Vai al contenuto
titti8855

Convocazione assemblea ricevuta tardivamente

Buon anno a tutti.

Espongo la questione.

Assemblea condominiale fissata in prima convocazione il 27 dicembre 2013, in seconda convocazione il 28 dicembre 2013.

L'amministratore inoltra al condòmino la convocazione alla detta assemblea in data 16 dicembre 2013 a mezzo di raccomandata A.R.

Il Condòmino riceve la raccomandata in data 10 gennaio 2014.

Domanda: l'amministratore doveva accertarsi dell'avvenuta conoscenza della convocazione (provato dall'avviso di ricevimento richiesto), prima di dichiarare in assemblea che tutti i condomini sono stati invitati?

E' valido il motivo dell'impugnazione della delibera assembleare basato su questa circostanza?

Devo prima esperire il tentativo di conciliazione e vorrei evitare l'impugnazione laddove piuttosto labile a mio avviso....

Avete sentenze sul punto? io non ne ho trovate.

Grazie sin d'ora.

L’avviso può essere considerato correttamente ricevuto, quando è inserito nella cassetta postale del destinatario l’avviso di giacenza del plico presso l’ufficio postale (cfr. Cass. 22 novembre 1985 n. 5769).

caro titti legalmente fa fede qso.uando il postino consegna materialmente la raccomandata al destinatario o, in caso non ci sia nessuno a casa, lascia l'avviso.

però, qualora il condomino abbia partecipato all'assemblea, la "falla" si sana.

×