Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
dutes

Debito in bilancio, approvato ma inesistente. Se ne esce ? quesito prettamente giuridico

Quesito prettamente giuridico

 

Nel bilancio sono inseriti alcuni debiti v/fornitori, per lavori relativi ad anni pregressi, che i fornitori lamentano non essere stati pagati, in toto o in parte.

L'approvazione di tale bilancio, che espone tali debiti:

- comporta "riconoscimento del debito/promessa di pagamento" v/fornitori ? ne consegue impossibilità di contestarlo, dimostrarne l'inesistenza, successivamente ? (qualora risultasse che il pagamento sia avvenuto, ad esempio)

- ha valenza solo interna (tra i condòmini) e pertanto non comporta alcun "riconoscimento/promessa" verso terzi al condòminio (tali sono i fornitori)?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il contenuto della delibera ha valore prettamente interno fintanto che l'ordine in essa impartito non viene comunicato all'esterno, Nè più e nè meno di una decisione interiore che poi viene esternata. Chiaramente, essendo atto collegiale, la delibera può essere impugnata e contestata. Bisognerà poi vedere, una volta accertatane la legittimità o meno, come ci si possa comportare verso terzi che vantano diritti, se cioè contestarne le richieste o chiamare in causa l'amministratore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il contenuto della delibera ha valore prettamente interno fintanto che l'ordine in essa impartito non viene comunicato all'esterno, Nè più e nè meno di una decisione interiore che poi viene esternata. Chiaramente, essendo atto collegiale, la delibera può essere impugnata e contestata. Bisognerà poi vedere, una volta accertatane la legittimità o meno, come ci si possa comportare verso terzi che vantano diritti, se cioè contestarne le richieste o chiamare in causa l'amministratore.

"Valore interno"... vale a dire crea obblighi solamente tra condòmini e condominio (=amministratore), ad esempio l'obbligo di versare le quote all'amm.re corrispondenti ai debiti approvati col bilancio. Ma se poi il debito non sussiste, il fornitore (terzo) non può rivendicare il proprio credito sulla base dell'approvazione del bilancio invertendo l'onere della prova (come nel caso di riconoscim.di debito o di promessa di pagamento). Capisco bene?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

"Art. 1988 Promessa di pagamento e ricognizione di debito

La promessa di pagamento o la ricognizione di un debito dispensa colui a favore del quale e fatta dall'onere di provare il rapporto fondamentale. L'esistenza di questo si presume fino a prova contraria".

Se l'amministratore con proprio atto (es. comunicazione che verrà pagato il debito o altro, atto emanato sulla base di una delibera), riconosce il debito, in sede di opposizione a decreto ingiuntivo spetterà al condominio provare che quel debito non esiste o è stato pagato. Ciò perché la norma impone un'inversione dell'onere della prova.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusate se mi inserisco:

- ma se i condomini hanno versato all'amministratore le somme per tali lavori, come può succedere che il fornitore non sia stato pagato?

- in tal caso, può il condomino salvarsi dalle pretese del fornitore dimostrando di aver già versato all'amministraotre le somme per pagarlo?

 

può l'assemblea che approva il bilancio con il debito del fornitore approvare il bilancio ma facendo divieto all'amministratore di emettere quegli atti con cui si riconosce il debito ai terzi, fino a che non sia stato accertato l'effettivo mancato pagamento allo stesso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

@avvocato Gallucci

Qualche idea in merito alle mie considerazioni? in particolare l'ultima

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Seguo l'ordine dei tuoi quesiti

 

- ma se i condomini hanno versato all'amministratore le somme per tali lavori, come può succedere che il fornitore non sia stato pagato?

 

può succedere se l'amministratore non abbia poi "riversato" le somme incassate al fornitore.

 

- in tal caso, può il condomino salvarsi dalle pretese del fornitore dimostrando di aver già versato all'amministratore le somme per pagarlo?

 

No, questa soluzione non è possibile, specie in casi di appropriazione delle somme da parte del mandatario.

 

può l'assemblea che approva il bilancio con il debito del fornitore approvare il bilancio ma facendo divieto all'amministratore di emettere quegli atti con cui si riconosce il debito ai terzi, fino a che non sia stato accertato l'effettivo mancato pagamento allo stesso?

 

Sì, la delibera può avere valore meramente interno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×