Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
nemocc

Convocazione, quorum e ripartizione spese per spostamento contatore acqua condominiale

Gentili signori,

 

ringrazio fin da subito chi vorrà dedicarmi del tempo per rispondere al mio quesito.

Un condominio costituito da 14 condòmini (6 proprietari di soli box e 8 anche di appartamenti) ha attualmente un contatore dell'acqua dalla cui lettura si basa la fatturazione della fornitura d'acqua al condominio.

Tale contatore è posto a circa 30 metri di distanza dal condominio in un pozzetto situato in una strada privata soggetta a pubblico passaggio adiacente il fabbricato.

Buona parte dei condòmini proprietaria di appartamenti vorrebbe spostare tale contatore dentro il condominio (possibilmente nel locale autoclave), per non incorre in eventuali spese dovute alla rottura della tubazione dell'acqua esterna al condominio in quanto la società erogatrice dell'acqua risponde fino al contatore.

Come bisogna comportarsi per una tale problematica in merito alla convocazione dell'assemblea straordinaria, quorum e ripartizione della spesa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Di chi è il contatore? suppongo della società erogatrice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Gentili signori,

 

ringrazio fin da subito chi vorrà dedicarmi del tempo per rispondere al mio quesito.

Un condominio costituito da 14 condòmini (6 proprietari di soli box e 8 anche di appartamenti) ha attualmente un contatore dell'acqua dalla cui lettura si basa la fatturazione della fornitura d'acqua al condominio.

Tale contatore è posto a circa 30 metri di distanza dal condominio in un pozzetto situato in una strada privata soggetta a pubblico passaggio adiacente il fabbricato.

Buona parte dei condòmini proprietaria di appartamenti vorrebbe spostare tale contatore dentro il condominio (possibilmente nel locale autoclave), per non incorre in eventuali spese dovute alla rottura della tubazione dell'acqua esterna al condominio in quanto la società erogatrice dell'acqua risponde fino al contatore.

Come bisogna comportarsi per una tale problematica in merito alla convocazione dell'assemblea straordinaria, quorum e ripartizione della spesa?

Prima di spostare il contatore dovreste chiedere autorizzazione alla società erogatrice. Per stabile il quorum esatto bisognerebbe sapere l'ammontare della spesa, che in ogni caso andrà divisa per millesimi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

... Come bisogna comportarsi per una tale problematica in merito alla convocazione dell'assemblea straordinaria, quorum e ripartizione della spesa?

Prima di convocare l'assemblea e deliberare il riparto della spesa che sarà per millesimi di proprietà tra tutti gli allacciati, dovete farvi fare un preventivo dalla SMAT (Società Metropolitana Acque Torinesi).

Se lo spostamento sarà possibile, questo avverrà a cura della SMAT ed a spese del condominio.

 

Tratto dal regolamento SMAT di cui trovi il link in calce:

ART. 3

....

(4° COMMA)

All’atto della stipulazione della scrittura, l’Utente deve pagare il contributo di allacciamento, che costituisce il corrispettivo dovutodall’Utente per il collegamento alla pubblica rete di acquedotto, comprensivo delle spese di stipula contrattuale e di collocazione delcontatore...

....

...Per ogni spostamento di presa o per ogni cambiamento del diametro di una presa esistente si deve stipulare una nuova scrittura eall’atto della sua stipulazione l’Utente deve pagare, il contributo di allaccio di cui al precedente 4° comma.

 

http://www.smatorino.it/documenti/assistenza_modulistica/regolamento_servizio_idrico/REGOLAMENTO.pdf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il contatore è della SMAT (Società Metropolitana Acque Torino spa) e abbiamo chiesto un preventivo.

La spesa sarà per millesimi, correggetemi se sbaglio in quanto gli impianti idrici, sono parte comune (vedi art. 1117 c. c.)?

La suddivisione della spesa dovrà avvenire tra tutti i condomini o solo tra quelli proprietari anche di appartamenti?

Per quanto concerne i quorum?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il contatore è della SMAT (Società Metropolitana Acque Torino spa) e abbiamo chiesto un preventivo.

La spesa sarà per millesimi, correggetemi se sbaglio in quanto gli impianti idrici, sono parte comune (vedi art. 1117 c. c.)?

La suddivisione della spesa dovrà avvenire tra tutti i condomini o solo tra quelli proprietari anche di appartamenti?

Per quanto concerne i quorum?

La spesa sarà ripartita per millesimi di proprietà tra tutte le unità immobiliari in cui arriva l'acqua (allacciàti).

Poichè siete un condominio composto da 8 appartamenti + box ed immagino che la spesa sia di circa 2.000 euro, non si tratta di spesa di notevole entità rispetto al valore dell'edificio per cui ritengo che in seconda convocazione sia sufficiente la maggioranza degli intervenuti che rappresenti almeno 333,33 millesimi.

Se riuscite a deliberare con una maggioranza di almeno 500 millesimi non ci sarà spazio nemmeno per chi si vorrà appigliare alla spesa di notevole entità.

 

Art. 1123 c.c.

... Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell’intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Gentili signori,

 

ringrazio fin da subito chi vorrà dedicarmi del tempo per rispondere al mio quesito.

Un condominio costituito da 14 condòmini (6 proprietari di soli box e 8 anche di appartamenti) ha attualmente un contatore dell'acqua dalla cui lettura si basa la fatturazione della fornitura d'acqua al condominio.

Tale contatore è posto a circa 30 metri di distanza dal condominio in un pozzetto situato in una strada privata soggetta a pubblico passaggio adiacente il fabbricato.

Buona parte dei condòmini proprietaria di appartamenti vorrebbe spostare tale contatore dentro il condominio (possibilmente nel locale autoclave), per non incorre in eventuali spese dovute alla rottura della tubazione dell'acqua esterna al condominio in quanto la società erogatrice dell'acqua risponde fino al contatore.

Come bisogna comportarsi per una tale problematica in merito alla convocazione dell'assemblea straordinaria, quorum e ripartizione della spesa?

le aziende dell'acqua non sono così deficiente da consentire lo spostamento all'interno così da assumersi le spese fino al contatore

 

inutile arrovelarsi su maggioranze per questo o per quello ... prima verificate cosa sarebbe disponile fare la vostra azienda acqua e con quali costi da pagare a loro e costi lavori che dovete fare voi

 

dopo apri un altro post

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'art. 1123 c. c. "destinati a servire una parte dell'intero fabbricato", l'impiando idrico nel condominio non è destinato a servire solo una parte.

Chi lo desidera può allacciarsi all'acqua.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
L'art. 1123 c. c. "destinati a servire una parte dell'intero fabbricato", l'impiando idrico nel condominio non è destinato a servire solo una parte.

Chi lo desidera può allacciarsi all'acqua.

Non mi sono spiegato.

Se, per esempio, nei box non arriva l'acqua (non sono serviti), la tubazione ed il relativo contatore, nonchè tutto l'impianto idrico, attualmente non serve ai box per cui non partecipano alla spesa.

Se, ad esempio, dovete fare la manutenzione ad un'autocalve e c'è un locale che prende acqua direttamente dal tubo principale senza passare dall'autoclave, quel locale non parteciperà alla manutenzione dell'autoclave.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Comunque, a prescindere da tutti i ragionamenti, seguirei il suggerimento di prociotta prima di decidere..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il lavoro in questione riguarda l'allaccio all'impianto idrico, quindi prima di qualsiasi diramazione o autoclave.

Tale impianto ha la funzione di permettere al condominio di avere l'acqua e a tutti i condomini potenzialmente di allacciarvisi.

E tra l'altro, se non erro, tutta la manutenzione per il tratto prima del contatore e a carico della società erogatrice.

 

- - - Aggiornato - - -

 

È stato già fatto sopralluogo e preventivo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non ci siamo capiti... quale interesse dovrebbe avere l'ente erogatore a spostare il suo contatore?

prima informatevi se sia possibile e poi il resto..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il sopralluogo e il preventivo lo ha fatto un tecnico della società erogatrice

 

- - - Aggiornato - - -

 

(Cass. Civ. sez II, 23.12.1992 n. 13655)

"La regola generale di ripartizione delle spese ai sensi degli articoli 1117 e 1123 1° comma del codice civile, è applicabile "solo se la cosa comune in relazione alla sua consistenza e alla sua funzione sia destinata a servire ugualmente ed indiscriminatamente le diverse proprietà" ... quindi anche l'installazione di un contatore acqua generale!

 

Navigando ho trovato questo scritto che ne pensate?

https://www.propit.it/threads/ripartizione-spese-allaccio-idrico-edificio.19224/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io penso che per comprendere come suddividere le spese bisogna rispondere a questa domanda: di chi è l'impianto idrico? Alla domanda si risponde così: salvo diversa indicazione del titolo l'impianto idrico è in condominio tra i proprietari dell'unità immobiliari che se ne servono. Ne consegue che le spese debbano essere ripartite tra questi secondo i millesimi di proprietà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×