Vai al contenuto
soggy_acres

Convocazione con preventivi

È corretto che un amministratore alleghi alla convocazione anche i preventivi dei lavori da deliberare ?

Non è più indicato la consegna direttamente in assemblea ?

Grazie

È corretto che un amministratore alleghi alla convocazione anche i preventivi dei lavori da deliberare ?

Non è più indicato la consegna direttamente in assemblea ?

Grazie

Dipende dal sistema adottato, ci sono condominii dove i preventivi devono essere in busta chiusa ed aperta solo al momento dell'assemblea, ed in altri casi preferiscono leggere con calma i preventivi prima dell'assemblea.

personalmente penso che i preventivi debbano essere presentati in busta chiusa all'assemblea e non se ne possano accettare altri dopo aver aperto le buste ...

 

si indice la gara, si da un termine per la presentazione dei preventivi (che possono essere forniti da chiunque) in base a quanto stabilito nel computo metrico, chi è dentro è dentro e chi è fuori è fuori.

 

presentare ulteriori preventivi dopo esser venuti a conoscenza delle offerte altrui (come suggerisce l'articolo linkato) mi pare non proprio regolare ...

 

non concordo quindi sull'ultima parte di quanto riportato.

Aggiungo che per il condominio non esiste una normativa specifica, come è previsto per le opere pubbliche (gara d'appalto), per cui ogni condominio può adottare il sistema che preferisce, quello dell'apertura in assemblea oppure la preconoscenza dei preventivi allegandoli alla convocazione

Aggiungo che per il condominio non esiste una normativa specifica, come è previsto per le opere pubbliche (gara d'appalto), per cui ogni condominio può adottare il sistema che preferisce, quello dell'apertura in assemblea oppure la preconoscenza dei preventivi allegandoli alla convocazione

su questo sono d'accordo.

che si alleghino pure i preventivi alla convocazione: ognuno avrà il tempo (se ha la voglia ...) di controllare per poi votare con cognizione di causa.

 

ma quelli tra cui deliberare, subito o in una successiva assemblea, secondo me devono essere solo quelli allegati all'invito e non altri portati al voto successivamente dopo aver conosciuto le offerte altrui.

 

è questo su cui non sono d'accordo con l'articolo.

su questo sono d'accordo.

che si alleghino pure i preventivi alla convocazione: ognuno avrà il tempo (se ha la voglia ...) di controllare per poi votare con cognizione di causa.

 

ma quelli tra cui deliberare, subito o in una successiva assemblea, secondo me devono essere solo quelli allegati all'invito e non altri portati al voto successivamente dopo aver conosciuto le offerte altrui.

 

è questo su cui non sono d'accordo con l'articolo.

Sono d'accordo con te, sarà sufficiente stabilire una prassi da adottare, altrimenti vige l'anarchia.
personalmente penso che i preventivi debbano essere presentati in busta chiusa all'assemblea e non se ne possano accettare altri dopo aver aperto le buste ...

 

si indice la gara, si da un termine per la presentazione dei preventivi (che possono essere forniti da chiunque) in base a quanto stabilito nel computo metrico, chi è dentro è dentro e chi è fuori è fuori.

 

presentare ulteriori preventivi dopo esser venuti a conoscenza delle offerte altrui (come suggerisce l'articolo linkato) mi pare non proprio regolare ...

 

non concordo quindi sull'ultima parte di quanto riportato.

La cosa è delicata in quanto spesso l'amministratore viene accusato di giochetti poco chiari e di avere dei tornaconti personali.

 

Solitamente l'amministratore ha i suoi fornitori di fiducia che erroneamente vengono considerati inaffidabili a causa del rapporto con lo stesso.

 

Invece le cose sono differenti nella maggior parte dei casi, cioè proprio a seguito del suddetto rapporto di fiducia sono fornitori a cui l'amministratore riesce a strappare il prezzo più conveniente a parità di servizi, nonché la garanzia della serietà dell'impresa e disponibilità ad interventi celeri.

 

Per evitare fraintendimenti è meglio essere chiari e mettere a disposizione i preventivi anche prima dell'assemblea, per esperienza sono pochi i condòmini che alla fine producono altri preventivi ed anche se lo facessero sulla base di quelli visionati, se proprio volessero agevolare qualche conoscente, a parte il prezzo che si suppone più basso, dovrebbero provvedere anche a produrre garanzie in merito all'affidabilità del proprio candidato.

 

Condivido che per la presentazione debba essere dato un termine per la presentazione dei preventivi e che quindi come si chiede all'amministratore di mettere a disposizione i propri preventivi, lo stesso valga per i condòmini.

 

L'assemblea non dovrebbe tener conto solo dell'offerta minore ma soprattutto dell'affidabilità dell'impresa, cosa difficile da far capire salvo pentimenti postumi.

La cosa è delicata in quanto spesso l'amministratore viene accusato di giochetti poco chiari e di avere dei tornaconti personali.

 

Solitamente l'amministratore ha i suoi fornitori di fiducia che erroneamente vengono considerati inaffidabili a causa del rapporto con lo stesso.

 

Invece le cose sono differenti nella maggior parte dei casi, cioè proprio a seguito del suddetto rapporto di fiducia sono fornitori a cui l'amministratore riesce a strappare il prezzo più conveniente a parità di servizi, nonché la garanzia della serietà dell'impresa e disponibilità ad interventi celeri.

 

Per evitare fraintendimenti è meglio essere chiari e mettere a disposizione i preventivi anche prima dell'assemblea, per esperienza sono pochi i condòmini che alla fine producono altri preventivi ed anche se lo facessero sulla base di quelli visionati, se proprio volessero agevolare qualche conoscente, a parte il prezzo che si suppone più basso, dovrebbero provvedere anche a produrre garanzie in merito all'affidabilità del proprio candidato.

 

Condivido che per la presentazione debba essere dato un termine per la presentazione dei preventivi e che quindi come si chiede all'amministratore di mettere a disposizione i propri preventivi, lo stesso valga per i condòmini.

 

L'assemblea non dovrebbe tener conto solo dell'offerta minore ma soprattutto dell'affidabilità dell'impresa, cosa difficile da far capire salvo pentimenti postumi.

io dico solamente che si deve adottare un "metodo" (deciso in assemblea), come anche ricordato da tullio, che dia garanzia di massima trasparenza.

 

per cui non ritengo ne serio, ne corretto, dare la possibilità ad un'impresa di presentare un'offerta dopo essere venuta a conoscenza di quelle altrui sia per prezzi che per garanzie.

 

tutto qui.

 

per il resto concordo (come ho già detto poco prima).

×