Vai al contenuto
tambika

Convocazioni e altro

Salve a tutti e grazie a chi potrà e vorrà fornirmi delle informazioni valide ed utili ai miei quesiti.

 

1) Stiamo per cambiare amministratore (la mia domanda porta a pensare: "cominciamo male"), lo stesso nella sua offerta di collaborazione ci richiede trascrivo l'esatta dicitura.

CONVOCAZIONE E TENUTA DELL'ASSEMBLEA ANNUALE ORDINARIA RIPETUTA NEL CASO IN CUI SIA ANDATA DESERTA SIA IN PRIMA CHE IN SECONDA CONVOCAZIONE EURO 75 (ESCLUSI ONERI DI LEGGE).

Questa sua richiesta è regolare?? Questa specifica assemblea non rientra nel regolare servizio per il quale ha richiesto specifico compenso?

 

2)Questa domanda riguarda un'altra gestione. In questo caso ho bisogno di dilungarmi un po' me ne scuso e spero di essere chiara.

 

A febbraio di quest'anno sono stata a colloquio con l'amministratrice di un immobile che volevo acquistare. Durante il ns. incontro ho chiesto informazioni anche sul quando sarebbe stata indetta l'assemblea di chiusura contabile (al 31/12 come specificato nei documenti in mie mani).

L'amministratrice mi ha risposto che non lo sapeva ancora perchè il suo studio voleva affrontare i bilanci con assoluta precisione dal momento che volevano essere particolarmente scrupoli ed attenti. Mi sono venuti tanti dubbi................comunque il 18 aprile sono diventata proprietaria dell'immobile. Aspettavo di ricevere o comunque sapere dai vecchi proprietari informazioni al riguardo ma c'era il vuoto assoluto. Qualche mese dopo (ero impegnata con la ristrutturazione dello stesso) ho chiesto ai vicini i quali non avevano ricevuto nulla. Insomma il 22 settembre ho scritto chiedendo chiedendo conto e ragione della mancata convocazione (in particolarmodo io ero interessata alle spese preventivate per il 2016 a cui dovevo far fronte dal giorno del rogito). Mi ha scritto che l'assemblea era stata indetta per il 30/9/16 ben tre mesi dopo ogni possibilità concessa, ma soprattutto ho controllato dopo, nel ns. regolamento condominiale erano specificati 60 gg. dalla chiusura della gestione quindi al massimo entro i primi di marzo. Io non sono stata convocata perchè i rendiconti riguardavano il 2015 quando non ero ancora proprietaria. Arrivo ora alla domanda è corretto questo modo di agire? Sicuramento no per quanto riguarda la convocazione, ma per quanto riguarda chi doveva essere convocato???? Lei mi ha invitato quando ha risposto alla mia mail, ma a tutti gli effetti non era una convocazione e per giunta in quel periodo ero fuori regione.

Ho chiesto comunque di inviarmi il verbale e i preventivi con relativi riparti e suddivisione rate. Entro quanto tempo deve redigere il verbale ed inviare il tutto?

Grazie e scusate per la prolissità e per eventuali errori. Saluti

ciao

l'onorario dell'amministratore è quello che viene indicato nella sua offerta. Quindi se avete accettato la sua offerta, la sua richiesta è corretta.

 

Per la seconda parte, sorvolando sulla data di convocazione, ti confermo che avrebbe comunque dovuto convocare te che sei la condomina, anche se le spese si riferiscono al 2015 quando tu non lo eri. e ciò soprattutto perchè, se non paga chi ti ha vendito, dovraio accollarti la spesa, salvo poi rivalerti.

In questo caso ha sbagliato l'amministratore

ciao

l'onorario dell'amministratore è quello che viene indicato nella sua offerta. Quindi se avete accettato la sua offerta, la sua richiesta è corretta.

 

Per la seconda parte, sorvolando sulla data di convocazione, ti confermo che avrebbe comunque dovuto convocare te che sei la condomina, anche se le spese si riferiscono al 2015 quando tu non lo eri. e ciò soprattutto perchè, se non paga chi ti ha vendito, dovraio accollarti la spesa, salvo poi rivalerti.

In questo caso ha sbagliato l'amministratore

Camillo buon pomeriggio, ho recepito quanto mi ha scritto, ma non vi sono dei riferimenti di legge a cui far riferimento per una contestazione? Sarebbero per me di grande aiuto. A tutt'oggi 11 ottobre a distanza di 11 gg. dal 30/9, giorno dell'assemblea, non ho ricevuto alcun verbale pur avendolo richiesto attraverso la mia ultima mail. Non conosco quindi il risultato dell'assemblea e tanto meno i prospetti per i pagamenti dal gen-al dic 2016 per i quali devo pagare le quote ma a partire solo dal 18 aprile 2016. Ha qualche suggerimento da darmi? Soprattutto al riguardo dei riferimenti di legge che prevedono quello di cui mi ha dato conferma nella sua precedente risposta.

Grazie, cordiali saluti.

Camillo buon pomeriggio, ho recepito quanto mi ha scritto, ma non vi sono dei riferimenti di legge a cui far riferimento per una contestazione? Sarebbero per me di grande aiuto. A tutt'oggi 11 ottobre a distanza di 11 gg. dal 30/9, giorno dell'assemblea, non ho ricevuto alcun verbale pur avendolo richiesto attraverso la mia ultima mail. Non conosco quindi il risultato dell'assemblea e tanto meno i prospetti per i pagamenti dal gen-al dic 2016 per i quali devo pagare le quote ma a partire solo dal 18 aprile 2016. Ha qualche suggerimento da darmi? Soprattutto al riguardo dei riferimenti di legge che prevedono quello di cui mi ha dato conferma nella sua precedente risposta.

Grazie, cordiali saluti.

Se eri presente all'assemblea l'amministratore non è obbligato ad inviarti il verbale, se invece eri assente prima o poi riceverai il deliberato, 11 giorni dall'assemblea non vogliono dire niente perchè non esiste un tempo massimo per recapitare il verbale agli assenti, quello che potrebbe succedere è una impugnazione per delibere viziate, che possono essere impugnate entro 30 giorni da quando gli assenti sono stati messi al corrente delle decisioni assembleari, ovvero più tempo passa e più tempo ci sarà a disposizione per le impugnazioni, di solito con l'invio del verbale ai presenti per memoria ed agli assenti per conoscenza, l'amministratore allega anche il bollettini per i pagamenti (il mio fa così)

Comunque l'amministratore non è tenuto a rispondere alle e.mail e se tu desideri il verbale, puoi chiederlo direttamente all'amministratore previo appuntamento

×