Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
ariete1986

Corrimano vano scale. immobilità dell'amministratore

Un saluto e una richiesta di aiuto.

Da ormai due mesi cerco di far installare nel condominio di residennza della mamma, un corrimano che aiuti nel percorrere i sette gradini che dividono il portone dal'accesso ascensore.

Dopo un lungo periodo di degenza durato 11 mesi e a seguito di interventi chirurgici che hanno portato alla limitazione della deambulazione, sino al riconoscimento della legge 104, la mamma tornerà in casa sua e, sebbene aiutata, quei sette gradini, senza nemmeno un corrimano per "tirarsi sù", diventano un problema.

A seguito di numerose richieste all'amministratore dello stabile, telefonicamente molto sensibile e disponibile, ma nei fatti un'altra persona, il risultato è diverso dallo sperato: nulla; nessun intervento, nessuna comunicazione, nessuna decisione.

Come posso agire per la soluzione di questo problema che, sono sicuro, non servirà solo a pochi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La spesa per l'installazione del corrimano deve essere deliberata dall'assemblea.

Richiedi all'amministratore di convocare un'assemblea con all'o.d.g. "installazione corrimano"

Devi raccogliere l'adesione di un numero,almeno 2,di condomini che rappresentino 1/6 dei millesimi- scrivete una bella lettera (meglio se racc.r.r.) all'amministratore richiedendo la convocazione dell'assemblea secondo i termini dell'art.66 delle disposizioni del codice di attuazione del C.C. Se l'amministratore non provvede in tempi ragionevoli (l'art.prevede 10 giorni) siete liberi di provvedere voi stessi alla convocazione.

Ciao

Nicola.L

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

sempre per le vie brevi, premetto che scrivo da Padova ma il condominio di residenza della mamma è a Bari, l'amministratore mi aveva riferito che l'intervento non necessitava di riunione condominiale, rientrando l'intervento tra le misure di eliminazione di barriere architettoniche e che tutti i residenti sarebbero stati concordi nell'affrontare una piccola spesa comune per l'utilità comune. Bellissime parole...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scritto da ariete1986 il 18 Ott 2010 - 12:57:39: l'amministratore mi aveva riferito che l'intervento non necessitava di riunione condominiale, rientrando l'intervento tra le misure di eliminazione di barriere architettoniche e che tutti i residenti sarebbero stati concordi nell'affrontare una piccola spesa comune per l'utilità comune. Bellissime parole...

No,forse l'amministratore ha mischiato gli argomenti.

Se la spesa vuole esser condivisa e sostenuta da tutti DEVE esser deliberata in assemblea e probabilmente cista l'utilità e la spesa contenuta sarà facilmente adottabile.

Se la spesa vuole esser sostenuta solo da colui che ha necessità,per urgenza o perchè l'assemblea diniega la spesa,trattandosi di una forma di abbattimento di barriera architettonica,egli può agire senza autorizzazione assembleare sostenendone l'intero costo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×