Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Gerardo1966

Cortile comune suddivisione delle spese

salva a tutti, abito in un palazzo di forma quadrata con all'interno un giardino utilizzato anche come parcheggio.

ultimamente è stato istituito un condominio (solo per il cortile) volevo sapere se essendo un luogo comune e quindi tutti avente lo stesso diritto se le spese per quanto riguarda il suddetto debbano essere obbligatoriamente in base ai millesimi o parti uguali.

 

grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
salva a tutti, abito in un palazzo di forma quadrata con all'interno un giardino utilizzato anche come parcheggio.

ultimamente è stato istituito un condominio (solo per il cortile) volevo sapere se essendo un luogo comune e quindi tutti avente lo stesso diritto se le spese per quanto riguarda il suddetto debbano essere obbligatoriamente in base ai millesimi o parti uguali.

 

grazie.

Non esiste nel codice civile (art. 1123) la partizione in parti uguali, perciò in mancanza di un accordo unanime la partizione per le spese del cortile va effettuata in proporzione mlm di proprietà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

premesso che il condominio nasce automaticamente quando ci sono almeno due unità immobiliari con parti comuni, in ogni caso, in pratica dopo la vendita della seconda u.i. è nato automaticamente il condominio. Non so a quali spese di riferisci, ma in ogni caso considera che nel condominio, tranne qualche raro caso, tutte le spese devono essere divise per millesimi, a meno che all'unanimità non si decida di ripartire le spese con criteri diverse, per es. in parti uguali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie, dato che ho un maggior numero di millesimi che benefici ho nel pagare di più?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
grazie, dato che ho un maggior numero di millesimi che benefici ho nel pagare di più?

se ha un maggior numero di millesimi rispetto agli altri, vuol dire che hai una proprietà maggiore degli altri e, quindi, è giusto che paghi di pù.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

mi spiego meglio, io pago di più, ma non traggo niente?

perchè a finale ciò che faccio io fanno loro, come lo fanno loro lo faccio io. quindi è solo un pagare in più e non ricevere niente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
mi spiego meglio, io pago di più, ma non traggo niente?

perchè a finale ciò che faccio io fanno loro, come lo fanno loro lo faccio io. quindi è solo un pagare in più e non ricevere niente?

Tu avendo maggiori millesimi, in assemblea avrai più peso nelle decisioni assembleari in termini di maggioranza millesimale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
mi spiego meglio, io pago di più, ma non traggo niente?

perchè a finale ciò che faccio io fanno loro, come lo fanno loro lo faccio io. quindi è solo un pagare in più e non ricevere niente?

non so a cosa si riferiscono le spese che dovresti pagare per il cortile, in ogni caso, a meno che non ci sia un accordo unanime di tutti i condomini,le spese vanno ripartite per millesimi e non in parti uguali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ringrazio per le risposte.

vi spiego un po rapidamente per capire un pò.

sono 22 appartamenti, con questo cortile all'interno, è asfaltato e sono presenti 6 aiule con piante all'interno. viene utilizzato anche come parcheggio che però non tutte le macchine entrano all'interno, c'è anche chi ne parcheggia due e quindi peggiora la situazione. una signora stufa di questa cosa ha chiamato in causa un avvocato, si è deciso di creare un condominio (come amministratore questo avvocato) per gestire il parcheggio. abbiamo fatto i millesimi (un macello per l'appalto perchè ha chiesto cose differente ad ogni partecipante alla gara) e alla fine siamo riusciti a fare questi millesimi. da qui i guai. perchè non ci si riesce a mettere d'accordo, l'avvocato è stato sostituito con un amministratore. quest'ultimo nell'attesa di prendere una decisione ha affisso un foglio, nel cortile, su scritto che bisognava mettere una macchina per appartamento e non due con richiamo e successivamente via legale (non è stata rispettata e tanto meno la via legale, perchè l'amministratore ha detto che questa carta era inutile, carta da lui proposta, scritta e affissa). poi l'amministratore non lo abbiamo più visto e da gennaio ad adesso è stato pagato, non rispondeva le chiamate e tantomeno allo studio era presente, domani ha convocato un'assemblea per dare le dimissioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quando i posti auto sono sufficienti per tutti si può decidere i assemblea regolarmente convocata che si possa parcheggiare una autovettura a testa (l'amministratore non lo può stabilire), se i posti sono insufficienti si può decidere di effettuare una turnazione, mi spiace ma se voi condomini non riuscite a mettervi d'accordo, l'amministratore ha tutte le ragioni di dimettersi, e voi dovrete nominare un altro amministratore, oppure lui avrà la facoltà di rivolgersi all'Autorità Giudiziaria per la nomina di un amministratore giudiziale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

no ha detto che lo hanno minacciato perchè qualcuno non voleva pagare dato che non ha fatto nulla in questi mesi (che in parte è anche vero).

l'assemblea ha deciso di mettere una sola vettura ad appartamento su proposta dell'amministratore che si è tirato indietro quando poi doveva passare legalmente ai fatti dicendo che era una carta inutile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
no ha detto che lo hanno minacciato perchè qualcuno non voleva pagare dato che non ha fatto nulla in questi mesi (che in parte è anche vero).

l'assemblea ha deciso di mettere una sola vettura ad appartamento su proposta dell'amministratore che si è tirato indietro quando poi doveva passare legalmente ai fatti dicendo che era una carta inutile.

L'amministratore di sua iniziativa potrebbe invitare i condomini al rispetto della regola inviando una lettera di richiamo, ma non ha titolo per poter agire per vie legali, fatto salvo con decisione assembleare a maggioranza del 2°c. art 1136 cc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×