Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
zafferami

Danni dovuti a mura attacate

Ho una casa in pietra, in piedi da circa 70 anni , a cui recentemente è stato attaccato su un muro laterale un muro confinante in calcestruzzo.

Succede che la struttura confinante si sta muovendo lentamente all'indietro , e sta 'trascinando' il mio muro laterale , provocando una grossa crepa che cresce col tempo.

Ora mi chiedo , coda devo fare per fare le necessarie analisi tecniche , chi le deve pagare ?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ho una casa in pietra, in piedi da circa 70 anni , a cui recentemente è stato attaccato su un muro laterale un muro confinante in calcestruzzo.

Succede che la struttura confinante si sta muovendo lentamente all'indietro , e sta 'trascinando' il mio muro laterale , provocando una grossa crepa che cresce col tempo.

Ora mi chiedo , coda devo fare per fare le necessarie analisi tecniche , chi le deve pagare ?

 

Grazie

Era meglio non fare "attaccare" nessuno.

 

Temo che, adesso, dovrete pagare al 50%, con l'altro proprietario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Siamo in presenza di costruzione in aderenza (non attaccato ....non è una battaglia navale)

Il codice civile consente facoltativamente di costruire in appoggio, in aderenza oppure mantenersi a distanza di legge!

Detto questo, ere quindi nelle facoltà di colui che ha costruito più recentemente realizzare in aderenza.

Per quanto concerne quanto ora sta succedendo, con il prodursi del danno, si deve verificare se il nuovo muro è stato eretto con tutte le cautele tecniche che il caso richiedeva.

Se si stanno producendo i danni evidenziati, è evidente che tali accorgimenti non sono stati posti in essere.

Solo una perizia di un tecnico qualificato potrà accertare il tutto.

 

Chi paga il danno e le preliminari analisi tecniche ?

è lapalissiano , paga chi lo ha prodotto.

E non solo lo paga .....ma lo paga integralmente al 100% !!!!!!

Salvo affrontare all'inizio le spese di persona per poi farsi risarcire in seguito, e dopo aver accertato che le cause soni i motivi che evidenziamo sopra!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie mille per la risposta,

L'ingegnere che ha progettato la costruzione, mi ha detto che aveva dato disposizioni che l'aderenza con il muro di pietra doveva essere fatta con un 'giunto sismico', giunto che è evidente dall'altra parte della costruzione , ma non si vede (per lo meno a prima vista) dalla mia parte.

Immagino che la prima cosa da fare sia accertarsi che effettivamente ci sia il giunto sismico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' tecnicamente ineccepibile che in tali contesto si crei un che consiste nel interporre tra le due murature uno spazio vuoto. Ciò per evitare il cosiddetto martellamento in caso di sistema. Ossia impedisce alle stesse di cozzare l una contro l altra. Quindi il giunto entra in gioco, e compie il suo dovere, in caso di sisma. Ma per il problema in questione non credo che il problema derivi da questo, ma credo che dipenda dalle fondazioni della nuova murata. La costruzione del nuovo muro e della sua fondazione ha reso necessario l'asportazione di terreno nelle vicinanze del muro in pietra, questo ha causato una "perturbazione" (termine tecnico) nel terreno ad esso sottostante con la conseguente creazione di cedimenti differenziati che hanno, in ultima, causata le lesioni indicare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×