Vai al contenuto
Ingrid74

Dare mandato all'amministratore ad agire contro i morosi

L'amministratore del mio condominio ha convocato una riunione straordinaria con la seguente voce all'ordine del giorno:

"Situazione morosi. Valutazione sull'opportunità di avviare pratiche legali per l'esecuzione immobiliare nei confronti dei morosi. Conferimento all'amministratore dell'incarico per dare mandato all'avvocato".

Premesso che nell'assemblea ordinaria - tenutasi 2 mesi fa - si era deliberato all'unanimità che l'amministratore procedesse contro i morosi (parliamo di rate condominiali non versate da alcuni condomini da circa tre anni!!!) e soprattutto che l'avvocato, che ha già emesso i decreti ingiuntivi (per i quali il condominio ha già anticipato circa 600 euro), valutasse tutte le mosse più opportune per rientrare dei crediti vantati verso i morosi, chiedo:

c'è bisogno di un'ulteriore autorizzazzione?

e poi: il mandato ad agire per ottenere i pagamenti non viene attribuito nel momento della nomina (o della conferma) dell'amministratore?

Insomma, l'amministratore dovrebbe poter amministrare l'ordinario senza dover chiedere ogni volta il permesso, o sbaglio?

Grazie in anticipo delle risposte

Non sbagli, l'amministratore può ricorrere alla richiesta del decreto Ingiuntivo senza nessuna autorizzazione assembleare;

 

L'amministratore è legittimato ad agire ed a chiedere il decreto ingiuntivo previsto dall'art. 63 delle disposizioni di attuazione del c.c., contro il condomino moroso per il recupero degli oneri condominiali una volta che l'assemblea abbia approvato il rendiconto consuntivo sia delle spese ordinarie sia di quelle eventuali straordinarie e abbia contestualmente deliberato sulla loro ripartizione, nonostante la mancanza dell'autorizzazione a stare in giudizio rilasciata dall'assemblea condominiale. (Cass. Sez. II n. 27292 del 9 dicembre 2005)

 

Suggerimento personale, sostituite l'amministratore con uno con i dovuti attributi

 

Modificato Da - tux il 07 Giu 2012 12:42:50

Grazie Tux! Sì, è quello che vorremmo fare... cambiare amministratore! Questo qui veramente non è una cima, anzi... il fatto stesso che io ne capisca più di lui mi pare una dimostrazione della sua incapacità! Comunque in Assemblea gli porterò da leggere la sentenza che mi hai citato! Grazie ancora!

Tux, visto che sei ferrato in materia

ma anche per chiedere un pignoramento (nello specifico si pensa di pignorare il posto auto coperto ed affittarlo, per rientrare dei crediti) l'amministratore non necessita di autorizzazione, vero?

Scritto da Ingrid74 il 07 Giu 2012 - 16:09:19: Tux, visto che sei ferrato in materia

ma anche per chiedere un pignoramento (nello specifico si pensa di pignorare il posto auto coperto ed affittarlo, per rientrare dei crediti) l'amministratore non necessita di autorizzazione, vero?

Nessuna autorizzazione, rientra nella procedura del recupero.

Buon pomeriggio,

 

l'amministratore, come già detto , può in quanto soggetto legittimato al recupero delle rate condominiali, agire senza autorizzazione dell'assemblea.

 

Egli potrà richiedere il decreto ingiuntivo unitamente al precetto di pagamento, nonostante il termine per un eventuale opposizione, sia ancora in essere.

 

Questa procedura, è fattibile se alla richiesta del D.I., sia inserito il rendiconto approvato dalla assemblea con relativa ripartizione.

 

E' una procedura che riduce i tempi per il recupero.

Saluti.

Scritto da Ingrid74 il 07 Giu 2012 - 16:09:19: Tux, visto che sei ferrato in materia

ma anche per chiedere un pignoramento (nello specifico si pensa di pignorare il posto auto coperto ed affittarlo, per rientrare dei crediti) l'amministratore non necessita di autorizzazione, vero?

 

Per il recupero dei crediti condominiali, è stato già detto che l'amministratore non ha bisogno di delibera assembleare.

 

Cosa pignorare, su mandato del giudice ovviamente, lo decide l'ufficiale giudiziario.

 

Saluti.

E' possibile che altri debiti con precedenza quali fisco e banche, siano vicini al valore di quanto è da pignorare per poi scoprire procedendo che sono addirittura più alti

in questo caso, l'amministratore comunica che non è il caso di anticipare dei soldi per non recuperare... ...

Scritto da prociotta il 11 Giu 2012 - 13:46:44: E' possibile che altri debiti con precedenza quali fisco e banche, siano vicini al valore di quanto è da pignorare per poi scoprire procedendo che sono addirittura più alti

in questo caso, l'amministratore comunica che non è il caso di anticipare dei soldi per non recuperare... ...

 

Vero.

 

Questo è da tenere nella massima considerazione al fine di evitare spese inutili.

 

Saluti

×