Vai al contenuto
Iangusali

CPI - Chi deve pagare per omissione precedente

Salve,

sono un condomino (proprietario di un appartamento) costruito nel 2001 nel quale le pratiche per il rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi si sono da tempo arenate e solo ora si viene a sapere della mancanza di tale documento (esiste solo l’esame del progetto dei VV.FF. con delle riserve nel 2002). L’abitabilità è stata regolarmente rilasciata dal comune. L’amministratore non è in possesso di tutta la documentazione necessaria a presentare richiesta di sopralluogo ai VV.FF., quindi ha già provveduto con un professionista a fare dei rilievi nei box per la richiesta ai VVF. A parte i costi per la produzione di tutta la documentazione necessaria, dai rilievi è sorto il problema che bisognerà procedere a dei lavori, non poca roba visto che si parla di decine di migliaia di euro, per la messa a norma dell'area box per il deflusso dei fumi. Noi condomini siamo costretti ad accollarci tutti costi per l’ottenimento del certificato oppure possiamo rivalerci su chi avrebbe dovuto realizzare un'opera a regola d'arte necessarie per la certificazione? Sto parlando del costruttore, anche se sono passati più di 10 anni, del Geometra ma anche dell'amministratore che dopo 16 anni ci porta a conoscenza di questa cosa?

Grazie per l’aiuto

Saluti

...... costruito nel 2001 nel quale le pratiche per il rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi si sono da tempo arenate e solo ora si viene a sapere della mancanza di tale documento (esiste solo l’esame del progetto dei VV.FF. con delle riserve nel 2002).

 

.......dai rilievi è sorto il problema che bisognerà procedere a dei lavori, non poca roba visto che si parla di decine di migliaia di euro, per la messa a norma dell'area box per il deflusso dei fumi. Noi condomini siamo costretti ad accollarci tutti costi per l’ottenimento del certificato oppure possiamo rivalerci su chi avrebbe dovuto realizzare un'opera a regola d'arte necessarie per la certificazione? Sto parlando del costruttore, anche se sono passati più di 10 anni, del Geometra ma anche dell'amministratore che dopo 16 anni ci porta a conoscenza di questa cosa?

La circostanza che già nel 2002 vi è stato l’esame del progetto dei VV.FF. ……. implica ovviamente che già allora l’autorimessa era soggetta alla norma e a maggior ragione lo è ora.

 

Questo a dire che il costruttore doveva dotare gli ambienti di regolare CPI, e poi alienare le proprietà ai vari acquirenti.

Per quanto concerne i problemi che evidenzi, indubbiamente è un errore di progettazione e di costruzione le cui responsabilità, a mio avviso, dovrebbero ricadere sui legittimi responsabili.

Dopo tutto questo tempo sono decaduti i termini di rivalsa!

Chi prima non pensa all'ultimo sospira! PURTROPPO! Sapessi quante violte ho "sospirato" io in passato, ma adesso PENSO di più e SOSPIRO di meno!

Purtroppo, con i farabbutti che corrono, bisogna andare in giro con le "mutande di latta" anzi d'acciaio!

Grazie anche a te per il ricontro.

Probabilmente avrai ragione ma questa volta non voglio mollare.

E' impossibile che non paghi mai nessuno per l'icompetenza. Ci affidiamo a professinisti, costruttori, progettisti e amministratori, pagandoli fior di quattrini per poi sentirci dire non è colpa nostra. In questo momento siamo più incazzati con l'amministratore dato che è nelle sue competenze il controllo di queste cose. Regolamente pagato ogni anno per una gestione tranquilla e senza problemi. Adesso arriva con questa sorpresa. Se non riusciremo a rivalerci sul costruttore o progettista allora lo faremo su di lui.

Grazie anche a te per il ricontro.

Probabilmente avrai ragione ma questa volta non voglio mollare.

E' impossibile che non paghi mai nessuno per l'icompetenza. Ci affidiamo a professinisti, costruttori, progettisti e amministratori, pagandoli fior di quattrini per poi sentirci dire non è colpa nostra. In questo momento siamo più incazzati con l'amministratore dato che è nelle sue competenze il controllo di queste cose. Regolamente pagato ogni anno per una gestione tranquilla e senza problemi. Adesso arriva con questa sorpresa. Se non riusciremo a rivalerci sul costruttore o progettista allora lo faremo su di lui.

Scusa, ti vuoi rivalere sull'Amministratore per il fatto che ha tardato a proporre la soluzione del problema? Considera che il soggetto piu' esposto in caso di incidenti connessi alla mancanza della Scia antincendio, sia sotto il profilo penale che civile, è solo lui.

Voi condomini e non l'Amministratore avreste dovuto , a suo tempo, " inseguire" il costruttore per obbligarlo a completare l'istruttoria. Come sia stato rilasciato il certificato di agibilità trascurando la coeva irregolarità delle autorimesse la dice lunga sulla malafede di chi ha curato la pratica " agibilità".

E poi, eravate al corrente che la pratica antincendio era stata avviata e poi abbandonata. Possibile che in tutti questi anni nessuno dei condomini si sia interessato della vicenda ?

In questo momento siamo più incazzati con l'amministratore dato che è nelle sue competenze il controllo di queste cose. Regolamente pagato ogni anno per una gestione tranquilla e senza problemi. Adesso arriva con questa sorpresa. Se non riusciremo a rivalerci sul costruttore o progettista allora lo faremo su di lui.

Dovreste da prima essere adirati contro VOI stessi acquirenti per non aver espletato i dovuti controlli prima di acquistare.

E per non aver preteso quanto vi era dovuto dai legittimati a farlo .... costruttore!

 

Mi ritrovo anche con la tesi di carati

Capisco che ognuno di noi deve essere vigile sulle cose che fa, ma è o non è dell'amministratore l'oblbigo di controllare certa docuementazione. Quando compri casa non hai una lista della spesa delle cose che devi controllare tranne quelle di conoscenza comune legate al tuo appartamento. Non siamo mica tutti tecnici. Secondo voi se eravamo a conoscenze di questa cosa evremmo lasciato andare il costruttore e comapagni. Il fatto è che l'amministratore era a conoscenze delle riserve dei VVF ma si è concentrato su altro, vedi far installare il semaforo per lo scivolo e non sulla cosa più importante. Siamo un condomio di sole 15 unità e da 16-17 anni ci segue lo stesso amministratore. Ha avuto una gestione più che tranquilla, una riunione di un paio d'ore l'anno e poi arrivederci. Pagato regolarmente. Una cosa cosi importante non può uscire dopo 17 anni.

Si, certo l'amministratore deve controllare la documentazione ma le sue colpe, se vogliamo, sono di negligenza ……. NON certo di non aver rispettato le norme di settore, in fase di progettazione (prima) e di realizzazione (poi).

Esiste una responsabilità a monte che non gli compete.

 

All’inizio ho subito notato questa frase

Sto parlando del costruttore, anche se sono passati più di 10 anni, del Geometrama anche dell'amministratore che dopo 16 anni ci porta a conoscenza di questa cosa?

Ora scrivi: “Siamo un condominio di sole 15 unità” ….. perché “sole” è un edificio di 15 UI …… non è una “casetta per le bambole” ….. è un manufatto edilizio consistente.

Vedendo le "professionalità" in campo la momento dell’acquisto avrei azionato “antenne e radar” per verificare il tutto >> rivolgendomi per consulenza ad altro Professionista per far fare dei controllo.

Alla fine magari ci rimettevo qualche centinaio di euro ma sarei stato più tranquillo ….. voi non siete tecnici, ma è per questo che esistono.

 

L’acquisto di una casa è un atto importante della propria vita, a volte anche di quella dei propri fighi che con avrebbe fatto con leggerezza!

 

Concludo con un ultimo consiglio: rivolgetevi ad un legale, esplicitate tutto il problema onde vagliare se vi siano i presupposti per agire ancora contro il costruttore.

Sono passati i 10 anni ma non è detta l’ultima parola.

Ti ringrazio del tuo parere. Hai ragione quando dici che non bisogna sottovalutare nulla e poche centinaia di euro avrebbero risolto tutto. Nella vita bisogna fare le cose sempre due volte. Quando facevo riferimento alle sole 15 unità era solo per sottolineare che non siamo un mega condominio con complessa gestione. Villette indipendente. Sento sempre di grandi problemi nella gestione di grosse realtà con litigi continui, chi non paga e altro. La nostra gestione in 17 anni si è risolta sempre con un'assemblea di poche ore e approvazione del bilancio. Pretendevo dall'amministratore solo un po più di attenzione sottoponendoci prima questa questione

×