera annualità di 1.200 euro avete già pagato fino a maggio (l'intera annualità di incarico di amministrazione) e revocandolo a marzo nient'altro gli compete.

L'amministratore risparmierà di lavorare fino al maggio, data fino alla quale è stato già pagato.

  • Confuso 1

Grazie mille, sei stato esauriente e gentilissimo. Buon proseguimento ed ovviamente avrai una reputazione in più. Ciao

Salve, se è possibile vorrei qualche delucidazione sulla gestione da parte dell'amministratore del mio condominio, poiché l'ultima assemblea è stata fatta il 23/11/2013 ed in quella occasione tra le varie cose fu fatta richiesta e messa a verbale che l'amministratore doveva far recapitare a tutti i condomini una copia del l'estratto conto postale condominiale e che a tutt'oggi nessuno ha ricevuto niente neanche la copia del suddetto verbale, quindi io ho mandato una lettera con RR in data 10/03/2015 nella quale chiedevo all'amministratore di farci recapitare copia dell'estratto conto condominiale e le relative ricevute di tutti gli oneri condominiali(ENEL, ACQUA, ASSICURAZIONE FABBRICATO, ETC. ETC.)ma per il momento non abbiamo ricevuto alcuna risposta, ora vorrei sapere se l'amministratore sarà ancora latitante cosa e come dobbiamo muoverci alla sua revoca visto che parecchi condomini siamo d'accordo? Grazie!!!

×