Vai al contenuto
federiky

Danno rottura tubazioni impianto riscaldamento

Buonasera,

volevo qualche parere da parte vostra, in merito ad un sinistro subito nel mio appartamento qualche anno fà.

 

Nel mio condominio, nel mese di Marzo del 2012 sono avvenuti due sinistri per la rottura di due tubazioni dell'impianto di riscaldameneto centralizzato.

L'assicurazione, nel mese successivo, è venuta presso i nostri appartamenti per verificare i danni subiti, rilasciando un Atto di accertamento, dove quantificava la somma da risarcire, il mio ammonta a € 1.600,00 ( due camere da ridipingere con greca da rimettere ) mentre l'assicurazione periziava e lo quantificava in € 500,00 ( penso che neanche un Box si ripittura oggi con quella cifra )

 

Successivamente, l'assicurazione con una raccomandata all'amministratore, avvisava che non intendeva pagare il sinistro, perchè la rottura delle tubazioni era dovuta alla vetustà dell'impianto, clausula non presente nella polizza fabbricato

 

Io mi ritrovo a oggi, a distanza di quasi quattro anni, a non avere nessun riscontro da parte dell'amministratore, lui mi rimette al parere dell'avvocato che il condominio ha incaricato per seguire la causa, e che sinceramente, non mi sembra abbia preso a cuore questa vicenda, visto che per le assenze e per i rinvii , non notifica alle persone interessate nessuna informazione e nessun sviluppo.

 

Questa estate, stanco della vicenda, ho chiamato il perito dell'assicurazione che aveva a suo tempo la pratica di risarcimento, per sapere se il loro ufficio liquidazione aveva qualche proposta da farci, ma con mio stupore, venivo informato che il sinistro da parte loro era stato chiuso da due anni, e che nessuna richiesta di comparizione era arrivata alla compagnia

 

Volevo chiedervi, dopo la prima udienza dal giudice di pace, andata deserta perchè l'assicurazione non si è presentata, in questi giorni ci doveva esserci la seconda , ma è stata spostata del giudice a dicembre, secondo voi come devo comportarmi se non si arriva ad una soluzione ?

 

Il condominio deve risarcire il danno in attesa di fare rivalsa all'assicurazione ? Oppure ci sono altre fasi dopo questa e dopo questa ? Non vorrei che magari arrivando a cinque anni la cosa cadesse in prescrizione

 

Grazie delle risposte

Dico la mia..

Ci sono alcune cose che mi inducono a pensare che contro l'assicurazione non sia possibile fare nulla.

1) l'assicurazione ti comunica che per loro il sinistro è chiuso da due anni;

2) che essendo passati due anni, probabilmente sia intervenuta la prescrizione (art. 2952 c.c.)

3) che il sinistro non è coperto da polizza

 

Se le cose stanno in questi termini, l'unica soluzione, a mio avviso, è rivalersi sul condominio.

Questa è la mia opinione...

come devo agire ? L'avvocato dice che prossimamente ci sarà una nuova udienza, ma sicuramente visto le dinamiche...... non produrrà effetti

×