Vai al contenuto
LoriSofia

Convocazione assemblea straordinaria da delibera assembleare

Buongiorno,

Volevo esporre un problema relativo alla gestione del mio condominio sperando con il vostro aiuto di riuscire a capire cosa fare.Il condominio in questione, nel quale vivo da qualche anno, possiede un grande giardino interno.Nell’ultima assemblea è stato richiesto di intervenire sui marciapiedi antistanti gli ingressi delle 3 scale condominiali perchè si stanno completamente sgretolando ed infiltrando per l’umidità del giardino, soprattutto davanti al nostro portone, dando un aspetto trasandato e degradato al condominio.

Nonostante fosse stata deliberato nella scorsa assemblea di discuterne in un’assemblea straordinaria programmata per inizio gennaio, a tutt’oggi nonostante mail e telefonate da più parti nulla si muove.L’amministratore è sempre latitante e nonostante altre problematiche in condominio relative a scarse pulizie, segnalate con raccomandate, mail e telefonate ha pensato bene di non verificare mai di persona ne fare richiami se non verbali, per non dover prendere posizione. Ora, capisco che il marciapiede che si sgretola possa non rivestire carattere di urgenza, ma io credo che questo costituisca un danno anche alla mia proprietà, perchè ritengo che una mancata cura delle parti comuni che stanno diventando sempre più trascurate vada ad incidere anche su una valutazione del mio appartamento.Non c’è nulla che un singolo condomino possa fare per far valere suoi diritti e tutelare i propri interessi?Preciso che di base è anche presente uno scarso interesse da parte della maggior parte dei condomini, che tendono a procrastinare gli interventi arrivando poi a sanare in extremis.Abbiamo anche provato a cambiare l'amministratore, ma poi uno sparuto gruppetto lo ha convinto a ritornare.

Grazie e attendo un vostro riscontro.

Per richiedere la convocazione straordinaria di un assemblea occorre che almeno due condomini che rappresentino almeno 1/6 del valore dell'edificio ne facciano richiesta all'amministratore il quale si deve attivare. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta resta la facoltà dei condomini di provvedere direttamente alla convocazione. Tutto ciò è sancito dall’art. 66 disp. att. c.c.:

 

«L’assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall’articolo 1135 del codice, può essere convocata in via straordinaria dall’amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell’edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

In mancanza dell’amministratore, l’assemblea tanto ordinaria quanto straordinaria può essere convocata a iniziativa di ciascun condomino…».

 

Se esiste questo tipo di situazione, l'amministratore è suscettibile di revoca, esistono i presupposti per agire in giudizio nei suoi confronti.

Innanzitutto grazie per la tua risposta.

Ma vorrei se possibile chiedere un ulteriore chiarimento.I due condomini che rappresentino almeno 1/6 del valore dell'edificio, sta a indicare l'intero edificio(in questo caso le 3 scale) o potrebbe anche essere relativo ad una singola scala? Ti faccio questa domanda in quanto il problema maggiore è davanti al nostro portone e mi chiedevo se l'assemblea straordinaria potesse essere anche richiesta da una singola scala o se in alternativa potesse avere valore anche una raccolta firme che portasse ad avere più della metà dei consensi per procedere a fare il lavoro.

Volevo anche chiedere se i 10 giorni sono a decorrere dalla data di invio della raccomandata o da quella di ricevimento sulla ricevuta di ritorno.Ho letto pareri discordanti in merito e vorrei capire.

 

Grazie!

In merito alle tue domande, ti posso rispondere solo all'ultima: i 10 giorni partono dal ricevimento della raccomandata da parte dell'amministratore, data che troverai riportata sulla "ricevuta di ritorno".

In risposta alle altre tue domande ritengo rileggendo il tuo primo post in cui hai scritto che la convocazione dell'assemblea straordinaria era stata già stabilita nei modi e nei tempi da una precedente delibera, che basti anche il sollecito di un solo condomino per far attivare l'amministratore, in difetto ribadisco che esistono i presupposti per agire in giudizio nei suoi confronti ( per la mancata esecuzione della delibera precedente ) .

In realtà leggendo il verbale dell'assemblea, ho visto che si è guardato bene dal mettere una specifica di tempi.Ha verbalmente parlato di gennaio ma non è stato riportato per iscritto.Per modi non so bene cosa si intenda..

Per "modi", nel merito, si intende la specifica degli ordini del giorno che dovranno essere discussi. Per capire, nel verbale, non è stata menzionata in nessun modo?

×