Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
tungata

Convocazione assemblea ordinaria : per modo di dire

Salve

Ho ricevuto la convocazione per l'approvazione del bilancio e contestualmente all'ordine del giorno

sono previsti :

discussione su una richiesta di mediazione

" " su espletamento gara di appalto e inizio lavori facciata

" " su lavori straordinari, a seguito verifica, dell'ascensore

 

Vi chiedo: il quorum costitutivo ?

Si può in una assemblea convocata come ordinaria discutere e deliberare tutto questo?

 

Grazie per le risposte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ciao

 

mi dici cosa lo dovrebbe impedire ? Che la assemblea sia ordinaria o straordinaria non c'è nessuna differenza sugli argomenti.

 

Il quorum costitutivo per la 1 convocazione 2/3 del valore dell'edificio e maggioranza dei partecipanti , in seconda convocazione è sufficiente un terzo in millesimi e partecipanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve

Ho ricevuto la convocazione per l'approvazione del bilancio e contestualmente all'ordine del giorno

sono previsti :

discussione su una richiesta di mediazione

" " su espletamento gara di appalto e inizio lavori facciata

" " su lavori straordinari, a seguito verifica, dell'ascensore

 

Vi chiedo: il quorum costitutivo ?

Si può in una assemblea convocata come ordinaria discutere e deliberare tutto questo?

 

Grazie per le risposte

Non trovo nulla di strano, probabilmente l'amministratore a preferito fare un'unica assemblea anche a risparmio di spese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie per la risposta

però mi continuo a chiedere :

l'assemblea è valida con quel quorum,ma per discutere sulle altre cose i quorum costitutivi non sono diversi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
grazie per la risposta

però mi continuo a chiedere :

l'assemblea è valida con quel quorum,ma per discutere sulle altre cose i quorum costitutivi non sono diversi?

art. 1136 c.c.

 

L'assemblea in prima convocazione è regolarmente costituita con l'intervento di tanti condomini che rappresentino i due terzi del valore dell'intero edificio e la maggioranza dei partecipanti al condominio.

 

Sono valide le deliberazioni approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio.

 

Se l'assemblea in prima convocazione non può deliberare per mancanza di numero legale, l'assemblea in seconda convocazione delibera in un giorno successivo a quello della prima e, in ogni caso, non oltre dieci giorni dalla medesima. L'assemblea in seconda convocazione è regolarmente costituita con l'intervento di tanti condomini che rappresentino almeno un terzo del valore dell'intero edificio e un terzo dei partecipanti al condominio. La deliberazione è valida se approvata dalla maggioranza degli intervenuti con un numero di voti che rappresenti almeno un terzo del valore dell'edificio.

 

questi sono i quorum costitutivi, poi a secondo della materia da discutere ci sono i quorum deliberativi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

non esiste nel condominio spesa ordinaria e spesa straordinaria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
non esiste nel condominio spesa ordinaria e spesa straordinaria

ciao

 

non dire una cosa inesatta.

 

Esistono sia le spese ordinarie che straordinarie, anche se la parola straordinaria è usata quasi sempre impropriamente, ma che serve per facilitare la comprensione delle spese ai condomini, nella divisione tra spese a carico della proprietà da quelle della conduzione.

 

La spesa straordinaria è quella imprevista ed imprevedibile, quindi quelle che spesso vengono definite spese straordinarie perche non cadono tutti gli anni, sono quasi sempre invece spese ordinarie.

 

Se ho un fulmine che danneggia l'impianto elettrico, quella è spesa straordinaria, ma se devo sostituire dopo 5 anni il tubo dell' gas di raccordo agli elettrodomestici, quella è spesa ordinaria essendo prevista e prevedibile, oltre che obbligatoria. Discorso diverso poi se tale spesa è a carico della proprietà o della conduzione.

 

Anch'io chiamo straordinarie le spese che non si verificano tutti gli anni, ma questo solo per farmi capire considerato che così vengo capito meglio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

non dirle tu cose inesatte

nel vecchio codice sò per certo che non è mai stata scritta la parola "straordinaria" e anche nel nuovo sono al 99% certa non sia mai stata scritta

 

le parole ordinarie e straordinario, hanno un significato nel linguaggio comune

un altro significato nella locazione

un altro significato ancora in edilizia

un altro significato fra nudo proprietario e usufruttuario o/diritto d'abitazione

 

citami un passo degli articoli condominiali dove è scritto straordinaria !!! nel vecchio sono certa che non c'è, nel nuovo ma è stato scritto da incompetenti, non ha motivo di esserci

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
non dirle tu cose inesatte

nel vecchio codice sò per certo che non è mai stata scritta la parola "straordinaria" e anche nel nuovo sono al 99% certa non sia mai stata scritta

 

le parole ordinarie e straordinario, hanno un significato nel linguaggio comune

un altro significato nella locazione

un altro significato ancora in edilizia

un altro significato fra nudo proprietario e usufruttuario o/diritto d'abitazione

 

citami un passo degli articoli condominiali dove è scritto straordinaria !!! nel vecchio sono certa che non c'è, nel nuovo ma è stato scritto da incompetenti, non ha motivo di esserci

articolo 1135 comma 1 punto 4).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si può in una assemblea convocata come ordinaria discutere e deliberare tutto questo ?

Le assemblee si suddividono in ORDINARIA e STRAORDINARIA (o straordinarie).

Quella Ordinaria deve (dovrebbe....) essere convocata una volta l'anno. Dopo l'assemblea Ordinaria, qualunque altra, E' STRAORDINARIA !!!

Se non c'è una precedente assemblea ordinaria non ci può essere un'assemblea straordinaria.

In Assemblea (sia ordinaria che straordinaria), a condizione che ci siano il "quorum costitutivo" che i vari "quorum deliberativi", si può deliberare ed approvare qualsiasi cosa.

(In verità, NULLA può essere deliberato ricorrendo alla voce "varie ed eventuali")

Non farti fuorviare dalle parole "lavori di manutenzione ordinaria" e di "lavori di manutenzione straordinaria".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
non dirle tu cose inesatte

nel vecchio codice sò per certo che non è mai stata scritta la parola "straordinaria" e anche nel nuovo sono al 99% certa non sia mai stata scritta

 

le parole ordinarie e straordinario, hanno un significato nel linguaggio comune

un altro significato nella locazione

un altro significato ancora in edilizia

un altro significato fra nudo proprietario e usufruttuario o/diritto d'abitazione

 

citami un passo degli articoli condominiali dove è scritto straordinaria !!! nel vecchio sono certa che non c'è, nel nuovo ma è stato scritto da incompetenti, non ha motivo di esserci

ciao

 

ti ha risposta nel post. 9 paul, e ciò sarebbe esaustivo, ma ... quando uno va a cercare contestazioni con il lanternino, forse si trova qualche buccia di banana imprevista.

 

Nella locazione, in edilizia, usufrutto ecc. la parola straordinario ha sempre ed unicamente il medesimo significato. Qualcosa di non prevedibile o previsto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ciao

 

ti ha risposta nel post. 9 paul, e ciò sarebbe esaustivo, ma ... quando uno va a cercare contestazioni con il lanternino, forse si trova qualche buccia di banana imprevista.

.

l'articolo citato riguarda il nuovo codice e conferma che è stato scritto da incompetenti che scrivono con il linguaggio comune ignorando i significati giuridici

se guardate l'articolo delle maggioranze, non trovate ordinario o straordinario

perchè le maggioranze non variano per queste parole che non hanno alcun significato nel condomino

- - - Aggiornato - - -

 

ciao

Nella locazione, in edilizia, usufrutto ecc. la parola straordinario ha sempre ed unicamente il medesimo significato. Qualcosa di non prevedibile o previsto.

ti sbagli

cambiare una caldaia è una spesa ordinaria a carico dell'usufruttuario

una straordinaria a carico del locatore per la locazione

etc...

cambio grondaie ordinaria in edilizia, straordinaria x locazione, ordinaria x usufruttuario ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La distinzione tra assemblea ordinaria e straordinaria è meramente nominalistica (cioè cambia il nome ma la sostanza resta la stessa). Assemblea ordinaria e straordinaria hanno stessi quorum costitutivi, stessi quorum deliberativi in relazione ai vari argomenti, ecc. ecc. Ad oggi, probabilmente, l'unica assemblea che conviene (ma ho è obbligatorio) convocare con avviso ad hoc è quella riguardante la modifica della destinazione d'uso dei beni comuni (art. 1117-ter c.c.) visti gli adempimenti richiesti.

Quanto alle spese: una spesa straordinaria nell'ambito condominiale può non corrispondere ad un intervento edilizio di natura straordinaria (es. manutenzione facciata che entro certi limiti è da ritenersi manutenzione ordinaria ai sensi del d.p.r. n. 380/01, ma che a livello condominiale viene considerata quasi sempre manutenzione straordinaria di notevole entità).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

cia prociotta

 

affermi :a) cambio grondaie ordinaria in edilizia, straordinaria x locazione, ordinaria x usufruttuario ..

 

b) cambiare una caldaia è una spesa ordinaria a carico dell'usufruttuario

una straordinaria a carico del locatore per la locazione

 

a mio giudizio sbagli dal punto di vista concettuale, anche se normalmente tutti, per facilitare la comprensione, me compreso, diciamo così.

 

a) ordinaria in edilizia ( perche è prevedibile una certa durata); ordinaria anche per la locazione ( a carico della proprietà); per l'usufruttuario che deve conservare il bene ( c'è qualche distinguo).

 

b) cambiare la caldaia è sempre ordinario in quanto come le grondaie, di durata prevedibile, ma pur essendo ordinaria, è a carico del locatore.

 

Voglio facilitarti un ragionamento : la tinteggiatura del vano scale condominiale, è ordinaria in quanto ogni tot bisogna farla, ma la spesa è a carico del condomino proprietario.

 

A mio giudizio, tu sovrapponi la ordinaria/straordinaria con la attribuzione delle spese di competenza, ma parlando correttamente come discusso, è quanto ho cercato di spiegarti.

 

Spero che qualcun altro, leggendo i post esprima un suo parere, anche se, alla fine, stiamo facendo una discussione di lana caprina.

 

 

- - - Aggiornato - - -

 

La distinzione tra assemblea ordinaria e straordinaria è meramente nominalistica (cioè cambia il nome ma la sostanza resta la stessa). Assemblea ordinaria e straordinaria hanno stessi quorum costitutivi, stessi quorum deliberativi in relazione ai vari argomenti, ecc. ecc. Ad oggi, probabilmente, l'unica assemblea che conviene (ma ho è obbligatorio) convocare con avviso ad hoc è quella riguardante la modifica della destinazione d'uso dei beni comuni (art. 1117-ter c.c.) visti gli adempimenti richiesti.

Quanto alle spese: una spesa straordinaria nell'ambito condominiale può non corrispondere ad un intervento edilizio di natura straordinaria (es. manutenzione facciata che entro certi limiti è da ritenersi manutenzione ordinaria ai sensi del d.p.r. n. 380/01, ma che a livello condominiale viene considerata quasi sempre manutenzione straordinaria di notevole entità).

ciao

condivido integralmente quanto esposto, che con una miglior esposizione della mia, ha espresso sostanzialmente lo stesso concetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
cia prociotta

 

affermi :a) cambio grondaie ordinaria in edilizia, straordinaria x locazione, ordinaria x usufruttuario ..

 

b) cambiare una caldaia è una spesa ordinaria a carico dell'usufruttuario

una straordinaria a carico del locatore per la locazione

 

a mio giudizio sbagli dal punto di vista concettuale, anche se normalmente tutti, per facilitare la comprensione, me compreso, diciamo così.

 

a) ordinaria in edilizia ( perche è prevedibile una certa durata); ordinaria anche per la locazione ( a carico della proprietà); per l'usufruttuario che deve conservare il bene ( c'è qualche distinguo).

 

b) cambiare la caldaia è sempre ordinario in quanto come le grondaie, di durata prevedibile, ma pur essendo ordinaria, è a carico del locatore.

 

Voglio facilitarti un ragionamento : la tinteggiatura del vano scale condominiale, è ordinaria in quanto ogni tot bisogna farla, ma la spesa è a carico del condomino proprietario.

 

A mio giudizio, tu sovrapponi la ordinaria/straordinaria con la attribuzione delle spese di competenza, ma parlando correttamente come discusso, è quanto ho cercato di spiegarti.

 

Spero che qualcun altro, leggendo i post esprima un suo parere, anche se, alla fine, stiamo facendo una discussione di lana caprina.

 

 

- - - Aggiornato - - -

ciao

condivido integralmente quanto esposto, che con una miglior esposizione della mia, ha espresso sostanzialmente lo stesso concetto.

mischi le parole, per non ammettere che hai torto

 

l'ordinario nella locazione sono le spese a carico del conduttore, ma tante spese che sono ordinarie nell'edilizia, non sono ordinarie nella locazione !!!

e la stragrande maggioranza di spese straordinarie in edilizia, sono a carico degli usufruttuari !!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×